Nintendo

Nintendo ha bloccato i servizi online di Switch ad alcuni hacker

Ultimamente, diversi giocatori in possesso di Nintendo Switch hanno ricevuto un ban riguardante i servizi online della console ibrida. Si tratta di hacker, puniti da Nintendo per aver tentato di manipolare il sistema operativo della piattaforma.

Uno di questi è l’utente Twitter Shiny Quagsire, che ha affidato al social “cinguettante” la testimonianza della propria diatriba con la Grande N. Il giocatore, nonché esponente della comunità sull’homebrew di Switch, ha raccontato come, mentre cercava di accedere al Nintendo eShop, abbia visto comparire sullo schermo della console un messaggio di errore:

“L’utilizzo dei servizi online su questa console è attualmente limitato da Nintendo.”

L’utente è rimasto interdetto non tanto per il ban in sé, ma perché la console sulla quale è stato effettuato è quella che non ha subito manomissioni da parte del giocatore, come riportato nella didascalia della foto. Questo significa che Nintendo avrebbe identificato e rintracciato il suo account partendo da console hackerate ed esteso il ban a più esemplari.

Le limitazioni dei servizi online menzionate nel messaggio di errore riguardano il Nintendo eShop, la possibilità di giocare online, l’aggiunta di amici e la facoltà di pubblicare post sui social, tutte features rimosse dalla console, a differenza degli aggiornamenti dei giochi e del canale delle news che invece continuano a funzionare normalmente.

In seguito a questo episodio, Shiny Quagsire si è messo in contatto con Nintendo chiedendo di rimuovere il ban, ma la risposta è stata questa:

“Salve, grazie per aver aspettato pazientemente una risposta sulla Sua situazione. Sfortunatamente, date le informazioni da Lei fornite, ci sarà impossibile eliminare le restrizioni dal Suo sistema. Capisco che questo non sia quello che voleva sentire, e apprezzo la Sua comprensione a questo riguardo.”

Nintendo ha quindi cominciato a prendere seri provvedimenti contro il problema dell’hacking, che affliggeva la console ibrida ormai da molto tempo. La speranza è che questo scoraggi eventuali altri hacker dal cercare di irrompere e magari nuocere al sistema operativo di Switch e, più in generale, delle console.

Articolo di Gloria Costanzo

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)