1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

Surgeon Simulator 2, Recensione: medici mancini alla riscossa

Immaginate di trovarvi intrappolati in un’immensa clinica con una sola mano a disposizione, persino un po’ impacciata, e di dover operare senza alcuna preparazione professionale: l’ironico e surreale simulatore medico che ha conquistato milioni di giocatori nel lontano 2013 torna con Surgeon Simulator 2 in una veste completamente nuova, pensata per unire la community e […]

di 
   · 6 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
1

Immaginate di trovarvi intrappolati in un’immensa clinica con una sola mano a disposizione, persino un po’ impacciata, e di dover operare senza alcuna preparazione professionale: l’ironico e surreale simulatore medico che ha conquistato milioni di giocatori nel lontano 2013 torna con Surgeon Simulator 2 in una veste completamente nuova, pensata per unire la community e divertire giovani e adulti.

I londinesi Bossa Studios – creatori di altri successi quali I am Bread e Monstermind – ci presentano questo nuovo titolo che fa un passo indietro rispetto al precedente capitolo per quanto riguarda il realismo dell’anatomia umana, a favore di un contesto più ampio e caricaturale che si addice perfettamente alla verve comica del gioco. Surgeon Simulator 2 è disponibile dal 27 agosto su Epic Games al prezzo di 20,99€, ma abbiamo anche avuto il piacere di provare la closed beta che già forniva una ricca idea di quello che sarebbe stato il gioco al lancio e della quale vi abbiamo parlato in un articolo precedente; vediamo cosa rende la versione completa di Surgeon Simulator 2 un titolo da provare da soli o in compagnia.

Un buon medico dev’essere… paziente

Anni di studio, lauree, specializzazioni, tirocini? Dimenticatevene, aspiranti dottori! Riuscireste a operare persino con una mano sola in Surgeon Simulator 2 (e infatti è proprio ciò che succede). Lanciatevi a tutta velocità verso la prossima operazione, cercate il vostro paziente Bob, consultate lo scanner per tenere d’occhio i parametri vitali e andate alla folle ricerca di tutto ciò che vi servirà per evitare la morte per dissanguamento della vostra cavia. Utilizzate gli attrezzi giusti per limitare i danni e gestite le siringhe a vostra disposizione: le gialle bloccheranno l’emorragia in corso, mentre le rosse serviranno a reintegrare il livello di sangue.

Surgeon Simulator 2
Giusto il tempo di andare a recuperare i suoi nuovi organi dal pavimento di un seminterrato polveroso e sono subito da lei, Sig. Bob

La particolarità di questo nuovo Surgeon Simulator risiede soprattutto nel contesto nel quale saremo catapultati: ogni livello richiede una buona preparazione della sala operatoria prima di proseguire coi trapianti, tra porte bloccate, grate e condotti da esplorare, trampolini per raggiungere piani superiori , botole, interruttori e chi più ne ha più ne metta! Nonostante il gioco non si incentri sulla trama, è una bella sorpresa scoprire i misteriosi retroscena di questo strano ospedale proseguendo con i capitoli a difficoltà progressiva della campagna principale e ascoltando le voci di personaggi fuori campo che porteranno piano piano allo scoperto tutti i segreti del luogo.

Rispetto alla demo che avevamo provato, sembra sia stata migliorata la fisica di alcuni oggetti che ora rispondono al loro effettivo peso (come alcuni mobili che sembravano troppo leggeri prima del lancio ufficiale) o le grate che si sono mostrate meno prone a incastrarsi ovunque. In generale, i comandi della nostra unica mano sinistra si rivelano sempre assurdi e difficili da gestire, caratteristica iconica del gioco che rende il gameplay incredibilmente divertente e talvolta inaspettato. Alcuni livelli richiederanno poi estrema pazienza nel ricercare tutti i componenti necessari a riassemblare Bob, attivando interruttori e meccanismi di ogni genere per racimolare tutto il materiale necessario all’operazione.

Medicina alternativa

Stufi dei soliti interventi? Ci pensano i vostri stessi colleghi a distrarvi dal lavoro con qualche livello creato nei Bossa Labs. In questa Modalità Creativa potrete dilettarvi a essere non solo medici, ma anche architetti e ingegneri: avrete a disposizione tutti gli elementi del gioco, le texture, i colori, gli oggetti e qualunque altro strumento utile alla realizzazione dei vostri livelli personalizzati che potranno poi essere caricati online e giocati da chiunque. Qui risiede l’enorme potenziale di Surgeon Simulator 2 che con l’aiuto dei fan raggiunge un’incredibile longevità; apprezzata l’introduzione di ben 15 video tutorial per la creazione dei livelli che rendono questo strumento più accessibile a tutti.

Le partite veloci potranno essere giocate seguendo un ordine casuale o creando una lista nell’apposito menù – processo reso più semplice grazie a un sistema di filtri per la ricerca dei livelli creati dalla community. Saranno soprattutto queste sessioni di gioco a fornirci i punti esperienza necessari a salire di livello durante la stagione in corso, così da ottenere premi esclusivi e limitati.

Salendo di livello, sarà possibile ottenere outfit e accessori per il nostro avatar, selezionabile tra 4 pre-impostati (non ci separeremo mai più dal nostro amico orsetto, da ora in poi sempre legato al nostro indice). Apprezzabile la scelta inclusiva delle diverse carnagioni dei personaggi, anche se sarebbe stata gradita una personalizzazione completa dei connotati. Non vi è altrettanta libertà di scelta nell’aspetto del paziente Bob: Bob, solo Bob, sempre. Seppur legata agli sviluppi della trama, questa decisione risulta monotona alla lunga e si distacca da quella che era la direzione presa dal capitolo precedente che vedeva invece alieni e altri strani pazienti far visita al nostro ambulatorio.

Chi ha lasciato l’aorta aperta?

Se i livelli richiedono troppo tempo o la monotonia inizia a farsi sentire, giocare con gli amici per avere “una mano” in più potrebbe essere un’ottima soluzione! Surgeon Simulator 2 sembra puntare tutto sull’esperienza cooperativa che, in effetti, permette al gioco di esprimere il proprio potenziale al massimo: non solo sarà possibile migliorare i propri tempi e sbloccare nuovi elementi per la personalizzazione dell’avatar, ma anche interagire con gli scenari e gli oggetti dei vari livelli garantirà momenti inaspettatamente comici.

Lanciarsi budini come frisbee, lasciare paperelle di gomma nel torso cavo del povero Bob o persino penalizzare i propri compagni per rendergli l’impresa più ardua e avvincente… di certo quest’ultima idea può risultare simpatica ogni tanto all’interno di un gruppo di amici, ma nel momento in cui si gioca online con sconosciuti è un fattore di rischio che può rovinare l’esperienza di gioco. Ci è capitato di perdere il primo (semplicissimo) livello per colpa di un giocatore che si divertiva a staccare a mani nude gli arti del paziente, provocando gravi emorragie che portano inevitabilmente alla sconfitta. Se ciò si fosse verificato verso la fine di un livello particolarmente lungo e complesso – come ve ne sono proseguendo nella storia -, probabilmente ci avrebbe portati all’esasperazione totale. Questo discorso comunque vale per quelle sporadiche volte in cui si viene effettivamente abbinati ad altri giocatori, evento più unico che raro che mostra evidenti problemi con il matchmaking. Un vero peccato considerata la natura prevalentemente co-op del gioco.

La lunghezza dei livelli non è da sottovalutare: si va dai 10 minuti circa dei primi stage fino ai 40 dei successivi! Il tutto va ovviamente proporzionato all’abilità del giocatore, al suo grado di prudenza e alla presenza di eventuali aiutanti. In ogni caso, il menù di pausa non blocca automaticamente il cronometro, rendendo le sessioni di gioco particolarmente intense e a volte frustranti. Alcuni bug potrebbero interferire con il superamento dei livelli, sia quelli della campagna principale sia quelli creati dalla community (anzi, questi ultimi ne sono particolarmente colpiti). Tra i bug ricorrenti vi è anche quello del tasto “Riavvia livello” che talvolta non svolge il proprio incarico, ma salta direttamente allo stage successivo.

Col cuore in mano

Di sicuro Surgeon Simulator 2 si posiziona a un livello superiore del suo predecessore, espandendosi a un’intero ospedale da esplorare e mettere a soqquadro, ma non resta privo di “effetti collaterali”. Speriamo che in futuro i problemi di matchmaking, i bug e i glitch vengano corretti così da garantire un’esperienza di gioco molto più godibile. Data la disponibilità del primo Surgeon Simulator su una vasta gamma di piattaforme tra le quali Nintendo Switch, potremmo aspettarci la stessa diffusione anche per questo secondo capitolo, che ben vedremmo su console e chissà, magari anche in VR, tecnologia che potrebbe davvero dare una marcia in più a questo titolo.

Surgeon Simulator 2

Voto: 7.5

Pro
Unisce Escape Room e Simulazione
Adatto a un’ampia fascia di giocatori
Editor completo e livelli della community
Il multiplayer raddoppia il divertimento
Contro
Parecchi bug e glitch
Impossibilità di fermare il timer
Operazioni ripetitive
Matchmaking

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

Epic games medicina PC simulazione Surgeon Simulator 2

Promozioni

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia