Primo ministro norvegese sorpreso a giocare a Pokémon GO prima di un incontro con Trump

564

Erna Solberg, primo ministro della Norvegia dal 2013 e leader del partito conservatore, è stata catturata dalle telecamere mentre giocava a Pokémon GO sul proprio smartphone, poco prima di un incontro con Donald Trump, il presidente americano.

Chi non crede nell’amore a prima vista avrà modo di ripensarci. Sì, perchè sembra proprio che ci sia stato un colpo di fulmine fra Pokémon GO ed Erna Solberg, premier norvegese, rea di essere stata immortalata diverse volte mentre era alle prese con la cattura di qualche mostriciattolo tascabile sulla famigerata applicazione per dispositivi mobili.

L’ultimo episodio è avvenuto due giorni fa, poco prima di un incontro strategico con il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, alla Casa Bianca. Secondo alcuni, l’obiettivo del meeting sarebbe stata la discussione di argomenti di politica estera. Ma noi sappiamo bene che il vero proposito del primo ministro norvegese era un altro: catturare i Pokémon esclusivi della regione nord-americana, Tauros, Zangoose e Plusle!

La Solberg ha tenuto una conferenza stampa con i giornalisti norvegesi, dopo la quale ha deciso di dedicare qualche minuto a Pokémon GO.

Dagbladet, una testata giornalistica norvegese, le ha chiesto se giocare con l’applicazione fosse un modo per “staccare la spina dopo una giornata impegnativa“, ma a questo il primo ministro ha risposto (traduzione di Google Translate):

No, c’era un modo per mandare un messaggio con Pokémon alla famiglia, a casa.

In passato, il premier era stato “beccato” a giocare a Pokémon GO in parlamento e, precedentemente, durante una visita di stato in Slovacchia, aveva dichiarato di aver passato del tempo a far schiudere alcune uova da 10 km.

In una vecchia intervista con Aftenpoften, la Solberg ha confermato di aver superato il Livello 14 e ha raccontato di aver cominciato a giocare dopo che la sorella minore le riferì di aver trovato un Pokémon sulla veranda di casa.
Il suo stile di gioco si concentra più sul collezionismo che sulle lotte, come asserito in una personale dichiarazione:

Sono più interessata nel collezionare nuovi Pokémon, non troppo nel farli combattere.

Erna Solberg è solo una dei tanti politici colti in flagranza mentre giocavano a Pokémon GO, ma di sicuro si è rivelata una delle più recidive e appassionate che ci siano, tenendo conto del suo debole per i giochi mobile in generale e vista la sua precedente dipendenza: Candy Crush.

Acquista su Amazon.it

Commenti dal forum

Discutine sul forum