1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

Apex Legends, Recensione: come funziona su Nintendo Switch?

Apex Legends, recensione del battle royale free to play di Respawn ed EA Games approdato su Nintendo Switch grazie a Panic Button.

di 
   · 5 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
0

Finalmente, dopo ben 8 stagioni di gioco, è arrivato l’acclamato Apex Legends anche su Nintendo Switch, il battle royale di Respawn ed EA Games che anni fa innovò il genere. La trasposizione sulla console ibrida è stata affidata alla veterana dei porting Panic Button, ma ce l’avrà fatta lo studio a portare il carisma e l’energia di questo gioco anche su questa piattaforma nonostante le limitazioni tecniche e grafiche?

Prima di capire come si adatta Apex Legends su Nintendo Switch, cerchiamo di spiegare a chi non conoscesse questo gioco free-to-play cosa può trovare in un battle royale del genere. Per i veterani di Apex Legends: potete saltare direttamente al prossimo capitolo.

Cos’è Apex Legends?

Ormai due anni fa, in piena febbre Fortnite, lo studio di sviluppo Respawn, che in quel momento aveva dato prova di sé con Titanfall e Titanfall 2, si affacciò sull’inflazionato mercato dei battle royale con una soluzione innovativa: Apex Legends, un free-to-play a squadre di tre giocatori dove ogni personaggio – mercenario o criminale che sia – ha particolari abilità speciali che influiscono nel gameplay.

I giocatori si affrontano all’interno di un’ampia mappa che cambia periodicamente col passare delle stagioni come insegna la scuola Fortnite – e dove una cupola di energia restringe sempre di più il terreno di gioco col passare del tempo – come insegna la scuola PlayerUnknown Battlegrounds (per gli amici PUBG).

La particolarità di Apex Legends è proprio la varietà dei personaggi: come in giochi online quali League of Legends, le abilità di ogni avatar forniscono diverse opportunità di gioco, specializzando i giocatori nel supporto, nella difesa, nella distanza o nell’assalto frontale. Inoltre, essendo una squadra formata da massimo 3 giocatori, la combinazione di questi 3 personaggi può fare un’enorme differenza nelle strategie di gioco.

Mirage, come suggerisce il suo stesso nome, può nascondersi per un periodo limitato di tempo, Gibraltar quando mira è protetto da uno scudo, Lifeline può evocare capsule di supporto con nuovi equipaggiamenti, Pathfinder può installare delle funi sulle quali i giocatori possono viaggiare più velocemente da un punto A a un punto B, e potremmo continuare per chissà quanto tempo visto che in questi due anni si sono aggiunti tantissimi personaggi al roster di Apex Legends.

Apex Legends su Nintendo Switch: drop sulla mappa

Il tutto è poi sostenuto da un gameplay fluido, divertente e frenetico in prima persona, dove ovviamente la capacità, l’esperienza e la mira dei giocatori fa la maggiore differenza. Un altro dei motivi per cui Apex Legends è così caratteristico, è la possibilità di resuscitare i propri compagni di squadra: ciò vuol dire che la partita di un singolo giocatore non finisce mai alla sua morte isolata.

Il porting su Nintendo Switch

Veniamo adesso all’arrivo di Apex Legends su Nintendo Switch: come funziona questo porting? Approdato sulla console ibrida lo scorso 9 marzo, il comparto tecnico del battle royale sembra comportarsi bene, ma non benissimo. Per quanto possa sembrare labile questa distinzione, in realtà è importante perché in giochi competitivi come Apex Legends potrebbe fare tutta la differenza del mondo se siete giocatori esigenti.

Ovviamente l’hardware di Nintendo Switch non è in grado di supportare la ricercatezza tecnica di un gioco del genere, quindi c’era da aspettarsi che Panic Button calasse la qualità degli asset di gioco oltre che il framerate che passa dai 60fps originali ai 30fps a 720p in modalità docked e 576p in modalità portatile e tabletop.

Apex Legends su Switch: una partita

Intendiamoci, è già un miracolo che Apex Legends giri su Nintendo Switch, e per questo motivo bisogna dare solo merito a Panic Button. Ma l’abbassamento delle prestazioni, purtroppo, influisce molto per chi cerca esperienze competitive: tra i problemi maggiori c’è qualche frame drop in situazioni concitate e alcuni personaggi non sono distinguibili in lontananza.

Se invece cercate un’esperienza di gioco casual o una partita in totale relax, allora il porting di Apex Legends ha tutto un altro punto di vista: il gameplay del battle royale in fin dei conti resta immutato dal resto delle altre piattaforme, e la sensazione generale è quella di trovarsi un altro valido gioco Tripla A su Nintendo Switch. Per un’analisi più approfondita del lato tecnico di questo porting, cliccate qui.

Un compromesso

Apex Legends è su Nintendo Switch. Questa frase già da sola dovrebbe sorprendervi perché trovarvi un titolo del genere su una console portatile che non ha un hardware molto prestante è già di per sé un miracolo della tecnologia.

Apex Legends: filmato introduttivo della stagione 8

Va da sé che l’entità del porting ha comportato menomazioni tecniche necessarie a far funzionare Apex Legends sulla piattaforma ibrida, il che significa che se cercate di giocare competitivamente potreste trovare il comparto tecnico limitante per le vostre esigenze. Se invece affrontate il gioco su Switch come un’esperienza casual, da assecondare nei momenti di relax, allora trovarsi un gioco del genere in tasca ha tutto un altro sapore. Se avete un Gamepad Pro, il suo utilizzo è più che consigliato rispetto ai Joy-Con.

Discutibile la scelta di implementare il cross-play con le altre piattaforme senza però poter condividere acquisti e avanzamenti delle statistiche. Pur avendo utilizzato il mio account di Origin sul quale ho i miei elementi cosmetici, le mie skin e i miei personaggi sbloccati a cui sono affezionato, non ho potuto usufruirne. Certo, lo sblocco automatico dei livelli di avanzamento della stagione aiuta dato che siamo nel bel mezzo della season 8, ma comunque questa scelta lascia un retrogusto amaro per chi ha iniziato le sue scorribande in Apex Legends prima dell’arrivo su Nintendo Switch.

Ricordiamo che il gioco è free-to-play, potete scaricarlo gratis a patto di avere sufficiente spazio disponibile sulla vostra console. Per questo motivo vi rimandiamo al nostro articolo sulle schede SD che potrebbero tornarvi utili sia per Apex Legends che per altri giochi che volete prendere in digitale.

Voto: 7.5

Pro
Fa molto piacere avere Apex anche su Switch
Gameplay sempre fluido anche su console ibrida
Cross-play
Contro
Cross-play ma niente condivisione del profilo su altre piattaforme??
Problemi di performance, gravi solo per partite competitive

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

Apex Legends Electronic Arts Nintendo Switch

Offerte Instant Gaming 🔥

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia