La storia di un morbidissimo Snorlax che ha imparato a volare

Un ragazzo e un Pokémon legati da una amicizia senza confini!

932

Questo racconto parla di un lungo viaggio intercontinentale tra Stati Uniti e Inghilterra, e coinvolge un uomo inebriato dall’alcool e un gigantesco peluche di Snorlax. Siete curiosi di sapere cosa ha portato insieme questi atipici compagni di sventure?

L’avventura di Callum Underwood ragazzo originario di Newcastle in Inghilterra, ha inizio nel corso della sua permanenza negli Stati Uniti, dove si era recato insieme ad alcuni suoi colleghi per un viaggio di lavoro. Durante una notte di bevute, a Callum è stata inviata l’immagine del gigantesco Snorlax di peluche che presto sarebbe diventato il suo migliore amico.

Lo Snorlax in questione pesa oltre 7 kg, e ha una stazza tale da non far sfigurare quella tipica dei Pokémon Sonno. Nel giro di pochi minuti, l’acquisto del nostro eroe era stato portato a termine, e il massiccio peluche era in viaggio verso l’America. Ma come avrebbe fatto Callum a portare con sé il gigantesco Pokémon al momento del ritorno in Inghilterra?

Ricordo chiaramente di averlo comprato! Non ero completamente ubriaco, giusto inebriato quanto basta da non avere il controllo sui miei impulsi.

La spedizione verso Newcastle sarebbe infatti costata l’equivalente di oltre 900€, così Callum ben pensato di chiedere aiuto agli utenti di Twitter sperando di trovare una soluzione più economica e conveniente.

Aiuto Twitter, ho ordinato questo ragazzone mentre ero ubriaco e l’ho fatto spedire da una mia amica negli Stati Uniti. Costerebbe 1000$ inviarlo in Inghilterra, la confezione è enorme! Avete soluzioni creative da propormi per portarlo da San Francisco fino a casa mia in Newcasle?

Ha inizio così per lo sfortunato Snorlax un intero mese di viaggi tra un aeroporto all’altro, durante i quali ha addirittura rischiato di venir tagliato e privato della sua imbottitura al fine da ridurne le sue generose dimensioni nel corso di uno dei voli! Callum decise però di risparmiare il mostriciattolo ben poco tascabile, e al contrario tentare di rimpicciolirne il più possibile la scatola che lo conteneva assicurandosi di avvisare con largo anticipo il personale dell’aeroporto riguardo l’arrivo del suo massiccio amico.

Lo hanno accettato! Ma sta così stretto che c’è il rischio che la scatola esploda nel corso del viaggio. Altri due voli e sarà arrivato!

Dopo numerosi controlli, attese, voli e sopratutto dopo aver fatto sorridere tutti i controllori di volo ai quali capitava di incontrarlo, Snorlax si è ricongiunto col suo proprietario nella cittadina inglese di Newcastle, dove adesso vivono insieme.

Si concludono così le vicende di Callum e Snorlax, in una Storia di Natale magari un po’ in anticipo, ma che ci dimostra comunque che l’amore per i Pokémon non ha età e confini geografici.

Da piccolo fui posto davanti un bivio: videocamera o computer. Scelsi il secondo. Da allora mi chiedo come sarebbe adesso la mia vita se avessi scelto la videocamera. Profondamente radicato nel mondo dell'high-tech, del modding e dell'intrattenimento videoludico, estendo comunque i miei rami all'ambiente "vintage", dalla musica anni '30 alle console obsolete.

Commenti dal forum

Discutine sul forum