Luci e ombre della serie Neo: il destino di un Pokémon

0
2955

Bentornati a Storie di Carte Collezionabili, la rubrica che vuole portare alla luce le storie raccontate dalle carte Pokémon, svelando civiltà perdute, regioni misteriose, segreti e retroscena non solo del mondo dei mostriciattoli tascabili, ma anche del nostro.

Se nel primo appuntamento abbiamo esplorato la civiltà di Aquapolis e nel secondo viaggio ci siamo immersi nella regione di Holon, i nostri studi ci hanno portato a credere che anche le espansioni della serie Neo possono raccontare più di quello che uno sguardo distratto vede nelle carte. In questo caso, tuttavia, non si tratterà di scoprire una civiltà o un luogo fisico, quanto piuttosto di affrontare un delicato viaggio interiore che ognuno di noi è destinato a compiere. Uomo o Pokémon che sia.

 

Vogliamo proporvi un nuovo punto di vista e la domanda che ci guiderà nell’appuntamento di oggi sarà: è possibile che le espansioni della serie Neo ci raccontino in modo dettagliato il percorso spirituale che ogni Pokémon, così come ogni Allenatore, compie dal momento della sua nascita fino al raggiungimento della completa realizzazione di sé?

Tra riferimenti biblici e scoperte scientifiche, ognuna delle quattro espansioni della serie Neo ci racconterà una diversa fase del cerchio della vita.

Neo Genesis: la nascita dei Pokémon

L’espansione Neo Genesis venne rilasciata nel maggio 2001 come versione occidentale della giapponese Gold, Silver to a new world, che risale al dicembre 1999. Con le sue 111 carte, oltre a diverse modifiche all’estetica e alle statistiche delle stesse, introdusse i nuovi tipi Pokémon Metallo e Oscurità, che nei videogiochi Pokémon Oro e Argento sono stati rappresentati come Acciaio e Buio.

Ehi, ascolta! Ho un amico che si chiama Mr. Pokémon. È uno scienziato, un vulcano di nuove scoperte, spesso deliranti. Mi ha scritto un’e-mail in cui dice che questa volta è una cosa seria. In effetti sembra una scoperta affascinante, ma noi siamo troppo presi dalle ricerche! Ma… Ho un’idea! perché non ci vai tu? 

-Professor Elm

Il riferimento biblico al Libro della Genesi è stato attribuito, insieme al termine Neo (nuovo, recente, dal greco νέος), alla presenza di ben 63 nuove specie Pokémon nell’espansione. I titoli di seconda generazione, inizialmente, erano stati pensati come conclusivi delle serie: è davvero particolare, quindi, che il primo libro della Bibbia presti il proprio nome all’espansione che ruota intorno alle scoperte scientifiche sulla nascita dei Pokémon. Neo Genesis, infatti, avrebbe dovuto chiarire tutte quelle domande che erano ancora senza una risposta nel mondo delle creature tascabili.

Dagli studi del Professor Elm, specializzato nell’accoppiamento Pokémon e responsabile della scoperta delle Uova, nel Gioco di Carte Collezionabili apparvero i Pokémon Baby. Conosciuti per essere lo stadio evolutivo più basso e ottenibili unicamente tramite accoppiamento, nella loro versione cartacea erano caratterizzati da particolari abilità, che in determinate circostanze li proteggevano dagli attacchi avversari.

L’introduzione alla nascita dei Pokémon e l’intera meccanica dell’allevamento posero la prima pietra di questo viaggio filosofico e spirituale.

Neo Discovery: la scoperta di sé, tra natura ed evoluzioni

La seconda espansione della serie, Neo Discovery, venne rilasciata in Italia nel giugno 2001, a oltre un anno di distanza dal set giapponese Crossing the Ruins. Per trovare il ruolo di Neo Discovery in questo percorso è bene soffermarsi sulla scelta del termine discovery. La scoperta può essere vista come un progresso, una conquista, una svolta. Come impareremo in questa serie, le parole hanno un valore determinante e la loro scelta non è mai dettata dal caso.

Solo ora capisco che il modo in cui si viene al mondo è irrilevante: è quello che fai del dono della vita che stabilisce chi sei

-Mewtwo

Il termine discovery, scoperta, trova una perfetta corrispondenza con la scoperta di sé, un evento non totalmente definito nel ciclo vitale di un essere vivente che rappresenta un percorso che scorre parallelamente alla vita stessa. Ogni evento che viviamo, ogni nuovo giorno ci insegna qualcosa su di noi, cambiandoci e permettendoci di evolvere continuamente.

Se si pensa per un attimo alle fasi della vita immediatamente successive alla sua nascita, il Pokémon, insieme al suo Allenatore, è chiamato a fare delle scelte, rappresentative appunto dei progressi e delle conquiste. Tutto questo, nel gioco, si concretizza con la scoperta della natura di un Pokémon, dei suoi Valori Individuali, per proseguire con la scelta delle mosse da far apprendere, fino alle potenziali evoluzioni da affrontare.

È significativo in questo senso come, proprio in questa espansione, siano presenti i due Pokémon Espeon e Umbreon, che di fatto completano il pantheon della linea evolutiva di Eevee. E chi meglio del Pokémon Evoluzione poteva rappresentare l’importanza delle scelte durante l’allenamento delle creature tascabili?

Curiosamente, insieme a Espeon e Umbreon le altre carte promozionali giapponesi furono proprio gli Unown N, E e O. I tre Pokémon Simbolo, non a caso, oltre a comporre la scritta NEO possono comporre anche il suffiso EON, presente nel nome di ogni evoluzione di Eevee.

Il nostro Pokémon nato dall’Uovo ha dunque compiuto i suoi primi fondamentali passi nel mondo. Adesso, però, occorre diventare responsabili e consapevoli delle scelte effettuate.

Neo Revelation: la consapevolezza nel mondo Pokémon

Con la terza espansione della serie Neo tornano i riferimenti alle sacre scritture. Il Libro della Rivelazione (comunemente conosciuto come Apocalisse) presta il suo nome a Neo Revelation, rilasciata il 15 ottobre 2001 e figlia occidentale dell’espansione giapponese Awakening Legends.

Con Neo Revelation ci troviamo di fronte a un Pokémon che, venuto al mondo con Neo Genesis, ha già affrontato diverse scelte importanti, scoprendo molto di sé in Neo Discovery. Il logico passo successivo da compiere è quello di diventare consapevoli di sé e delle scelte compiute.

Il tema dell’autoconsapevolezza nelle specie animali in psicologia trova, curiosamente, un perfetto collegamento con uno dei racconti più famosi del mondo Pokémon, i cui protagonisti sono entrati nel firmamento delle carte più desiderate di sempre.

Il Gioco di Carte Collezionabili introdusse il mito della Torre Bruciata. In una sfortunata serie di calamità naturali, tre Pokémon senza nome persero la vita restando coinvolti nel crollo della Torre Campana, al tempo conosciuta come Torre d’Ottone.

Abbiamo tante cose in comune: la stessa terra, la stessa aria, lo stesso cielo. Forse, se cominciassimo a considerare quello che ci accomuna, invece di mettere in risalto le differenze, un giorno chissà…

-Meowth

Da quella tragedia uomini e Pokémon, nel condividere il dolore per la perdita, diventarono più consapevoli di sé e del loro posto nel mondo. Quel tragico evento unì le due specie che realizzarono quanto fosse importante la collaborazione reciproca.

Il leggendario Ho-Oh fece ritorno e ridiede la vita ai tre Pokémon: dal fulmine che colpì la torre nacque Raikou, l’incendio che la devastò diede la vita a Entei e la pioggia improvvisa che mise fine a tutto generò Suicune. Le tre Bestie leggendarie da allora furono destinate a girare per il mondo. Forse il messaggio che si portano appresso è proprio quello di una rinnovata consapevolezza, raggiunta sia da parte degli uomini che da parte dei Pokémon.

Dal Libro della Genesi fino al Libro della Rivelazionele prime tre espansioni della serie Neo sembrerebbero chiudere perfettamente il cerchio: un Pokémon nasce, apprende nuove mosse, si evolve e prende consapevolezza delle proprie capacità. Ma, come stiamo per scoprire, ci attende ancora un ultimo fondamentale passo da compiere. Un passo che riesce a dare un senso agli altri tre.

Neo Destiny: il destino di un Pokémon

L’insegnamento più importante che i Pokémon ci hanno trasmesso in tutti questi anni è l’importanza indiscussa del legame che esiste tra una creatura tascabile e il suo Allenatore. Nel corso delle nostre avventure videoludiche da Allenatori, a volte siamo stati presenti in ogni fase della vita di un nostro Pokémon: dalla schiusa dell’Uovo fino al raggiungimento del livello 100.

Il tassello mancante al compimento del destino di una creatura tascabile è rappresentato proprio dal suo rapporto con il proprio Allenatore: dalle esperienze condivise, dalle battaglie affrontate e dalle scelte compiute insieme. La natura di questo legame influenza profondamente il percorso che Allenatore e Pokémon scelgono come proprio destino.

L’espansione giapponese Darkness, and to Light… diede vita a Neo Destiny, la quarta e ultima espansione della serie Neo. Rimasta nel cuore dei collezionisti per essere stata l’ultima espansione dell’era Wizards of the Coast a riportare il bollino prima edizione, questa portò nel Gioco di Carte Collezionabili l’innovazione dei Pokémon Dark e dei Pokémon Light.

Un Allenatore indifferente ai bisogni del proprio Pokémon e ossessionato dal potere e dalla vittoria avrebbe dato vita ai Pokémon Dark: caratterizzati da un’illustrazione più scura e minacciosa, queste creature tascabili avevano pochi Punti Vita e infliggevano ingenti danni. Questa caratteristica sottolineava una natura totalmente votata all’offensiva, senza la minima preoccupazione per le conseguenze su sé stessi e sugli altri.

Un Allenatore vicino al suo Pokémon, capace di condividere con lui gioie e dolori e alla ricerca solamente della prossima avventura da affrontare insieme, avrebbe dato vita ai Pokémon Light. Caratterizzati da una colorazione più chiara e da un atteggiamento sereno e giocoso, questi Pokémon avevano molti Punti Salute. Le loro abilità e i loro attacchi, inoltre, erano spesso finalizzati a supportare e curare i loro compagni. Questo rappresentava al meglio la loro natura amorevole e protettiva, che metteva sempre al primo posto la sicurezza dei legami più cari.

Il mondo non è diviso tra persone buone e Mangiamorte! Tutti abbiamo sia luce che oscurità dentro di noi. Ma sta sempre a noi scegliere da che parte schierarci

-Sirius Black

Il destino di un Pokémon, così come quello del suo Allenatore, non è mai interamente già scritto e l’insegnamento con cui Neo Destiny ci accompagna alla fine del nostro viaggio è che luce e ombra sono semplicemente due facce della stessa medaglia. Solamente accettando questa verità i Pokémon possono mostrare il loro veri colori e scoprire la loro vera natura.

A chiudere l’ultima espansione della serie Neo, tra le rare segrete troviamo gli straordinari Pokémon Shining. Limitati dalla regola di uno Shining per mazzo, dotati di una rarità unica rappresentata dalla tripla stella e con appena una possibilità su 300 di trovarli dentro una bustina dell’espansione, questi Pokémon rappresentano il sogno proibito di ogni collezionista.

Se si vuole credere alla presenza di un filo logico tra le quattro espansioni della serie, la natura Shining di questi rarissimi Pokémon potrebbe essere la prova finale del compimento del loro viaggio spirituale.

L’intera trama di Pokémon il film: Mewtwo contro Mew cosa non è se il viaggio spirituale del Pokémon più forte al mondo, che passa dall’essere una creatura spaventata e arrabbiata al diventare un faro di speranza per tutti quei Pokémon che non sono in grado di proteggersi da soli? Shining Mewtwo è riuscito, dopo un viaggio lungo e complicato, a trovare il suo posto nel mondo.

Nel lungometraggio Pokémon 4Ever, un feroce generale del Team Rocket corruppe il cuore di Celebi e Tyranitar con l’uso delle Dark Ball: delle sfere Poké in grado di portare al massimo livello di potenza i Pokémon, rendendoli malvagi. Il cuore dei due Pokémon venne liberato grazie all’intervento di alcuni coraggiosi allenatori e di Suicune. In questo modo Shining Tyranitar e Shining Celebi tornarono al loro splendore originale.

Infine, sapevate che Raichu è stata la prima carta rara segreta di sempre nell’espansione Team Rocket e anche il primo Pokémon Dark? Ci piace pensare che la Wizards of the Coast abbia voluto rendergli giustizia, onorandolo con la meravigliosa carta di Shining Raichu. La scoperta di sé, come abbiamo visto, può anche passare attraverso momenti difficili, ma non per questo diventa impossibile.

La Wizards of the Coast ci ha sempre fornito più che semplici carte: ci ha dato storie, racconti, miti e leggende che arricchiscono enormemente il mondo Pokémon. Probabilmente i Pokémon Shining sono delle creature tascabili che, avendo portato a compimento il loro percorso interiore, hanno raggiunto davvero uno stato di coscienza illuminato.

La serie Neo ci ha accompagnato in questo incredibile viaggio spirituale nel mondo Pokémon. Ora probabilmente vedrete le vostre vecchie carte sotto una luce completamente diversa… Non vediamo l’ora di scoprire dove ci porterà il prossimo appuntamento della nostra rubrica Storie di Carte Collezionabili!

 

Commenti dal forum

Discutine sul forum