pokémon go
pokémon go Giochi

Pokémon GO: ecco tutte le grosse novità in arrivo da Niantic

Sono passati quasi 3 anni dal mitico lancio di Pokémon GO e in Niantic è giunto il tempo di fare bilanci, soprattutto per capire come migliorare l’esperienza di gioco e aumentare la sua sinergia con la serie principale. A tal proposito, i colleghi di Polygon hanno intervistato il product manager di Niantic Matt Slemon, il quale ci ha rivelato non solo che il team di sviluppo ha ampiamente soddisfatto la visione originale del gioco, ma vede un futuro in cui esso si rinnova continuamente. Vediamo cosa ha in serbo per noi Niantic!

Più foto, meno missioni (ma più interessanti)!

Foto GO permette ai giocatori di immortalare i propri compagni di viaggio nelle pose che più preferiscono e di tenere traccia dei propri progressi in maniera carina e divertente!

La prima grande aggiunta di Pokémon GO per il 2019 è stata sicuramente Foto GO, una funzionalità di realtà aumentata che potenzia la funzionalità AR+ già esistente, migliorando gli effetti visivi e rendendo più facile lo scatto delle foto in ogni situazione. Dice Slemon a proposito:

“Questo aiuta ad aumentare la sensazione di controllo nel giocatore, che non dovrà più scegliere di catturare un Pokémon o solo la sua immagine. Non c’è più un costo di opportunità.”

Grazie alle migliorie apportate alle ombre e agli effetti di luce dinamici, inclusi dettagli simpatici come rendere la coda di Charmander una fonte di luce, Foto GO mostra tutto ciò di cui è capace Niantic (e anche di più) in termini di realtà aumentata; Slemon suggerisce anche che vedremo implementata molta più tecnologia avanzata di quel tipo all’interno del gioco, attraverso nuove funzioni future.

Nel frattempo, arriveranno sicuramente dei cambiamenti per le missioni di ricerca speciali: secondo Slemon, all’inizio dell’anno scorso i giocatori si sono trovati un po’ disorientati dall’abbondanza di quest da completare. Per questo motivo, Niantic sta lavorando per rendere le attività future meno numerose, ma più divertenti e memorabili.

“Stiamo cercando di bilanciarne la quantità. Alcune delle ricerche speciali che abbiamo implementato hanno sicuramente un po’ sommerso alcuni dei giocatori occasionali, in quanto si sono ritrovati da un giorno all’altro pieni di compiti da svolgere. Il nostro intento è quello di far sì che le varie quest del gioco non si riducano a semplici liste di cose da fare; quindi  vogliamo fare in modo che il giocatore non ne svolga quattro o cinque contemporaneamente senza poi ricordare per quale quest stesse giocando, o per quale motivo dovesse portare a termine quelle missioni.”

Più sinergia, ma anche con la vita reale!

pokémon go niantic
Niantic punta a rendere l’esperienza di gioco sempre più radicata nella vita reale!

A parere di Slemon, Niantic ha portato e porterà nel mondo mobile molto di più che la sola esperienza al cuore del franchise Pokémon: invece di limitarsi a introdurre quelle caratteristiche familiari della serie su smartphone, lo studio metterà maggiormente a fuoco la commistione dell’esperienza AR con il mondo reale per esplorare nuovi tipi di funzionalità in Pokémon GO.

“Pensiamo di aver realizzato la promessa originale del trailer di lancio in molti modi. Manca ancora qualcosina da mettere a punto – ci aspettiamo di avere qualche rinnovamento, come abbiamo detto, con il lancio del PvP per il sistema di battaglia, tutto per consentire alle persone di competere in modo più efficace, o per trovare gli avversari più facilmente. Prevediamo anche qualche piccola aggiunta alle nostre funzionalità esistenti nel tempo. […] Penso che in futuro vedrete più funzioni che mostrano sempre meglio cosa significa giocare ad un gioco in realtà aumentata nel mondo reale, non solo a un gioco Pokémon. Penso che Abbiamo in serbo per i fan molte cose interessanti quest’anno, e siamo entusiasti di farle.”

Dopo due anni e mezzo, compreso un fortissimo 2018, Pokémon GO è più fiorente che mai. Niantic, nel frattempo, sta già lavorando ad altri progetti, come Harry Potter: Wizards Unite che arriverà quest’anno, e Slemon ci dice che gli insegnamenti appresi dallo studio mentre lavora sull’applicazione Pokémon influenzeranno sicuramente i suoi progetti futuri. Per quanto riguarda il futuro di Pokémon GO, lo studio ha un piano quinquennale di migliorie da apportare, ma non è di certo scritto col sangue:

“Abbiamo una visione a lungo termine per quello che vorremmo fosse il gioco tra cinque anni, ma siamo ancora molto aperti a trovare idee migliori lungo la strada; se necessario, siamo disposti anche a cambiare la nostra tabella di marcia.”

Non ci resta, quindi, che attendere buone nuove da quartier generale di Niantic, e non mancheranno i nostri puntiali aggiornamenti a riguardo. Restate sintonizzati!

Articolo di Laura Valentini

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)