Pokédex e meccaniche su Pokémon Spada e Scudo: Masuda chiarisce su Famitsu

Ogni dubbio è sfumato durante l'ultima intervista!

0
9946

In questi giorni si è molto discusso riguardo alle questioni sollevate da Junichi Masuda e Shigeru Ohmori, prima durante il Nintendo Treehouse dedicato al gameplay di Pokémon Spada e Scudo e successivamente nel corso di un’intervista rilasciata a USgamer. Finalmente è stata fatta chiarezza sia riguardo al Pokédex che avremo a disposizione nella regione di Galar, sia a proposito delle meccaniche che saranno presenti nei due nuovi titoli.

Le dichiarazioni fatte a Famitsu da parte dei due uomini di Game Freak non lasciano più spazio ad alcuna sorta di dubbio: i Pokémon presenti a Galar non saranno tutti quelli creati fino a questo momento. Masuda ha confermato che i modelli 3D dei Pokémon presenti sono stati rifatti appositamente per Nintendo Switch e non sono quelli utilizzati in precedenza su Nintendo 3DS. Inoltre non si è ancora presa una decisione riguardo ad aggiornamenti eventuali con cui permettere il trasferimento degli “esclusi” attraverso Pokémon HOME in un momento successivo al lancio.

Il secondo punto focale che emerge da quest’intervista è la confermata assenza di megaevoluzioni e Mosse Z all’interno di Pokémon Spada e Scudo. Il fenomeno Dynamax resta quindi l’unico potenziamento su cui il giocatore potrà contare nel corso delle lotte Pokémon.

Masuda ha inoltre approfondito il discorso riguardante Pokémon HOME, che dovrebbe per l’appunto fungere da “casa” per i propri mostriciattoli tascabili. Se questi fossero compatibili con la regione che intendiamo esplorare, potranno seguirci nel corso dell’impresa; al contrario, se dovessimo ad esempio affrontare una regione con un clima troppo rigido per le caratteristiche fisiologiche del Pokémon in questione, questo dovrà necessariamente restare a “casa”.

Questa nuova direzione presa da Game Freak farà storcere il naso a un gran numero di appassionati da un lato, poiché rendersi conto che il proprio Pokémon preferito non potrà accompagnarci all’interno della nuova avventura a Galar potrebbe rappresentare un duro colpo. Inoltre due meccaniche attorno alle quali si è incentrata la trama delle ultime due generazioni, che hanno inoltre caratterizzato lo scenario competitivo degli ultimi anni, vengono abbandonate in favore del Dynamax, il quale le racchiude parzialmente entrambe.

Da un punto di vista ottimistico, potremmo sperare che questo cambiamento radicale rappresenti una ventata d’aria fresca per il brand. Il numero limitato di mostriciattoli tascabili potrebbe garantire un’esperienza diversa dal solito, e il completamento del Pokédex risulterebbe più accessibile in quanto il processo sarebbe meno complesso e meno frustrante. Il cambiamento delle meccaniche nelle lotte può permettere agli Allenatori di reinventarsi, trovando tattiche completamente nuove per sopraffare il proprio avversario.

Non ci resta che aspettare che Pokémon Spada e Scudo vengano lanciati sul mercato, per vedere se questa nuova formula saprà convincere i pokéfanatici o se la scelta di escludere alcuni Pokémon, così come megaevoluzioni e Mosse Z, costerà a Game Freak una fetta importante di pubblico.

Cosa ne pensate? Siete scettici riguardo ai nuovi titoli o la vostra curiosità nei loro riguardi è aumentata?

Commenti dal forum

Discutine sul forum