1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Rubriche

Sbagliate a criticare il progetto Let’s Go

La conferenza del 30 maggio ha diviso l’opinione pubblica con l’annuncio di Pokémon Let’s Go Pikachu e Let’s Go Eevee per Nintendo Switch, trovando il consenso dei giocatori di Pokémon GO e la bocciatura di chi brama la tanto discussa ottava generazione. Tra chi critica l’ennesimo ritorno nella regione di Kanto e chi invoca il […]

di 
   · 5 min lettura Rubriche
Metti mi piace!
10

La conferenza del 30 maggio ha diviso l’opinione pubblica con l’annuncio di Pokémon Let’s Go Pikachu e Let’s Go Eevee per Nintendo Switch, trovando il consenso dei giocatori di Pokémon GO e la bocciatura di chi brama la tanto discussa ottava generazione. Tra chi critica l’ennesimo ritorno nella regione di Kanto e chi invoca il progresso, i due titoli attesi per novembre 2018 sembrano aver deluso le aspettative fin dal primo e unico trailer pubblicato fino a questo momento.

Il progetto Let’s Go è dunque un flop annunciato? Analizziamo la situazione. Pochi mesi fa, precisamente a febbraio, ho pubblicato un articolo dal titolo “Treno Switch in partenza: ultima chiamata per il brand Pokémon”, dove ho elogiato l’innovazione che ha portato a capolavori quali The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Super Mario Odyssey e (seppur in minor parte) Xenoblade Chronicles 2, invitando il brand Pokémon a seguirne le coraggiose orme.

The Pokémon Company e Game Freak sono riusciti a salire, nonostante il ritardo, sul treno Switch? Dal mio punto di vista, . Più o meno.

[DISCLAIMER] Le opinioni presenti in questa rubrica sono puramente personali e pertanto non devono essere considerate una verità inconfutabile. Le seguenti affermazioni si fondano su quanto visto fino al rilascio del primo e unico trailer del progetto Let’s Go.

[ATTENZIONE] L’articolo (titolo compreso) non vuole in alcun modo denigrare le opinioni altrui. L’intento è invece quello di proporre una visione differente e più ottimistica del progetto Let’s Go con i suoi pregi e i suoi difetti.

Carrozza 1 – Boxart & Art Style

L’assenza di stile e la mancanza d’identità montata sulla collina di Windows XP non ha convinto nessuno. Nemmeno me. Ma a dire il vero, da quando le boxart Pokémon presentano illustrazioni di pregio? Lo schema è sempre stato lo stesso: artwork e sfondo. Quest’ultimo, a dirla tutta, mai lontano dal classico pattern di colori legato al leggendario di turno. I titoli Let’s Go presentano semplicemente copertine deludenti in un brand che non ha mai eccelso in questo campo. E a costo di risultare ripetitivo, devo citare nuovamente The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Super Mario Odyssey e Xenoblade Chronicles 2, non per caso pietre miliari del progetto Switch.

L’art style è stato criticato in quanto considerato una regressione rispetto a Pokémon Ultrasole e Ultraluna. Già. Quei “capolavori indiscussi” di Ultrasole e Ultraluna. Tralasciando l’improbabile paragone, vorrei invece concentrare l’attenzione sulla bellezza, finora mai espressa in un gioco Pokémon, dei colori. Il progetto Let’s Go è vivo, allegro e caratteristico. Mai dei colori così accesi si erano imposti sull’ambiente di gioco, convincendo pienamente il mio giudizio.

Carrozza 2 – Overworld

Finalmente, dopo anni di attesa e timidi tentativi, il brand ha deciso ufficialmente di introdurre il sistema overworld. I mostriciattoli tascabili non saranno solo fedeli compagni di viaggio accanto a noi (con proporzioni fedeli, elemento da non sottovalutare), ma saranno addirittura parte integrante e visibile dell’ambiente, rendendo l’esperienza di gioco ancora più realistica e accattivante. È vero, la mappa strutturata in griglia è opinabile. È vero, il protagonista è palesemente un Nendoroid. Tuttavia, sarebbe stato fin troppo pretenzioso aspettarsi il capolavoro (2019?) subito dopo i difettosi giochi di sesta e settima generazione. Tornerò a parlare di questo punto nello specifico con la carrozza 5.

Carrozza 3 – Kanto

“Oh no, ancora Kanto”.

Questa frase è attualmente quotata a zero, tanto ne è stato abusato l’utilizzo. La storica regione di prima generazione è stata infatti confermata da Junichi Masuda come “una versione molto fedele a quella di Pokémon Giallo”. Tradotto: sarà difficile trovare modifiche significative della mappa. E ne sono contento. Se dovessi scegliere tra una Kanto rivisitata con Biancavilla sottomarina o una regione inedita nel 2019, opterei senza dubbio né rimorso su quest’ultima opzione. Kanto è affascinante e non necessita modifiche così come ogni altra regione delle seguenti generazioni, proprio perché forte di un’identità consolidata negli anni. Voglio Brock, voglio Misty, voglio Lavandonia e la Grotta Celeste. Se devo tornare a Kanto, voglio tornare nella regione che conosco e amo.

Carrozza 4 – Pokémon GO

Un altro elemento criticato dai sommelier del brand è il “nuovo” sistema di cattura, identico in tutto e per tutto alla meccanica introdotta da Pokémon GO nell’estate del 2016. Ritengo che il pubblico non abbia ricevuto il messaggio di tale mossa, per nulla azzardata ma anzi prevedibile e, personalmente, apprezzabile. Il progetto Let’s Go è fortemente connesso all’applicazione sviluppata da Niantic e ambisce, tra le tante cose, a raggiungere l’obiettivo di avvicinare gli Allenatori che giocano esclusivamente su smartphone. È importante inoltre sottolineare come il battle system non sia stato alterato, mantenendo le classiche battaglie.

Carrozza 5 – Innovazione o Evoluzione?

Torniamo alla carrozza 3, andando più in profondità. Si parla tanto di innovazione, un termine fondamentale per il futuro del brand e al centro del progetto Switch. Termine, tuttavia, ben differente da quelle che sono le vere fondamenta del progetto Let’s Go: evoluzione. È forse possibile ottenere un Charizard da Charmander senza prima passare per Charmeleon? Il principio base del mondo Pokémon ci ha insegnato che l’evoluzione non è un processo immediato ma lento e costante, livello dopo livello, gioco dopo gioco. Credere di poter passare da Ultrasole e Ultraluna a un capolavoro con meccaniche perfette e art style ineccepibile è senza dubbio fin troppo pretenzioso. Let’s Go è un passaggio necessario e positivo, un’evoluzione che ci strizza l’occhio con overworld e co-op in attesa che il nostro Charmeleon metta finalmente le ali nel 2019.

Carrozza 6 – Ottava Generazione

Non temete, l’ottava generazione sta arrivando. Nuova mappa, nuova storia, nuovi personaggi e nuovi Pokémon. Perché siamo ossessionati da questa parola? “Nuovo”. Mi chiedo come si sentano i giocatori di Super Mario che dopo quasi 40 anni ancora cercano di salvare sempre la stessa principessa.

Le informazioni sono ancora poche per condannare questo progetto, mai giudicare un gioco dalla copertina. Di conseguenza, è importante rimanere cauti sia con le critiche sia con gli elogi.

È ormai noto che i due titoli attesi per il 16 novembre non siano il gioco annunciato da Ishihara nel giugno del 2017. Dunque, divertitevi con Pokémon Let’s Go Pikachu e Let’s Go Eevee prendendoli per ciò che sono: un nostalgico viaggio nel tempo pronto a viziarci con le prime potenzialità espresse da Nintendo Switch.

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia

avatar
Di   

se tirifilano la 6 gen. col mapping di 7,non ci siamo. hai slo messo le città mancanti  in alola. e è unalbero lotta in un punto + grande.

avatar
Di   

Questo articolo è buffo perché intende lasciare il messaggio che è sbagliato criticare anticipatamente il gioco, ma criticare è essenzialmente quello che questo articolo fa. La critica per definizione è un giudizio/analisi su un fatto, in maniera positiva o negativa. In questo caso l'articolo sta criticando perché l'autore non si è astenuto da giudizi e considerazioni personali. 

Detto questo, abbiamo materiale a sufficienza per farci già delle idee e abbiamo il diritto di esprimerle senza che qualcuno ci dica che è giusto o sbagliato farlo. 

Io critico negativamente LGPE perché, per quello che si sa, è un gioco con dei limiti (es il numero di Pokémon) e meccaniche diverse (es il metodo di lotta e cattura dei selvatici) da quelle che mi hanno appassionato. Critico positivamente LGPE perché ha una grafica e alcune innovazioni che mi piacciono (es pokemon che ti segue con le proprie dimensioni reali e possibilità di giocare con un amico col secondo joycon). Tuttavia, considerato il prezzo, preferisco aspettare un titolo più completo che valga veramente la spesa. Il passaggio a una nuova console non vuol dire ripartire da zero, ma fornire fin da subito al pubblico il massimo delle potenzialità. Con LGPE non l'hanno fatto, dunque aspetterò il gioco che sfrutterà a pieno le potenzialità di N Switch prima di spendere del prezioso denaro. 

avatar
Di   

Articolo pessimo e che sembra voler propinare queste, che sono indubbiamente opinioni, come fatti, in particolare quando si parla di sesta e settima generazione o per frasi come "le box art non hanno convinto NESSUNO". Adesso risponderò a tutti i punti.

 

Punto 1- A me le box art piacciono e anche tanto, mi sembra che riflettano la grafica semplicistica adottata per questi giochi, e probabilmente è proprio questo lo scopo, perché dubito che siano tali per pigrizia o chissà ché. E anche sulla grafica semplicistica, probabilmente ci sono vari motivi perché è tale. Poi a me le box art di Pokémon in generale mi sono sempre piaciute. L'art style. Come ho già scritto i motivi di questo art style possono essere vari, come il voler dare semplicità nel gameplay e spazio per altre cose, features in questi stessi giochi e spazio per il lavoro dei giochi del 2019, forse. Ultrasole e Ultraluna per me sono giochi meravigliosi. In questo caso, in Let's Go Pikavee nella grafica ci sono stati vari miglioramenti come "downgrades", tra virgolette perché non sono necessariamente dei peggioramenti quanto piuttosto possono essere il risultato del voler dare a questi giochi uno stile diverso. Ad esempio, seppur con uno stile simile alla sesta gen, qui pare che le cose tipo i personaggi saranno più dettagliati, ma al tempo stesso a differenza della sesta non ci saranno cutscenes o varie funzionalità dove la grafica raggiunge il suo picco e che è appunto più avanzata, nello stile. Textures e risoluzione saranno i migliori di sempre ma le animazioni delle mosse in lotta invece, forse anche meno precise di quelle di sesta (quel Blastoise comunque ha probabilmente l'animazione dei cannoni, ma la mossa è impostata per far uscire un solo getto al centro). Poi, "mai lontano dal classico pattern di colori legato al leggendario"; anche questo non vero dato, basta considerare Bianco e Nero.

 

Punto 2- la mappa in griglie e lo stile dei personaggi è probabilmente dovuto a vari motivi, come ho già scritto, uno di questi potrebbe essere un voler dare semplicità al gameplay. Infatti hanno presentato questi giochi come il voler attirare un pubblico ampio come mai prima e dandogli anche una gran semplicità. Una mappa non in griglie è difatto più complessa rispetto ad una in griglie, anche per quanto riguarda il gameplay. "Difettosi giochi di sesta e settima generazione"; assolutamente no. Hanno della mediocrità, ma questo vale per tutte le generazioni, per i miei gusti. La settima e la sesta sono ottime generazioni.

 

Punto 3- assolutamente in disaccordo anche qui. Appunto perché Kanto la si è già vista in questo modo, una Kanto con una super grafica sarebbe ottima, che sia piuttosto fedele o che abbia tante differenze. Apprezzo questo ritorno a Kanto ma al tempo stesso ne voglio uno diverso. Con una super grafica ed epicità.

 

Punto 4- Secondo me la cosa migliore sarebbe, spero succeda già dal gioco del 2019, la classica lotta con i selvatici unita al lancio interattivo della Poké Ball.

 

Punto 5- ancora con sta tiritera su quanto siano brutti Ultrasole e Ultraluna. Ma invece secondo me sono ottimi e anche poi come giochi per 3DS, ma anche considerandoli come videogiochi a sé.

 

Nel complesso comunque sono inizialmente rimasto deluso da questi giochi. Ora come ora apprezzo la loro esistenza, ma rimane il fatto che voglio un gioco su Kanto come ho detto prima. Caratteristiche che poi desidero anche per i giochi a venire. Parlare di "pretendere".. Insomma io non pretendo che GameFreak faccia questo lavoro, ma ci spero e in base al risultato comprerò o meno i loro prodotti. Non pretendo però che loro facciano le cose e nemmeno che le facciano come dico io. Per quanto riguarda il fatto di "non giudicare il gioco dalla copertina" ebbene, sono d'accordo, ma in questo contesto no. Infatti c'è un solo trailer ma questo mostra vari elementi che saranno effettivi per questi giochi, come la grafica, la tanta similiarità alla solita Kanto, il fatto che, considerando questi elementi appena detti e altri come il fatto che non ci saranno nuovi Pokémon se non per uno speciale, che la storia sarà pressocché simile a Giallo da quanto Masuda ha detto, saranno giochi meno innovativi di quelli di sesta e di settima generazione. E dunque, si può eccome farsi già un'idea su questi giochi e di conseguenza dare la propria opinione.

Anche se in un certo senso è relativo il discorso dell'innovazione dal momento che anche il fatto stesso che non ci sono nuovi Pokémon e ci sono solo i primi 151 si può vedere come un'innovazione, anche tipo per il competitivo, oppure per uno che non ha mai giocato a Kanto questi giochi saranno più nuovi, però considerando vari fattori, per me credo che questi giochi siano meno innovativi di quelli su 3DS e considerando anche i tempi in cui si è, come lavora la concorrenza e la console su cui saranno questi titoli. Alla fine del discorso, ripeto che io apprezzo questi titoli, ma una Kanto con super grafica ed epicità (fattori che fino alla settima gen hanno mantenuto per i miei gusti) la voglio e voglio questi fattori anche per Pokémon Switch 2019 e seguenti (seppur dubito un po' su quanto possa essere avanzata la grafica, ma è tutto da vedere).

Per ultimo aggiungo che hai (o avete) scritto che non c'è l'intenzione di denigrare le opinioni altrui, ma il titolo dice "SBAGLIATE a criticare Let's Go", cosa che come ho spiegato non è vera.

avatar
Di   

"Le informazioni sono ancora poche per condannare questo progetto, mai giudicare un gioco dalla copertina. Di conseguenza, è importante rimanere cauti sia con le critiche sia con gli elogi."

Sarebbe bastata questa frase, piuttosto che un intero articolo.

avatar
Di   

lo faranno se  son passati a switch. non credo  che se il prossimo console,se sii una play  5 ridimensionata leggermente, rimanghino  a fiordoropoli  o città draghi di  bw in 3d. eecc  i percorsi. ciperderebbero

avatar
Di   

Sinceramente non vedo il motivo di tutta questa discussione.

Ti piace? Te lo compri!

Non ti piace? Non lo compri!

Ti piace si e no? Lo compri quando lo trovi on offerta!

Le critiche su questo forum non arriveranno per magia alle orecchie della GF, così come gli elogi. Se volete dare un segnale boicottatelo...

avatar
Di   
5 ore fa, Zarxiel ha scritto:

Hanno confermato di no.

Pokémon nuovi, solo UNO.

L'open world te lo sogni.

Non si combattono i selvatici

 

Confermato proprio

Un openworld richiedo tanto tempo per essere realizzato. Vista la svogliatezza di GF credo che ne avremo mai, e in caso contrario lo avremo forse in 9ª generazione. Ma essendo GF svogliata sono più propenso per il mai