Giochi

Pokémon Spada e Scudo: Junichi Masuda torna a parlare del Pokédex Nazionale

L’avvio della campagna comunicativa per avvicinare il pubblico a Pokémon Spada e Scudo ha dato molto materiale di cui discutere, nel bene e nel male. Se da una parte la nuova coppia di titoli promette di aggiungere parecchie novità alla serie principale, dall’altra la sola presenza del Pokédex di Galar e la rimozione delle mosse Z e delle Megaevoluzioni hanno generato un’ondata di critiche da parte di molti giocatori.

L’impossibilità di trasferire negli ultimi titoli i vari mostriciattoli catturati con tanta fatica (e uova) negli anni ha scatenato il malcontento generale, minando, a detta di alcuni, il concetto di “gotta catch ‘em all” tanto caro alla serie dalle sue origini. Tramite alcune interviste, Junichi Masuda di Game Freak aveva già avuto modo di commentare il caso, affermando che la presenza di un numero minore di Pokémon consentirà allo studio di concentrarsi meglio sulle animazioni di quelli restanti. Il franchise si prepara a debuttare per la prima volta nella sua storia su una console ibrida, pertanto risulta fondamentale dedicare tempo e risorse a molti aspetti dei giochi.

La questione ha però avuto una tale grande risonanza da obbligare una delle figure chiavi del mondo Pokémon a diffondere un messaggio dedicato a tutti gli amanti delle piccole creature animate. Tramite il sito ufficiale di Pokémon, Masuda ha infatti detto quanto segue:

“Grazie a tutti i nostri fan per la profonda dedizione che dimostrate nei confronti dei Pokémon. Recentemente, ho condiviso la notizia che alcuni Pokémon non possono essere trasferiti su Pokémon Spada e Pokémon Scudo. Ho letto tutti i vostri commenti e apprezzo il vostro amore e la vostra passione per i Pokémon. Proprio come tutti voi, siamo appassionati di Pokémon e ognuno di loro è molto importante per noi. Dopo tanti anni di sviluppo dei videogiochi della serie, questa è stata una decisione molto difficile per me. Mi piacerebbe chiarire una cosa: anche se uno specifico Pokémon non è disponibile in Pokémon Spada e Pokémon Scudo, ciò non significa che non apparirà nei giochi futuri. Il mondo di Pokémon continua ad evolversi. La regione di Galar offre nuovi Pokémon da incontrare, allenatori e avventure da affrontare. Stiamo riversando il nostro cuore in questi giochi e speriamo che non vedrete l’ora di unirvi a noi in questo nuovo viaggio”.

Siamo certi che anche queste nuove dichiarazioni faranno discutere i fan più accaniti. Non ci resta che attendere il 15 novembre 2019, quando saranno ufficialmente disponibili Pokémon Spada e Scudo in esclusiva Nintendo Switch.

Articolo di Maria Enrica

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)