Rubriche

Come noi Allenatori di Pokémon possiamo salvare l'ambiente

Il nostro pianeta ha bisogno di noi, o per meglio dire, noi abbiamo bisogno del nostro pianeta. Dobbiamo salvaguardare l’ambiente, e insieme ad esso la cosa più importante e bella che abbiamo, la vita. Per farlo occorre compiere delle scelte, che devono essere collettive, che devono unirci come razza umana, in un unico grande gesto che risolleverà le sorti dell’unica casa che abbiamo: la Terra.

Il tema dell’ambiente e dell’inquinamento sono argomenti quanto mai scottanti, sopratutto in questi ultimi anni. Per troppo tempo siamo rimasti immobili a consumare, tanto che ora dobbiamo fare i conti con un problema che sapevamo sarebbe arrivato, ma lo abbiamo semplicemente aspettato

Mondo dentro una Poké Ball per salvare l'ambiente

Anche Game Freak e The Pokémon Company sono consapevoli della situazione del nostro globo, e da anni continuano a sottolineare l’importanza di custodire la natura, di prendere decisioni consapevoli e di tendere la mano verso il prossimo. L’hanno fatto tramite film e serie animate, nelle trame dei videogiochi e anche nelle abilità o peculiarità dei singoli Pokémon.

Nell’universo in cui persone e mostriciattoli convivono serenamente, c’è un file rouge che accomuna tutti i titoli e le avventure vissute: l’equilibrio. Quello che c’è tra bene e male, tra cielo e mare, tra terra e acqua, tra tempo e spazio, tra bianco e nero, tra creazione e distruzione, tra sole e luna, tra spada e scudo. Un equilibrio tanto importante quanto sottile, che spesso viene oltrepassato, ma che con l’impegno di tutti è riuscito a tornare in quiete. Forse è proprio questo che non siamo riusciti a imparare nel nostro universo reale: l’equilibrio.

Possiamo però fare qualcosa per ristabilirlo tramite la consapevolezza e la conoscenza di ciò che succede e ci succederà se qualcosa non verrà cambiato.

Uno dei più grandi problemi di oggi è sicuramente il disboscamento. Nel 2019 abbiamo perso più di 20 milioni di ettari di foreste. Ne sa qualcosa il piccolo Celebi, che vive in simbiosi con la natura che lo circonda. Il Pokémon Tempovia, infatti, ama vivere all’aria aperta e respirare il buon ossigeno di rigogliose piante verdi. In tutto Bosco dei Lecci è rinomato insieme ai suoi amici Meganium per la loro abilità di far resuscitare piante e fiorellini appassiti, così da mantenere viva la flora del bosco. In un pianeta come il nostro, purtroppo, il Pokémon misterioso non se la passerebbe bene. Ricorderete tutti le scene del film Pokémon 4Ever, in cui anche Celebi appassisce a fronte dei danni subiti dal suo amato bosco.

Celebi appassisce per i danni subiti dall'ambiente
Scena del film Pokémon 4Ever

Una delle principali cause del disboscamento sono gli incendi, che causano purtroppo la morte o la migrazione di molte forme di vita. Se lo ricorda bene Xerneas, quel giorno in cui la sua controparte naturale Yveltal distrusse in preda alla follia gran parte della Foresta Tuttaterra. In quell’occasione il Pokémon Creazione, per riportare la vita nella foresta, donò la sua, e l’equilibrio tornò a Kalos. Forse nel nostro universo, il leggendario dalle corna a X piangerebbe per quei poveri animali dell’Amazzonia e dell’Australia in preda alle fiamme e alla disperazione.

Xerneas diventa un albero donando la sua vita per l'ambiente
Scena del film Diancie e il bozzolo della distruzione

A rendere gli incendi più frequenti e difficili da domare ci pensa il caldo. Nell’ultimo secolo la temperatura media mondiale è aumentata di oltre 3 gradi Celsius. Un’enormità. E no, non è colpa di giorno di sole di Groudon, ma è il nostro inquinamento a causarla. Se solo potessimo chiamare in soccorso Shaymin, che grazie alla sua mossa peculiare Infuriaseme è in grado di assorbire gas tossici e suddividerli in sostanze utili all’ambiente. Magari ci accontenteremmo anche di un Weezing di Galar, che si nutre con i gas velenosi, rilasciando dalla cima delle sue ciminiere aria purificata. Tutti insieme magari potremmo ridurre l’effetto serra, e diminuire la quantità di radiazioni solari che penetrano la nostra atmosfera. Credo però, che dovremmo cavarcela da soli.

Shaymin utilizza Inuriaseme
Scena del film Giratina e il Guerriero dei Cieli

Sapete quale potrebbe essere una soluzione? Produrre meno rifiuti, così da bruciarne sempre di meno. Un po’ come fa Muk, sapete, la spazzatura è il suo piatto preferito. Il Muk di Alola addirittura ne mangia così tanta che le tossine ingerite si cristallizzano sul suo copro. A differenza di quello di Kanto però, il Pokémon Melma di Alola non emana cattivo odore.

I Muk adorano mangiare i rifiuti dispersi nell'ambiente
Una discarica di rifiuti

Questo comporterebbe anche una riduzione del consumo di plastiche. Proprio quelle plastiche che troppo spesso vengono gettate ai bordi delle strade, nei boschi o peggio ancora in mare. Che gesto sconsiderato. Per decomposi in acqua, una bottiglietta di plastica non biodegradabile impiega anche 30 anni. Poi decomporsi non è il termine giusto, rimangono disperse nell’ambiente delle microplastiche indissolubili che vengono ingerite da alcuni pesci che poi noi mangiamo. Non proprio salutare. Non chiedetelo però al Corsola di Galar, che a causa della superficialità dell’uomo ha perso i colori, il sorriso ed è in procinto di estinguersi se qualcosa non cambia. Accade lo stesso ai nostri pesci, alle barriere coralline, ai batteri che vivono in acqua e che producono più ossigeno delle vegetazioni presenti sulle terre emerse. Tutto questo ecosistema è fondamentale, è sinonimo di vita.

Corsola osserva la Barriera corallina morente a causa dell'inquinamento dell'ambiente
Barriera corallina morente

Un grave danno è stato fatto alla Terra, ma lei si riprenderà un giorno, magari il giorno in cui ci saremmo estinti noi umani. La vita va salvaguardata, la nostra e quella di tutta la flora e la fauna che ci circonda, che ci permette di meravigliarci davanti a un panorama, davanti a due pinguini che intonano canti d’amore, davanti al germogliare di un fiore.

Non tutto è perduto, basta compiere delle piccole scelte ogni giorno: non sprecare cibo; spegne la luce e l’acqua dei rubinetti appena possibile; scegliere quando si può cibo biologico o a chilometro zero; ridurre l’utilizzo di plastica o almeno riciclarla correttamente; smaltire i rifiuti con cura; evitare di gettare immondizia nell’ambiente; scegliere soluzioni energetiche rinnovabili e scollegare i dispositivi dagli interruttori.

Sono solo alcune delle cose che possiamo fare tutti, e insieme possiamo davvero ristabilire quell’equilibrio che per anni abbiamo avuto nelle nostre console, e che inconsciamente ha contribuito a formare noi, nuove generazioni, che salveremo la vita sulla Terra partendo da piccoli gesti che sommati l’uno all’altro formeranno un’infinità di mani che tendono al futuro.

Il mondo ha bisogno che i giovani continuino a parlare, facendo pressione e spingendo i confini per farci proteggere il nostro pianeta e migliorare la vita delle persone.

Nazioni Unite

Noi di Pokémon Millennium per incentivare un futuro green e sostenere l’ambiente, abbiamo deciso di tingerci di verde. Se ogni membro di questa splendida community contribuisse ogni giorno con questi piccoli gesti, regaleremmo a noi stessi e alla Terra respiri importanti, boccate di ossigeno per tornare a vivere in equilibrio.

NOI siamo il futuro. NOI siamo la green generation. NOI dobbiamo combattere insieme per continuare a sopravvivere. NOI siamo quegli Allenatori di Pokémon, che consapevolmente, ristabiliranno l’equilibrio.

Offerte Instant Gaming

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Michele Ferracci

Speciali

Commenti

...
NatuShiny 20/01/2020 12:02:18

Articolo molto carino, che andrebbe letto ed ascoltato. Già nel nostro piccolo si può contribuire, peccato che certi temi dovrebbero avere più risonanza.

 

E peccato soprattutto che la maggior parte delle persone pensa solo al proprio comodo, e non guarda più in la del suo naso.

...
NoJokesInc. 20/01/2020 14:09:49

Davvero un ottimo articolo, adoro i paragoni che avete fatto tra il mondo Pokémon e il mondo reale.

Questo fa capire che malgrado tutto, questo problema si sente. Molta gente ai piani alti se ne infischia e grida al suo interesse, ma arriva sempre un notabile riferimento a ciò.

 

La cosa che trovo problematica è che vedo in me stesso e molti la stessa apparente conclusione: "Mah, che potrei fare?"

Fidatevi che nel proprio piccolo si fa molto. Mi sono detto questa cosa, ma già, ad esempio, far capire ai tuoi amici di non fumare o influenzare le abitudini degli altri in modo positivo gettando via la spazzatura può essere qualcosa. Se già il piccolo diventa meno sporco poi si andrà in contro a come il grosso lo è. A mio parere.

...
SquirtlePronto 20/01/2020 14:31:40

Wow, sono senza parole, ottimo articolo. Sono questi i contenuti a cui dovrebbe essere dato più spazio, e che meriterebbero di essere diffusi più di tutti, sfruttando la grandezza di questa bella community. È un ottimo esempio poi, di come il mondo dei videogiochi possa veicolare ideali positivi nei giocatori, insegnando, in modo divertente ed interattivo qualcosa di concreto. I videogiochi hanno proprio questo potenziale, spesso sottovalutato, ma a cui io, personalmente, ho sempre creduto. Far capire che dietro a quel personaggio si nasconde un ideale, un concetto vero, su cui siamo invitati a riflettere, questo è il loro potere. Ci avevano provato con N e Ghecis in quinta generazione, con il tema del rispetto degli animali, mediato dai pokèmon, peccato però che poi non abbiano più continuato in questo senso. 

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)