Nintendo

Secondo il CEO di Stardock Nintendo Switch non ha bisogno del supporto di terze parti

Brad Wardell, il CEO di Stardock Corporation, una società statunitense che si occupa dello sviluppo di software, ha recentemente rilasciato una dichiarazione secondo la quale Nintendo Switch non avrebbe bisogno del supporto di terze parti.

nintendo-switch-giochi

Nell’intervista riportata dal sito Gamingbolt il capo di Stardock, Brad Wardell, ha avuto l’occasione di discutere dell’immenso successo della nuova console della casa di Kyoto, Nintendo Switch.

Probabilmente Nintendo non ha bisogno delle terze parti. Se si prova a pensare ai giochi di Mario e Zelda, c’è già molto materiale.

Se si fosse trattato di un sistema di gioco da 1000 dollari, magari saremmo stati interessati. Ma per come stanno le cose adesso, c’è molto da giocare su Switch con i titoli della Grande N

Successivamente Wardell ha aggiunto che Stardock stessa non ha intenzione di sviluppare alcun prodotto per la console ibrida di Nintendo, temendo la possibilità che il mercato non sia florido per i software delle terze parti.

No, probabilmente non supporteremo Switch. È troppo diverso da tutti gli altri, e di recente non ho notato molti successi delle terze parti sull’hardware di Nintendo.

Nintendo ha un grande mercato per i propri titoli, ma non ho visto molti giochi di successo realizzati da software house non appartenenti a loro

memoria interna nintendo switch

Sembra quindi che Wardell si aspetti un successo sempre maggiore per Nintendo Switch ma basato principalmente sui titoli Nintendo e non su quelli di terze parti.

Dopo i record di vendite legate a The Legend of Zelda: Breath of the Wild fra pochi giorni la grande N potrà contare anche su Mario Kart 8 Deluxe, il gioco che ha ottenuto già il favore della critica in uscita il 28 aprile 2017.

Offerte Amazon

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Redazione

Speciali

Commenti

...
Carl-J90 27/04/2017 21:46:25

Un pò arrogantello questo CEO!

 



Se si fosse trattato di un sistema di gioco da 1000 dollari, magari saremmo stati interessati.

 

Già con questa affermazione, a prescindere, mi sa di una persona arrogante e altezzosa nei confronti di Switch...poi il fatto che spara fuori una cosa del tipo che la Switch avrebbe successo anche solo con i titoli made Nintendo e che quindi non c'è bisogno che la sua SH e altre forniscono titoli di terze parti a supporto della console...mah...! >.<"

Poi...sinceramente...voglio davvero vedere se è davvero così convinto che se Switch contasse solo su titoli made Nintendo e su nessun titolo di terze parti non finirebbe per fare la fine della Wii U!

 

Cioè...la Wii U ha fatto la fine del topo con un sonoro flop anche perché i titoli di terze parti a suo supporto erano carenti in quantità o qualità e questo qui mi sbuca fuori con una boiata del tipo che la Switch, senza fare flop, otterrebbe un risultato diametralmente opposto a quello ottenuto in passato dalla Wii U se essa facesse la stessa cosa di quest'ultima(ossia, puntare solo o per lo più sui titoli made Nintendo e non sulle terze parti)!

 

Alla fine ok che Mario e Zelda sono dei brand storici e molto amati/seguiti/giocati dal pubblico, ma...sinceramente, da fan di Zelda quale sono, che noia sarebbe acquistare una Switch per giocare solo a Zelda per il fatto che la Nintendo non pubblichi altri titoli se non le sue punte di diamante! >.<" 

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)