...
Blogger russo in prigione per aver giocato a Pokémon GO in chiesa!

Blogger russo in prigione per aver giocato a Pokémon GO in chiesa!

Metti mi piace!
0 32

Ultimamente non sono mancate le tragedie e le notizie strane e particolari con protagonista l’applicazione del momento, Pokémon GO, ma quanto successo in Russia ha davvero dell’incredibile! Un blogger russo, infatti, è stato condannato a due mesi di prigione per aver giocato all’applicazione di Niantic in una chiesa, e se saranno confermate le accuse il colpevole del reato rischierà fino a 5 anni di reclusione!

chiesa del sangue russia
Chiesa del Sangue, Jekaterinburg

Il blogger si chiama Ruslan Sokolovski: l’11 agosto scorso il ragazzo ha postato un video sul suo canale YouTube, nel quale lo si vede giocare a Pokémon GO nella famosa Chiesa del Sangue di Jekaterinburg, la città più importante nella regione degli Urali.

Una volta entrato, Sokolovski ha giocato per diverso tempo all’applicazione di Niantic col proprio iPhone lungo tutta la cattedrale. Il ragazzo, in seguito all’arresto, si è difeso dalle accuse della polizia con queste semplici parole:

Come posso aver offeso qualcuno semplicemente entrando in chiesa con uno smartphone?

blogger russo
Sokolovski prima di entrare nella chiesa

Gli investigatori, in seguito alle ricerche nell’abitazione del ragazzo, hanno però raccolto diverse prove che collegherebbero il blogger ad incitamento all’odio e ad attacchi contro la libertà di espressione religiosa.

Questa vicenda purtroppo non rappresenta un caso isolato: le forze dell’ordine di tutto il mondo hanno subìto un’impennata di casi analoghi in seguito al lancio della popolarissima applicazione di Niantic, avvenuta nel luglio scorso. Ci sono già stati, infatti, moltissimi casi di crimini, incidenti e truffe con protagonista Pokémon GO in ogni parte del mondo.

sokolovski
Nella foto grande il blogger che gioca in chiesa, nella foto piccola l’arresto

E voi, cosa ne pensate di questo ennesimo caso controverso che riguarda Pokémon GO? Si tratta semplicemente di fumo negli occhi, cioè di notizie balzate agli onori della cronaca per sfruttare l’enorme diffusione dell’applicazione di Niantic, oppure le mappe del gioco dovrebbero escludere a priori determinati luoghi e disattivarsi completamente oltre determinate velocità?

Fateci sapere le vostre opinioni nei commenti!

Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Luca Fassoni
...

Se quanto riportato dagli investigatore corrisponde al vero, credo che il titolo sia alquanto fuorviante: il tizio è stato arrestato mentre giocava a Pokémon GO, non a causa del fatto che stesse giocando...

...

stava cercando Arceus

...
11 minuti fa, Zarxiel ha scritto:

stava cercando Arceus

Ma è passato dalla parte di Giratina. :looksi:

Tocca per altri articoli