Pokémon Rosso, Blu e Verde

Pokémon Rosso, Blu e Verde

Informazioni generali / caratteristiche:

 

Pokémon Rosso e Pokémon Verde sono i videogiochi che segnano il debutto del marchio Pokémon sul mercato giapponese. Pubblicati per console Game Boy il 27 febbraio 1996, Pokémon Rosso e Pokémon Verde hanno rivoluzionato il mondo dei videogiochi introducendo la possibilità di scambiare dati fra due console tramite collegare il Cavo Game Link. Purtroppo è impossibile scambiare mostriciattoli fra cartucce di nazionalità diversa in quanto dei problemi legati alla traduzione causano la corruzione di entrambi i giochi durante il trasferimento. Se le cartucce sono di lingue diverse, le console stesse impediscono di iniziare una lotta; in questo modo si evita un’eventuale corruzione dei dati.

Pokémon Blu è il terzo gioco Pokémon di lingua giapponese. Fu venduto dal 10 ottobre 1996, inizialmente solo agli abbonati della rivista CoroCoro, e costituisce una rivisitazione di Pokémon Rosso e Pokémon Verde. Rispetto ai predecessori, Pokémon Blu presenta qualche miglioria in grafica e suoni, oltre alla rimozione di numerosi glitch.
L’unico modo per completare il Pokédex di questo gioco è scambiare mostriciattoli con giocatori di Pokémon Rosso e Pokémon Verde tramite il Cavo Game Link.

Pokémon Versione Rossa e Pokémon Versione Blu sono i primissimi giochi Pokémon rilasciati fuori dal Giappone. I due titoli sono stati resi disponibili in Stati Uniti e Europa rispettivamente dal 30 settembre 1998 e dall’8 ottobre 1999. Pokémon Versione Rossa e Pokémon Versione Blu presentano alcune modifiche rispetto alle controparti giapponesi Pokémon Rosso e Pokémon Verde:

  • Una grafica leggermente migliorata;
  • Se giocati su Game Boy Color, tutti gli scenari tendono al rosso nel caso di Pokémon Versione Rossa ed al blu nel caso di Pokémon Versione Blu.

 

Dato che alcuni dei 151 mostriciattoli sono esclusivi di una versione, per completare il Pokédex è necessario scambiare Pokémon tramite il famoso Cavo Game Link.

 

Trama del gioco:

 

In Pokémon Rosso, Blu e Verde il giocatore incarna un ragazzo di 10 anni che decide di intraprendere un viaggio nella regione di Kanto con il Pokémon affidatogli a Biancavilla, sua città natale, dal noto Professor Samuel Oak. Il protagonista ha quindi la possibilità di scegliere un Pokémon iniziale tra Bulbasaur (tipo Erba/Veleno), Charmander (tipo Fuoco) e Squirtle (tipo Acqua). Lo scienziato gli dona inoltre il Pokédex, un dispositivo elettronico che registra le informazioni di tutti i Pokémon catturati. Il nipote di Oak, anch’egli partito da Biancavilla con un Pokémon ed un Pokédex nuovo di zecca, sarà in continua rivalità con il nostro eroe.
Una volta lasciata Biancavilla, il giocatore potrà collezionare una gran varietà di Pokémon, sfidare gli otto Capipalestra, ossia Allenatori specializzati in un solo tipo di Pokémon, ed infine conquistare il titolo di Campione della Lega Pokémon.
L’avventura sarà interrotta più volte dal Team Rocket, un’organizzazione criminale che non si fa scrupoli a rubare i Pokémon di altri Allenatori ed usarli per arricchirsi.