1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Rubriche

PokéQuark: Kyurem, il Drago che può congelare il mondo

Nel diciottesimo appuntamento di PokéQuark facciamo un viaggio nella regione di Unima per analizzare Kyurem, il Pokémon Confine.

di 
   · 7 min lettura Rubriche

La regione di Unima ci ha donato una buona varietà di Pokémon leggendari, ognuno con un design unico e una storia peculiare. Ma soprattutto, la regione di quinta generazione ha introdotto il Trio Tao, formato da tre mostriciattoli di tipo Drago: Reshiram, Zekrom e il Pokémon Confine, di doppio tipo Drago/Ghiaccio: Kyurem. Questa creatura, a differenza degli altri due membri del trio, riesce a distinguersi grazie alle sue caratteristiche particolari, che coinvolgono anche Reshiram e Zekrom.

Bentornati alla nostra rubrica PokéQuark, nella quale analizziamo nel dettaglio le caratteristiche degli amati mostriciattoli tascabili. Nello scorso numero abbiamo parlato di Articuno, il Pokémon leggendario di prima generazione di tipo Ghiaccio/Volante. Stavolta ci spostiamo verso la regione di Unima, alla scoperta delle ispirazioni che potrebbero aver dato vita a Kyurem, il protagonista di Pokémon Nero 2 e Bianco 2.

Kyurem

Kyurem è il Pokémon #646 nel Pokédex Nazionale e non possiede stadi evolutivi. Questa creatura, però, presenta due forme diverse, che richiedono delle fusioni con Reshiram e Zekrom, gli altri due membri del Trio Tao. Queste forme alternative si manifestano quando Kyurem assorbe uno dei due Pokémon attraverso l’Absofusion, un processo nel quale il leggendario si riunisce con gli altri due Draghi leggendari. Infatti, il Pokémon Confine era una volta un’unica cosa con Reshiram e Zekrom: un essere solo mai visto in un gioco della serie. Una volta catturato, le forme di Kyurem possono essere cambiate tramite il Cuneo DNA, che possiede al suo interno i geni del Pokémon Bianco Verità e del Pokémon Nero Ideale.

Nella sua forma originale, il temibile leggendario è atterrato sulla terra nella Fossa Gigante, a Unima, ed è quindi considerato un Pokémon extraterrestre. L’habitat di Kyurem è diventato quel posto, che difende da chiunque osi avvicinarsi a esso. Il Pokémon Drago/Ghiaccio aspetta il momento in cui la Verità e gli Ideali gli vengano riportati da un nobile eroe, così come riportato nella sua voce del Pokédex in Pokémon Nero 2 e Bianco 2. Si dice che il suo potere sia più forte di quello di Reshiram e Zekrom, ma che sia congelato nel suo corpo da esso stesso, così da poter stabilizzare la propria struttura cellulare, cosa che può essere scoperta nel Pokédex di Pokémon Spada e Scudo. La sua mossa esclusiva è Gelamondo.

Il colore principale di Kyurem è il grigio e grandi parti del suo corpo, testa, ali, spalle e coda sono congelate dal suo stesso sospiro gelato. I suoi occhi sono gialli e vuoti e, curiosamente, non hanno le pupille. La creatura ha naturalmente delle sembianze che ricordano un drago e la sua incompletezza può essere notata attraverso alcune parti del suo corpo, che sembrano danneggiate, come se avesse lottato in precedenza procurandosi gravi ferite. Le sue due forme alternative lo vedono cambiare, mantenendo alcune delle sue caratteristiche ma allo stesso tempo assumendo le sembianze e i colori di Reshiram e Zekrom.

L’incontro con Kyurem nella Fossa Gigante

Le sue due forme

Kyurem Nero

Al colore grigio di Kyurem si aggiungono il nero, se questo è fuso a Zekrom, e il bianco, se fuso a Reshiram. Anche la sua postura cambia e, se prima si reggeva sulle zampe posteriori, adesso può essere visto in una posizione più eretta. Kyurem Nero ha delle braccia possenti e più lunghe, con una coda che ricorda quella di Zekrom. Anche la testa diventa molto simile a quella del Pokémon Nero Ideale, accompagnata dal ghiaccio di Kyurem che rimane presente anche sulle spalle, sul braccio e sull’ala sinistra. Gli occhi, essendo prima completamente gialli, presentano delle iridi azzurre.

Nella versione Kyurem Nero Potenziato, forma aggiuntiva che può essere raggiunta da entrambe le fusioni, sia nera che bianca, dei “cavi” escono dalla parte posteriore delle spalle, andando a connettersi con la coda. In questo modo, il Pokémon Confine infonde l’elettricità di Zekrom nel suo corpo, facendo colorare parte delle sue braccia e della coda di un blu elettrico. In questa forma, Kyurem può usare le mosse Incrotuono, mossa esclusiva di Zekrom, ed Elettrogelo.

Kyurem Bianco

Anche nel caso di Kyurem Bianco, l’aspetto del Pokémon cambia notevolmente. La sua postura diventa simile a quella di Reshiram, condividendo con il mostriciattolo il colore, che si aggiunge al grigio. A differenza dalla forma nera, Kyurem Bianco presenta la metà destra del suo corpo ancora congelata; infatti, si può vedere come la parte destra della testa sia ricoperta di ghiaccio, a differenza di quella sinistra che presenta una chioma bianca come Reshiram. Anche il braccio destro è congelato, così come l’artiglio centrale dei suoi piedi e le punte delle ginocchia. La coda si allunga, prendendo le sembianze di una sorta di motore di un jet.

Kyurem Bianco Potenziato, allo stesso modo della forma nera, presenta dei cavi che vanno a collegarsi alla coda, che questa volta fa prendere ad alcune parti bianche del corpo del Pokémon il colore rosso, segno dell’infusione in Kyurem delle fiamme di Reshiram. Infatti la chioma nella parte sinistra della testa del mostriciattolo diventa in parte rossa, così come il ciuffo di peli che fuoriesce dal braccio sinistro. La coda presenta anche evidenti striature di colore rosso fiammante. Come nella forma nera, Kyurem Bianco può utilizzare delle nuove mosse, cioè Incrofiamma, appresa da Reshiram, e Vampagelida.

Un equilibrio distrutto

Se Reshiram, Zekrom e Kyurem vengono chiamati “Trio Tao” un motivo c’è; infatti, i primi due simboleggiano lo yin e lo yang, prendendo spunto dal Taoismo, che è la religione, la filosofia e lo stile di vita adottato da buona parte della Cina. Ma cosa c’entra con tutto questo Kyurem? Lo yin e lo yang non hanno una terza parte, come sappiamo, sono due metà che si completano, ma ricordiamo che il Pokémon Confine era una volta un tutt’uno con le altre due creature, formando l’equilibrio totale, una completezza di Verità e Ideale. Kyurem, nella sua forma mostrata nei giochi Pokémon, simboleggia la mancanza dello yin e dello yang, cioè la condizione che viene definita wuji.

Wuji, secondo il Taoismo, è ciò che non ha un limite e la parola è formata dai segni wu, “senza”, e ji, “raggiungimento della fine”. Infatti, Kyurem è un Pokémon dal potenziale enorme che però non riesce a esprimere tutto il suo potere, dato che questo si è destabilizzato congelando sé stesso.

Wuji, senza limite

Tra miti e comete

Kyurem potrebbe essere il frutto di più di un animale, ormai estinti al giorno d’oggi, o addirittura di creature leggendarie. La forma di Kyurem potrebbe ricordare quella di un tirannosauro, temibile predatore carnivoro e uno dei teropodi (nome scientifico Theropoda) più famosi di sempre, grazie anche alle sue rappresentazioni nei film. In effetti, osservando le sembianze del Pokémon, si può notare una postura simile a quella di un T-Rex, con la parte superiore del corpo che tende a chinarsi in avanti. In più, le braccia di Kyurem sono veramente corte, proprio come quelle del Theropoda.

Il Pokémon Confine, ovviamente, viene anche affiancato alla figura leggendaria del drago, mai esistito nel mondo reale e raccontato solo nelle favole. Il mostriciattolo può ricordare, attraverso le sue fattezze, le creature mitologiche fornite di corna, ali e lunghe code. Per quanto riguarda il tipo Ghiaccio, Kyurem potrebbe prendere origine dalle comete. Queste sono composte da cristalli di ghiaccio e, come sappiamo, provengono dallo spazio, proprio come il Pokémon che è atterrato nella Fossa Gigante.

Un congelamento rapido

Il nome di Kyurem, chiamato così anche in Giappone, potrebbe derivare da una combinazione: 冷 rei (freddo) e 急冷 kyuurei (raffreddamento rapido). Questa combinazione di parole avrebbe senso, data la natura del mostriciattolo e le sue caratteristiche, che si riflettono anche sul suo Pokédex. Per quanto riguarda le sue apparizioni nel GCC Pokémon, Kyurem appare molto spesso circondato dalla neve o dal ghiaccio, richiamando appunto il tipo secondario della creatura. Quando invece è raffigurato come Kyurem Nero o Kyurem Bianco, al ghiaccio si aggiungono anche l’elettricità e il fuoco, elementi che caratterizzano Zekrom e Reshiram.

Finisce qui il 18º numero di PokéQuark! Kyurem è sicuramente uno dei Pokémon più apprezzati della serie dei mostriciattoli, che cela ancora dei misteri, congelati nel ghiaccio più freddo. Forse un giorno vedremo la sua forma originale, formata con gli altri due membri del Trio Tao.

FONTI: Pokémon, Bulbapedia, Wiki Pokémon Millennium, Wikipedia

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia

avatar
Di   

Articolo interessante, mi spiace un sacco aver saltato quella generazione