1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Rubriche

Splatoon 3, guida per splattatori alle prime armi

Ecco una breve guida dedicata ai neofiti di Splatoon 3, per potersi muovere al meglio all’interno del multigiocatore di questo TPS colorato.

di 
   · 5 min lettura Rubriche
Metti mi piace!
0

Splatoon 3 è approdato finalmente su Nintendo Switch e si è rivelato a tutti gli effetti un vero e proprio successo, riuscendo a vendere in poco meno di tre giorni più di 3 milioni di copie. Tra le varie modalità presenti, sicuramente quella più attraente per i giocatori, nuovi e non, è il multiplayer. Tuttavia, se siete alle prime armi, potrebbe essere un po’ difficoltoso giocare a questa modalità, specialmente se siete da soli e non in un gruppo di amici dove poter coordinare le manovre d’attacco. Ebbene, all’interno di questa breve guida dedicata a Splatoon 3, vi verranno spiegati trucchetti e tattiche per muovervi al meglio nelle partite online che affronterete.

Splattare o non splattare, questo è il dilemma

La serie di Splatoon rispetto agli altri TPS prodotti negli ultimi vent’anni – come per esempio Gears of War – si distingue per il semplice fatto che l’obiettivo principale non è uccidere i propri avversari, bensì si deve colorare il più possibile la mappa di gioco. Per quanto questo aspetto possa risultare scontato, non lo è: colorare tutto il campo di gioco permette in primis di ottenere un vantaggio sul proprio avversario e di dare un supporto ai propri compagni di squadra.

Ma quali tipologie di vantaggi? Innanzitutto per quanto concerne il movimento, poiché questo sarà molto più rapido sfruttando la forma marina degli Octoling e degli Inkling. Parallelamente si potrà ricaricare la propria scorta d’inchiostro, potendo così sparare costantemente e usare i propri oggetti (come per esempio le granate). Di conseguenza come obiettivo primario dovrete colorare – o meglio splattarela parte vicino al vostro punto di respawn, anche perché molti utenti tendono a non inchiostrarla e a gettarsi direttamente nella mischia portando il gruppo a subire a una sonora sconfitta, lasciando che i nemici possano inchiostrare liberamente le porzioni prive di colore.

Successivamente, per quanto riguarda l’inchiostrazione del terreno, questa non deve essere fatta alla rinfusa e deve necessariamente seguire una tattica. Prima di tutto fondamentale sarà l’arma: quelle migliori generalmente sono o i pennelli o le armi a raffica con cadenza elevata (per citarne alcune il Marker, le Repolper duo e lo Splasher). Passando all’atto pratico, per inchiostrare al meglio dovrete lanciare o sparare brevi raffiche di inchiostro, facendole arrivare il più in là possibile. Nel mentre, se la vostra riserva di inchiostro sta per esaurirsi, assumete la vostra forma marina per qualche secondo, così da ricaricare leggermente l’inchiostro e continuare a splattare tutto. Qui di seguito, ecco un video esplicativo per fare più chiarezza su questa parte della guida di Splatoon 3.

Quale modalità giocare?

In Splatoon 3 avrete la possibilità di giocare a un diverso numero di modalità online, alcune però non da subito. Una di quelle iniziali è la mischia mollusca, il cui obiettivo sarà quello di inchiostrare la mappa per prevalere contro gli avversari. Il consiglio principale è quello di colorare prima la parte vicino al vostro respawn e poi andare a colorare le parti più centrali della mappa (per le motivazioni dette nei paragrafi precedenti). Nel momento in cui vi scontrerete con i vostri avversari, fondamentale sarà sfruttare l’inchiostro ai vostri piedi soprattutto per potervi nascondere e sfruttare l’effetto sorpresa. Meglio ancora nel caso in cui riusciate ad attaccarli alle spalle, impedendo loro di avere il tempo di reagire.

I punti migliori da sfruttare saranno generalmente quelli vicino ai punti di raccordo delle mappe, dove sono soliti passare i giocatori. Per questo è consigliabile posizionarsi o dietro a coperture per essere completamente nascosti, oppure vicino a posizioni angolate, di solito poco trafficate. Nel caso in cui veniate scoperti, ingaggiate l’avversario solo se siete sicuri di prevalere nello scontro, altrimenti l’opzione migliore è sfruttare la propria forma marina e divincolarsi.

Passando poi alla altre modalità online che Splatoon 3 ha da offrire, queste si caratterizzano per una vis molto più competitiva e saranno giocabili solo una volta raggiunto il livello 10. Si tratta delle cosiddette partite anarchiche, ovvero degli scontri con obiettivi variabili (per esempio in alcune vi verrà chiesto di colorare una data area o di trasportare una torre nella base avversaria) e che vi permetteranno di ottenere dei punti con cui ricevere ricompense e salire di grado. Anche in questo caso valgono i consigli elargiti nel paragrafo antecedente ed è altamente consigliato giocare a queste solo dopo aver ottenuto una certa padronanza nella mischia mollusca. Inoltre sarebbe meglio giocare assieme a un gruppo, così da poter essere un minimo organizzati.

La strategia da adottare nelle partite dipende proprio dalla modalità: nel caso in cui stiate giocando a zona splat di vitale importanza sarà creare delle vie di inchiostro verso l’area da conquistare, così da permettere ai propri compagni spaunati nella base di poterla raggiungere velocemente. In seguito, dal momento che adiacenti o internamente alla zona splat vi sono dei punti rialzati sarebbe buona cosa sfruttarli: generalmente molti giocatori tendono a gettarsi a capofitto al suo interno, specialmente se stanno perdendo. Utilizzando delle postazioni rialzate aumenterete notevolmente le vostro possibilità di eliminare i vostri avversari, facendo piazza pulita e raggiungendo più facilmente la tabula rasa (ovvero l’eliminazione totale della squadra avversaria).

Dopodiché per quanto concerne torre mobile (dove l’obiettivo primario sarà quello di trasportare una torre verso determinati checkpoint fino ad arrivare alla base avversaria) dovrete colorare il più possibile il percorso che la torre compie per arrivare alla base avversaria, impedendo agli avversari di muoversi velocemente e di ricaricare la loro riserva di inchiostro. D’altro canto così facendo otterrete una mobilità più veloce e una scorta costante di inchiostro per prevalere sui vostri avversari.

Insomma, per quanto il gameplay di questo titolo possa sembrare all’apparenza molto semplice, si può rivelare ostico su alcuni punti da padroneggiare al meglio. Pertanto il consiglio finale è quello di giocare il più possibile, sicché riusciate a entrare all’interno delle meccaniche, comprendendo quali siano le armi e il vestiario migliori da usare, oltre ovviamente alle varie tattiche da mettere in opera durante le vostro partite. Si spera che questa guida di Splatoon 3 sia stata di aiuto a molti, anche solo per risolvere qualche dubbio: dunque, buone mischie mollusche a tutti!

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

Fonte Splatoon 3
Guide Nintendo Switch Splatoon 3

Promozioni

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia