...
Come sarebbero stati i Pokémon delle beta di terza generazione?

Come sarebbero stati i Pokémon delle beta di terza generazione?

Metti mi piace!
47 8

Nella serata di lunedì 18 maggio sono trapelati sul web il codice sorgente e vario materiale beta di Pokémon Rubino, Zaffiro e Smeraldo, nonché dei documenti di sviluppo di Rosso Fuoco e Verde Foglia e i salvataggi di alcuni beta tester dei giochi di terza generazione. Tra le tante novità, sono stati scoperti molti dati relativi a mostriciattoli tascabili mai visti prima, idee scartate o rielaborate successivamente nella storia di Pokémon: sulla base delle sole descrizioni del Pokédex e poche informazioni emerse, noi dello staff di Pokémon Millennium abbiamo provato a dare vita ad alcune di queste creature che non sono riuscite a far parte dell’universo Pokémon, creando dei design tutti nostri, completi di nomi, abilità, tipi e habitat che potessero ricordare i mostriciattoli di terza generazione.

Si ringrazia il Team Creativo per le illustrazioni a supporto di questa rubrica redatta da Gaia Tornitore e Manuel Gagliano, sotto la supervisione di Alessandro Colantonio.

ATTENZIONE: I contenuti di questo articolo si basano su congetture e speculazioni; i dati trapelati dai leak non sono in alcuni modo confermati da Game Freak o The Pokémon Company.

Scrubsidian

Di Alberto Sartor

Categoria: Pokémon Pietra Nera
Tipo: Coleottero/Roccia
Altezza: 0,5 m
Peso: 23 kg
Abilità: Cartavetro

Siccome la sua espressione è sempre la stessa, ciò che pensa è completamente sconosciuto: guardarla, produce un effetto calmante. Dopo la pioggia, è possibile osservarlo strofinare e pulire il suo corpo bagnato usando una foglia: una volta raggiunto un nero lucente, sembra essere soddisfatto. L’ossidiana è una pietra nera levigata e patinata di origine vulcanica, il che rende questo Pokémon un perfetto abitante della regione di Hoenn che sappiamo essere sormontata dall’imponente Monte Camino. Il suo nome deriva dall’inglese scrub = strofinare (che richiama anche scrabble = scarabeo) e obsidian = ossidiana. Lucidatura, introdotta nella regione di Sinnoh, sarebbe stata una mossa perfetta per questo Pokémon beta di terza generazione, ma anche un attacco come Sassata si sarebbe trovato bene su Scrubsidian.

Sukirai

Di Pietro Ponte

Categoria: Pokémon Estate Eterna
Tipo: Erba o Normale?
Altezza: 0,7 m
Peso: 8 kg
Abilità: Forza Interiore

Gli esemplari di Sukirai abitano nelle regioni calde. Preferiscono muoversi in gruppo, ma tendono ad essere rumorosi quando si uniscono in gruppi di tre o più esemplari. Si dice che donando i petali sul suo capo a un partner irrequieto, questi si innamorerà profondamente. Tuttavia, Sukirai non sembra gradire chi prende i suoi petali e diventa furioso quando ciò accade. Il suo habitat è quello dei primi percorsi, tra Solarosa, Petalipoli e il frondoso Bosco Petalo. Il suo nome deriva dal giapponese suki = piacere e kirai = odiare, espressione che richiama la pratica di strappare i petali di un fiore per scoprire se il proprio innamorato ricambia i sentimenti provati: m’ama o non m’ama? La mossa Petalodanza sarebbe molto adeguata a questo mostriciattolo tascabile.

Spinboo

Di Alberto Sartor

Categoria: Pokémon Arbusto
Tipo: Erba/Acqua
Altezza: 1,4 m
Peso: 70 kg
Abilità: Piovischio/Assorbacqua

Accumula una grande quantità d’acqua all’interno del suo corpo e la spruzza via come una irrigatore mentre ruota. Fa comodo averlo attorno durante i giorni estivi e sono molti gli abitanti delle città marittime che si fanno accompagnare da questo Pokémon. Beve oltre 100 litri d’acqua al giorno e quando questa scende di livello le foglie su entrambe le sue mani appassiscono. Il suo design è ispirato al Lucky Bamboo, una varietà di bambù ornamentale arrotolato su se stesso, la regione di Hoenn è ricca di questo elemento: da qui il nome Spinboo, dall’unione di spin = ruotare in inglese e bamboo. Delle mosse come Rapigiro, Avvolgibotta e Mulinello sarebbero state perfette per il Pokémon Arbusto.

Crysefiro

Di Alberto Sartor

Categoria: Pokémon Aquila
Tipo: Volante
Altezza: 2 m
Peso: 52 kg
Abilità: Antimeteo

Con le sue grandi ali può creare un vento più veloce di 30 metri al secondo e cambiare il meteo a suo piacimento in pochi attimi. In una leggenda si dice che abbia spazzato via le nuvole che dall’origine dei tempi oscuravano il pianeta così che il sole potesse brillare sulle persone, portando vita, luce e speranza sulla Terra. Questo Pokémon, da come viene descritto, sembra avere tutte le caratteristiche di un leggendario successivamente scartato, forse perché troppo simile agli uccelli leggendari delle precedenti generazioni o poco caratterizzato. Magari avremmo potuto incontrare Crysefiro all’interno del Grottino Solare – poi dimora di Heatran – o si sarebbe potuta sviluppare una trama più complessa attorno all’Istituto Meteo del Percorso 119. Il nome vuole rispecchiare l’elevatezza di questo Pokémon fondendo al titolo scientifico dell’aquila reale, Aquila Chrysaetos, la personificazione del vento nella mitologia greca, Zefiro. Le mosse di Crysefiro si sarebbero potute basare sul vento, magari vedendo l’introduzione di Tifone due generazioni prima come mossa peculiare di questo Pokémon.

Flintle

Di Sean Contrino

Categoria: Pokémon Fiamma
Tipo: Fuoco
Altezza: 0,2 m
Peso: 40 kg
Abilità: Corpofuoco

Si evolve in Torkoal tramite scambio, tenendo lo strumento carbonella. Come la sua evoluzione, anche Flintle si nutre di carbone e vive perciò vicino ai vulcani – il Cammino Ardente a Hoenn – dove può rifornirsene in quantità. Il suo corpo è composto da una pesante pietra focaia che se sfregata permette di appiccare un fuoco: questi Pokémon amano vivere in gruppo e si divertono a strofinare la testa sui gusci dei loro simili per creare fiamme e scintille. Generalmente sono vivaci e dispettosi, ma quando si arrabbiano rilasciano un piccolo sbuffo di fumo nero dal cratere sul dorso. Il nome deriva dall’inglese flint = pietra focaia e turtle = tartaruga. Come molti Pokémon di tipo Fuoco nel loro stadio base, Flintle avrebbe potuto apprendere mosse come Braciere.

Sereniter

Di Davide Cacia

Categoria: Pokémon Guida Turistica
Tipo: Acqua/Volante
Altezza: 2 m
Peso: 110 kg
Abilità: Magnetismo

Un Pokémon molto calmo, che adora trasportare gli Allenatori comodamente sul suo dorso e che riposa sul mare, facendo galleggiare le sue ali. Preferisce non combattere, essendo di indole molto pacifica e più propenso a viaggiare, con il corno presente sulla sua fronte che funge da bussola, dato che questo contiene delle celle magnetiche. Crediamo che Sereniter sia stato un prototipo di Latias o Latios, trasformato in uno dei due Pokémon leggendari nella versione finale dei giochi. Il suo nome deriva dal latino serenus, sereno, e iter, viaggio, rispecchiando il suo carattere pacifico e amante delle gite tranquille. Trovare i due Pokémon Eoni richiede un procedimento che parte dalla vittoria alla Lega Pokémon, ma Sereniter sembrerebbe più facile da trovare. Il Porto Alghepoli potrebbe essere un buon punto per ottenere l’incontro con questa creatura che adora riposare poggiandosi sul mare. Probabilmente avrebbe avuto una mossa peculiare, ma nel suo arsenale avremmo anche potuto trovare Surf, considerato il comportamento di Sereniter.

Taikoon

Di Sean Contrino

Categoria: Pokémon Dragone Bianco
Tipo: Volante
Altezza: 3,6 m
Peso: 175 kg
Abilità: Riparo

Un Pokémon potente, sempre in movimento e senza una dimora fissa. Attacca utilizzando il suo lungo corpo per stritolare i nemici e il suo becco affilato per colpirli. Sebbene sia fatto di carta, ha delle scaglie che ricoprono il suo intero corpo; queste cadono mentre è in volo, rilasciando dietro di sé una scia luccicante. Questo dragone di carta non è altro che Beta Rayquaza, diverso da come ci è stato presentato nella sua versione finale. Il nome di Taikoon ricorda i tifoni (Typhoon) e un antico titolo onorifico giapponese derivante dal libro dei mutamenti cinese, il Taicun (o Taikun), precedentemente utilizzato per i sovrani indipendenti privi di discendenza imperiale. Essendo un mostriciattolo solamente di tipo Volante, mosse come Volo o Aerasoio, per ricordare le sue lucenti scaglie, sarebbero state l’ideale per un Pokémon beta di terza generazione del suo genere, anche se, andando a riprendere la sua categoria “Dragone Bianco” avrebbe potuto apprendere qualche mossa di tipo Drago, come Tornado. Non avendo una dimora fissa, un oggetto utilizzato per richiamarlo sarebbe potuto essere introdotto in Pokémon Rubino, Zaffiro e Smeraldo, magari, prima di poter evocare Taikoon, si sarebbero dovute soddisfare delle condizioni come l’aver vinto un certo numero di medaglie, e quindi aver fatto un bel po’ di progressi nella storia, oppure dopo aver battuto la Lega Pokémon. Una volta soddisfatti tutti i requisiti, il giocatore avrebbe potuto posizionarsi in un luogo significativo, come la Torre dei Cieli, per poi usare lo strumento per richiamarlo e iniziare la battaglia.

Flypond

Di Davide Cacia

Categoria: Pokémon Libellula
Tipo: Coleottero/Acqua
Altezza: 1,4 m
Peso: 82 kg
Abilità: Levitazione

Il suo habitat è il cuore della foresta e vive anche sott’acqua, negli stagni, dove mangia i microrganismi. Nonostante il suo grande corpo, è in grado di effettuare delle virate minuziose, passando abilmente tra gli alberi. Flypond ha delle caratteristiche simili a quelle di Masquerain nonostante la descrizione faccia pensare anche a Vibrava e Flygon. Vivono nelle foreste e le loro abilità di volo sono ammirevoli. Il suo nome deriva da dragonfly (libellula) e pond (stagno). Sub potrebbe fare parte del suo moveset, mossa che andrebbe molto d’accordo con la sua descrizione, insieme ad altre di tipo Volante e Coleottero, come Attacco d’Ala e Ventargenteo. Questo Pokémon beta di terza generazione avrebbe potuto trovare casa nei pressi di Petalipoli e nei percorsi che circondano la città.

Questi sono i Pokémon che hanno attirato di più la nostra attenzione e ispirato il team creativo a realizzare dalle sole descrizioni del Pokédex gli artwork che avete potuto ammirare in questo articolo. Cosa ne pensate? Vi sarebbe piaciuto vedere uno di questi Pokémon beta nella versione finale dei giochi di terza generazione?

Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Gaia Tornitore
...

Secondo me, alcuni concept potrebbero essere ripresi e sistemati un pochino. Di sicuro uscirebbero bei pokemon.

...
14 ore fa, gt91 ha scritto:

Secondo me, alcuni concept potrebbero essere ripresi e sistemati un pochino. Di sicuro uscirebbero bei pokemon.

Chissà, è possibile che alcuni concept vengano ripresi, magari grazie alle forme regionali, così come come è avvenuto con Sirfetch'd. 

...

Che belli questi Digimon, sembrano copiati da dei Pokèmon di seconda generazione!!1

Tocca per altri articoli