1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

Life is Strange True Colors, Recensione: un’esplosione di emozioni

Dopo mesi di attesa, Life is Strange: True Colors approda su Nintendo Switch, pronto a regalarci un’incredibile quantità di forti emozioni.

di 
   · 5 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
2

Arriva su Nintendo Switch il terzo capitolo della serie principale di Life is Strange, la saga conosciuta per lo spiccato senso narrativo e le storie che fungono da sfondo dell’avventura grafica in cui immergersi. Sviluppato da Deck Nine Games e pubblicato da Square Enix, Life is Strange: True Colors ha subito dei rallentamenti nell’uscita per alcune console. Per quella della Grande N, infatti, il titolo è stato pubblicato solo in versione digitale il 7 dicembre, ben tre mesi dopo rispetto a quello per le altre piattaforme. Quella fisica sarà disponibile dal 25 febbraio 2022.

Alex, speciale ed emotiva

Orfana e separata dal fratello maggiore sin da piccola, Alex Chan è stata spostata da famiglia a famiglia, sperando di trovarne una che l’amasse, senza risultati. Dopo otto anni riesce a mettersi in contatto con Gabe, il fratello, che non ha mai smesso di cercarla. Passano mesi ma finalmente riesce a convincerla: Alex andrà a vivere a Haven Springs, in Colorado, da lui.

Nonostante l’emozione e l’impazienza di correre dal fratellone, Alex è terrorizzata che il suo potere misterioso possa avere la meglio anche nella nuova città, impedendole di fare ciò che desidera da tempo: cancellare il suo passato e ricominciare la propria vita. Senza saperne il motivo, da bambina riusciva a percepire le emozioni delle persone che le stavano attorno, causandole problemi psicologici a causa del coinvolgimento emotivo in cui si trovava. Questo potere si è protratto nel tempo, peggiorando sempre di più. Nonostante gli anni in terapia e i medicinali assunti, nulla ha permesso un miglioramento nella ragazza.

Life is Strange

Arrivata in Colorado, Alex inizia a sentirsi finalmente a casa. Gli amici del fratello la mettono a suo agio, rendendosi disponibili e amichevoli nei confronti di una ragazzina che ha sempre avuto problemi a relazionarsi con le persone. Ma, nel quadro idilliaco di Haven Springs, una tragica e misteriosa disgrazia frantumerà il cuore della ragazza e di tutti gli abitanti della città. Il compito di Alex sarà quello di scoprire quale siano state le cause dell’incidente e riuscirà solo grazie al suo speciale potere emotivo.

Com’è solito nei titoli della saga di Life is Strange, i personaggi e lo sfondo rendono il gioco incredibilmente coinvolgente e realistico, seppur con elementi sovrannaturali. Non affezionarsi agli abitanti di Haven Springs è impossibile, durante le diverse ore di gioco si imparerà ad amarli e apprezzarli, anche quelli che, a primo impatto, non suscitano impressioni iniziali positive. Inoltre, in True Colors, fa la sua comparsa un personaggio già introdotto in precedenza: Steph, direttamente da Before The Storm, lo spin-off del primissimo titolo della saga.

Life is Strange

Le scelte: decisive o futili?

Ciò che caratterizza il nuovo titolo e i suoi predecessori è la possibilità di immergersi nel protagonista della storia, prendendo delle scelte che influenzeranno il corso degli eventi e delle relazioni interpersonali con gli altri personaggi. Ma sono davvero decisive per il flusso della narrazione?

Sostanzialmente no, ciò che realmente si riscontra è una svolta nei discorsi con gli abitanti della città, con i quali si può avere un rapporto più o meno stretto rispetto alle battute dette e le decisioni prese. Grandi e fondamentali scelte, dunque, non caratterizzano il titolo, come invece è stato nei giochi precedenti della saga.

True Colors

La vera innovazione del titolo è l’espressività dei personaggi. In un gioco in cui dominano le emozioni, mettersi nei panni di una ragazza e entrare in contatto con persone le cui emozioni sono facilmente intuibili dona al gioco un tocco cinematografico. Non è necessario che vi sia uno scambio di battute, poiché in Life is Strange: True Colors anche il silenzio parla. Le emozioni, i sentimenti, le passioni sono visibili nel volto del personaggi e questo è ciò che rende il titolo vincente.

La storia principale tiene occupati i giocatori per almeno dieci ore di gioco, considerandone un paio per ogni capitolo, che in tutto sono cinque. Ma, si sa, il tempo è relativo. L’esplorazione della città, l’immersione nel pensieri più intimi di Alex attraverso il suo diario, i “momenti zen” in cui la ragazza si perde nei propri pensieri regalano ulteriori modi interattivi di passare il tempo in gioco.

True Colors

Musica accompagnatrice e grafica tradizionale

In quanto amante della chitarra, la musica è un’importante accompagnatrice nella storia di Alex. Le colonne sonore variano in base alle situazioni, adattandosi a queste e amplificando, ancor di più, i sentimenti provati dai personaggi. D’altronde, l’importanza dell’accompagnamento musicale nell’intera saga Life is Strange è sempre stata elevata.

Anche lo stile grafico resta coerente con i titoli precedenti, nonostante siano evidenti le migliorie estetiche, che rendono il gioco più pulito ed esteticamente migliore. Un problema riscontrato, però, riguarda alcuni bug visivi su N. A volte gli oggetti non vengono messi bene a fuoco e quindi rendono complicata la loro visualizzazione.

Life is strange

La console Nintendo Switch è solo una delle tante in cui è possibile provare il titolo, ma, di fatto, non vi è alcuna sostanziale differenza. L’esperienza di gioco non cambia se si utilizza la modalità portatile o se si collega la console al dock, ma è comunque consigliata la seconda per avere una visuale completa e ampia. Il pulsante R della Nintendo Switch permette di cambiare prospettiva, ma questo potrebbe risultare scomodo a volte vista la sensibilità del tasto.

Come tutti i titoli Life is Strange, anche questo è in inglese e con i sottotitoli in italiano, la cui grandezza è modificabile. Prestare attenzione ai dialoghi è, inevitabilmente, fondamentale per giocare al titolo.

Conclusioni

Life is Strange: True Colors si dimostra un ottimo successore di due grandi titoli della saga, mantenendo alto il nome della serie… o, addirittura, alzandolo. L’espressività che caratterizza i personaggi rende ancora più speciale l’esperienza di gioco, già di per sé coinvolgente. Disponibile su Nintendo eShop a 59,99€, il titolo regala forti emozioni condizionate dalle scelte compiute da ognuno di noi.

Voto: 9

Pro
Totale coinvolgimento emotivo
Narrazione appassionante
Coerenza con i titoli percedenti
Espressività e trasparenza dei personaggi
Contro
Piccoli bug grafici
A tratti scomodo l’uso del tasto R per cambiare visuale

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

avventura grafica Life is Strange Square Enix

Promozioni

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia