nintendo microtransazioni
nintendo microtransazioni Nintendo

Nintendo: "i nostri fan non devono spendere troppi soldi in microtransazioni"

Per lo sviluppo dei suoi giochi mobile, Nintendo ha diviso i lavori con alcune compagnie specializzate: DeNa Co. per Super Mario Run, Fire Emblem Heroes, Animal Crossing: Pocket Camp e l’ormai defunto Miitomo, e Cygames per il nuovo Dragalia Lost. Gli accordi stipulati con queste compagnie prevedono una divisione dei guadagni per quanto riguarda gli acquisti in-app, il che potrebbe portare a tonnellate di soldi, ma la grande N ha tutt’altro parere in merito.

Ecco alcuni personaggi di Dragalia Lost, nuovo gioco mobile di Nintendo sviluppato in collaborazione con Cygames.

Il Wall Street Journal riporta infatti che, nonostante tali accordi, la casa di Kyoto abbia chiesto a queste compagnie di apportare alcune modifiche ai giochi sviluppati, cosicché i giocatori non spendessero troppi soldi in microtransazioni. Secondo l’articolo, infatti, tali pratiche danneggerebbero la reputazione di Nintendo come compagnia family-friendly, ma questa richiesta ha causato molte proteste da parte delle compagnie affiliate, che vedrebbero così diminuire le entrate derivate dagli accordi.

Un rappresentante di CyberAgent, compagnia affiliata a Cygames, ha commentato così le richieste di Nintendo al Wall Street Journal:

“Nintendo non è interessata a raccogliere grandi profitti da un singolo gioco. Se avessimo gestito quel progetto [Dragalia Lost, NdA] da soli avremmo fatto molti più soldi.”

Certo, si tratta di un’affermazione forte vista dall’occhio di un giocatore, ma considerando il fatto che Cygames ha subito pesanti perdite durante l’ultimo anno, che Dragalia Lost non è stato in grado di compensare da solo, l’affermazione assume tutto un altro senso. “Abbiamo avuto abbastanza entrate per coprire i costi di produzione almeno fino alla scorsa primavera, quando la nostra crescita non ha saputo tenere testa ai costi in impennata.” dice il Fondatore di CyberAgent Susumu Fujita. “Abbiamo fatto troppo affidamento su un singolo gioco”.

E voi cosa ne pensate della strategia di Nintendo? Fatecelo sapere con un commento qui sotto e continuate ad aggiornarvi sulle nostre pagine!

Articolo di Laura Valentini

Offerte Amazon

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)