...

Cortometraggio 04 - Il nascondino di Pikachu

Cortometraggio 04 - Il nascondino di Pikachu

Informazioni generali:

 

cortometraggio_04_logo

 

Il cortometraggio 04 – Il nascondino di Pikachu è stato trasmesso insieme al quarto film “Pokémon 4ever” per la prima volta nei cinema nipponici il 7 luglio 2001 e negli Stati Uniti il 18 marzo 2003. In Italia è stato distribuito per la prima volta il 5 marzo 2004.

 

Trama:

 

Il cortometraggio inizia con Pikachu e Togepi che giocano in riva al mare insieme ai loro amici. Togepi, come al solito, si dimostra un gran giocherellone e quando nota un gruppo di Corsola non esita a imitarli entrando in acqua. Pikachu lo chiama a gran voce, ma a un certo punto Togepi viene lanciato in aria da un getto d’acqua di Wailmer, che lo catapulta su uno Yanma. Quest’ultimo si dirige verso una casa della spiaggia e Pikachu e Togepi decidono di seguirlo.
Il giardino della casa è sorvegliato da un Kecleon, un Granbull e un Larvitar, con quest’ultimo di guardia. Questi Pokémon sono molto meticolosi: è loro premura, infatti, aggiustare qualsiasi cosa fuori posto, come una sedia da pic-nic caduta e un paio di rocce situate in malo modo. All’improvviso sbucano fuori da un cespuglio Pikachu e Togepi, che vanno incontro ai tre Pokémon. Togepi inciampa e mette fuori posto le pietre sistemate da Larvitar, il quale si irrita parecchio. Granbull e Kecleon, invece, fanno amicizia coi due amici pasticcioni. Granbull chiama a gran voce tutti i Pokémon del giardino, ossia Sunflora, Oddish, Sandshrew e Azurill per giocare a nascondino. Larvitar, che non vuole avere a che fare con Pikachu e Togepi, scappa.
Inizia il gioco: Pikachu lancia un bastoncino per decidere chi dovrà fare la conta, e il prescelto è proprio lui. Nel frattempo, ogni Pokémon sceglie un suo nascondiglio.
Terminata la conta, la prima cosa che Pikachu fa è dirigersi nel campo di fiori, nascondiglio sicuramente preferito da Sunflora: Pikachu ci vede giusto e scova il Pokémon Sole. Nel frattempo, fanno la loro comparsa Meowth e Wobbuffet sopra una sorta di tosaerba, che abbandonano in mezzo al campo.
Intanto, Pikachu scova Sandshrew mimetizzato in un muro, e Totodile sotto l’acqua di una fontana. Larvitar dà una mano a Pikachu facendo rotolare Donphan da una piccola collina. Sono stati già quattro i Pokémon scovati! Successivamente, Pikachu si dirige alla casa per scoprire i restanti Pokémon. Togepi si è mimetizzato con un cuscino, mentre Cyndaquil addirittura da focolare in un camino.
La scena si sposta nuovamente fuori: Larvitar tira un calcio a una pietra e centra in pieno il tosaerba, il quale inizia a mettersi in moto e a correre all’impazzata. Pikachu e i suoi amici cercano di fermarlo, ma invano. A un certo punto questi, correndo, raggiungono Meowth e Woubbuffet: il tosaerba li prende in pieno e vengono spediti dentro il camino della casa. Il gruppo di Pikachu, invece, finisce dentro un labirinto. La corsa continua, fino a quando non sopraggiunge Larvitar, che dà una mano al gruppo e spedisce contro un muro il tosaerba. Tuttavia, i guai non sono ancora finiti: il tosaerba sfonda la siepe del labirinto e continua a inseguirli finché, sopraggiunti su un molo, riescono ad evitare il tosaerba e a mandarlo in acqua. Ma neanche stavolta si ferma. Esso, grazie alle sue motoseghe, ritorna sulla terraferma e l’inseguimento continua. Tutti i Pokémon del parco allora si danno da fare per creare un percorso fatto con dei tronchi di legno per dirigere il tosaerba in un vecchio edificio di legno. Stavolta avranno successo: il tosaerba smette di funzionare, e nel parco si organizza una grande festa, alla quale, però, non partecipa Kecleon, nascosto ancora in un vaso di fiori e, quindi, diventando vincitore della prima manche.
Giunge il tramonto, ma il gruppo di amici ancora non è stanco. Comincia, così, una seconda manche di nascondino: stavolta toccherà a Larvitar la conta.

 

Curiosità:

 

  • Questo è il primo cortometraggio di Pikachu che include soltanto un narratore e nessun personaggio umano;
  • Il verso inglese di Oddish è stato ripreso dall’EP137.