1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

Reverie Knights Tactics Recensione: un’avventura fantasy in 2D

Reverie Knights Tactics è un RPG tattico a turni che ci immerge in un mondo in guerra in cui strategia e fantasia fanno da sovrani.

di 
   · 4 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
0

Sviluppato da 40 Giants Entertainment e pubblicato da 1C Entertainment, Reverie Knights Tactics ci immerge in un’avventuroso RPG tattico a turni, ricalcando la strada maestra tracciata dalla saga di King’s Bounty, altro tactical RPG di 1C Entertainment. In un mondo di fantasia dilaniato dalla guerra, il destino del regno e dei propri cari è nelle nostre mani. Con un’accattivante grafica in stile visual novel, Reverie Knights Tacticts si presenta come combinazione ideali per gli amanti del genere fantasy e dei giochi di ruolo particolarmente strategici.

Un RPG a turni che brilla nelle battaglie

In un regno di fantasia, vestiremo i panni di Aurora che, assieme ad un gruppo di avventurieri, lotterà per salvare l’antica città elfica Lénnorien dai goblin. Questi ultimi, cacciati dal regno diverse generazioni fa, diedero inizio a una sanguinaria guerra contro gli elfi che ebbe conclusione nell’improvvisa cattura della principessa Tanya e nella conquista di Lénnorien, corrotta e ribattezzata dai goblin come Rarnaakk. Attraverso questo mondo fantastico, disegnato interamente a mano, incontreremo nuovi alleati dalle abilità speciali e distinte pronti ad aiutarci nella nostra impresa.

Prima di iniziare la nostra avventura ci viene chiesto di scegliere tra la normale modalità di gioco e la modalità storia, che presenta battaglie più semplici per coloro che desiderano apprezzare maggiormente la trama. Si tratta sicuramente di un’opzione apprezzabile, in quanto si adegua a come il giocatore desidera affacciarsi al gioco.

Reverie Knights Tactics ha il suo punto forte nelle battaglie a turni. Quest’ultime hanno luogo su una griglia isometrica e si basano su varie fasi. Dopo aver posizionato le truppe, dovremo infatti escogitare la miglior strategia di attacco e difesa basandoci su fattori quali il punto della griglia in cui eventualmente muoverci, l’abilità da usare, se utilizzare o meno uno strumento e in che direzione puntare il personaggio alla fine del turno.

Azioni quali muoversi, usare strumenti o abilità richiede punti azione che i personaggi hanno in quantità limitata per turno. Perciò, spesso e volentieri bisognerà pensare a quale azione convenga maggiormente eseguire. Inoltre gli elementi dello scenario influenzeranno a loro volta le sorti del combattimento, diventando in alcuni casi gli aghi della bilancia dell’esito della battaglia. Infine è essenziale predire le mosse dell’avversario proprio come se si giocasse agli scacchi. Tutti questi elementi messi insieme rendono i combattimenti estremamente stimolanti dal punto di vista strategico.

Tuttavia, nella modalità di gioco normale, alcune battaglie tendono a risultare sbilanciate, e costringono il giocatore a ripetere il livello cercando l’unica strategia vincente che non sempre è la più intuitiva. Una patch annunciata dal team di sviluppo, disponibile al momento del lancio, promette tuttavia di risolvere questo aspetto.

Scegli il tuo destino

A rendere più interattivo il gioco è la presenza di scelte che andranno ad influire sul percorso della nostra avventura. Andando avanti dovremo infatti decidere risposte o azioni che modificheranno l’evolversi della storia e il modo in cui veniamo visti dagli altri personaggi. Il tutto aumenta la longevità del prodotto che dovrà essere rigiocato per poter conoscere tutte le possibili trame e alterazioni. Tuttavia, la presenza di numerosi dialoghi susseguiti quasi esclusivamente da battaglie a volte abbastanza simili tra loro tende alla lunga a risultare tedioso e soprattutto a spingere il giocatore a saltare tali dialoghi per andare direttamente alle battaglie, che restano comunque il fulcro di intrattenimento del gioco. Inoltre, data la mancanza della lingua italiana selezionabile, i numerosi dialoghi diventano ancora più sconvenienti per coloro che non masticano quantomeno la lingua inglese.

Un’avventura in stile romanzo visivo

Ciò che colpisce dal primo momento è senza dubbio l’aspetto grafico. Lo stile visual novel 2D interamente realizzato a mano ben si sposa con l’ambientazione fantasy della trama ed evidenzia una certa attenzione ai dettagli. La grafica risulta perciò spesso e volentieri più accattivante e gratificante del comparto sonoro, con musiche che per quanto richiamino lo stile stile generale risultano talvolta ripetitive e alquanto banali.

Ideato per varie console, Reverie Knights Tactics ha la sfortuna di non sfruttare a pieno le potenzialità di Nintendo Switch quali l’uso del touch screen in modalità portatile o di particolari interazioni ottenibili tramite Joy-con. Reverie Knights Tactics si presenta quindi come un RPG a turni dall’interessante comparto visivo che, per quando pecchi in alcuni punti nel comparto sonoro e nel soverchiante numero di dialoghi, risulta particolarmente apprezzabile per gli amanti del genere fantasy e dei giochi spiccatamente strategici.

Voto: 7.5

Pro
Battaglie strategicamente stimolanti
Grafica in stile visual novel
Diverse trame giocabili
Contro
Colonna sonora poco originale
Mancanza di lingua italiana
Dialoghi eccessivi

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

Indie Nintendo Switch rpg

Promozioni

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia