Rubriche

10 eventi del mondo Pokémon mai approdati in Italia

Nel mondo Pokémon può capitare, talvolta, di imbattersi in oggetti misteriosi e insoliti che conducono a luoghi remoti. Queste oasi, isolate dal resto della regione in cui si trovano, possono diventare la dimora di creature leggendarie, oppure racchiudere strumenti non trovabili in nessun altro luogo. Nei titoli Pokémon della serie principale, che si susseguono regolarmente dal 1996, sono stati programmati molti strumenti e mostriciattoli tascabili non ottenibili nell’avventura regolare, ma che necessitavano di un apposito evento esterno alla cartuccia di gioco.

Purtroppo, diversi eventi non sono mai riusciti a raggiungere l’Italia, rimanendo relegati al solo Giappone, e molti altri sono stati programmati nei videogiochi senza venire rilasciati in nessuna parte del mondo. Siete pronti a sbirciare alcuni degli eventi più belli che gli italiani (e, talvolta, i giocatori di tutto il mondo) non hanno mai avuto occasione di ottenere?

10. Il Flauto Cielo

Flauto che emette una melodia che sembra appartenere a un altro mondo. Non si sa chi l’abbia creato.

Tutti conoscono il Flauto Cielo, ma nessuno che non abbia usato codici o altri dispositivi di modifica del salvataggio lo ha mai ottenuto. Programmato per essere distribuito come Strumento Evento e scaricato utilizzando il Dono Segreto in Pokémon Diamante e Perla e, successivamente, in Pokémon Platino, il Flauto Cielo non è mai stato ufficialmente rilasciato in nessuna parte del mondo, Giappone compreso. Questo strumento era stato programmato per essere utilizzato esclusivamente dopo aver sconfitto la Lega Pokémon e dopo aver catturato Dialga, Palkia e Giratina. Una volta ottenuto il Flauto Cielo tramite Dono Segreto, il giocatore si sarebbe dovuto recare al Pokémon Market più vicino a lui, dove un postino gli avrebbe consegnato il prezioso strumento. Raggiunto il titolo di Campionessa o Campione della regione di Sinnoh e dopo aver catturato il Trio Drago, il giocatore si sarebbe dovuto recare alla Vetta Lancia, punta estrema del Monte Corona, dove il Flauto Cielo avrebbe iniziato a emettere un suono, come in risposta a un lontano richiamo.

Scegliendo di suonare lo strumento, l’Allenatore avrebbe sentito una dolce melodia e, successivamente, avrebbe assistito alla comparsa di una lunga e imponente scalinata verso il cielo. Percorrendola fino in cima si sarebbe giunti allo Spazio Origine, luogo di riposo del Pokémon leggendario Arceus, il creatore del mondo e probabile antenato primordiale di tutte le creature. In questo punto, il più vicino al cielo di tutta la regione di Sinnoh, sarebbe infine partita la battaglia con il Dio dei Pokémon.


9. Pikachu con le mosse Surf e Volo

Questo Pikachu speciale venne distribuito come evento in Giappone per festeggiare la riapertura del Pokémon Center Online. Per celebrare e sponsorizzare l’evento, chiunque avesse effettuato un acquisto nello store online tra il 16 febbraio e il 22 maggio 2016 avrebbe ricevuto una cartolina con un codice, riscattabile sulle cartucce di Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha, per ottenere il Pokémon Topo con un parco mosse davvero particolare.

In onore del Pikachu che appariva nella sigla di apertura di Pokémon Giallo per Game Boy Color, mostrato dapprima su una tavola da surf tra le onde del mare e, in seguito, intento a volteggiare nel cielo legato a un gruppo di 4 palloncini azzurri, al topolino elettrico evento vennero date le mosse esclusive Surf e Volo, insieme ad Agilità e alla mossa evento Auguri. Un bellissimo salto nel tempo per i fan più datati della serie e uno speciale Pokémon da collezione per i giocatori entrati in contatto con le creature tascabili solo di recente.


8. La Grotta Mutevole

Una delle idee più brillanti per sfruttare una grotta nel mondo Pokémon in un evento speciale è rappresentata dalla Grotta Mutevole, inserita in Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia e in Pokémon Smeraldo. Nella regione di Kanto è possibile imbattersi in questo antro roccioso nel Settipelago, più precisamente sull’Isola Solitaria, mentre a Hoenn la grotta si trova nel percorso 103, che collega Solarosa al percorso 110. In questo luogo apparentemente desolato è possibile trovare, allo stato selvatico, soltanto Zubat. La Grotta Mutevole era stata, tuttavia, studiata per permettere ai giocatori di modificare il Pokémon selvatico al suo interno tramite l’utilizzo del Dono Segreto durante particolari eventi creati da Nintendo. I Pokémon che avrebbero sostituito Zubat durante gli eventi sono tutti mostriciattoli originari di Johto, molto rari e quasi impossibili da trovare allo stato selvatico sulle cartucce in cui è stata programmata la Grotta Mutevole. Si tratta di Mareep, Aipom, Pineco, Shuckle, Teddiursa, Houndour, Stantler e Smeargle.

Questi Pokémon si sarebbero dovuti susseguire grazie a una serie di eventi, che avrebbero reso possibile la loro cattura nella grotta. Questa funzione non è, tuttavia, mai stata sbloccata in nessuna parte del mondo, Giappone compreso, e la grotta è sempre rimasta la tana degli Zubat.


7. La Capsula Scrigno

Scrigno blindato che si apre solo con una chiave speciale.

Anche la Capsula Scrigno è uno Strumento Evento che accomuna tutti i giocatori del mondo, poiché non è mai stato rilasciato neanche in Giappone. I suoi dati di gioco sono presenti in Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver, e nei successivi Pokémon Nero e Bianco, ma nessun evento ne ha previsto la distribuzione. La Capsula Scrigno era stata progettata come strumento trasferibile tramite Trasferitore dai giochi di quarta generazione a quelli di quinta, e avrebbe dovuto contenere la MT95 Urlorabbia, non ottenibile altrimenti a Unima. In Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver, il giocatore avrebbe dovuto ritirare lo strumento tramite Dono Segreto. Sarebbe apparsa, a questo punto, la scritta “Apri la Capsula Scrigno” nel menù e, una volta selezionata l’opzione, il giocatore avrebbe potuto leggere il messaggio “La Capsula Scrigno è custodita rigorosamente.” su una speciale Scheda Segreta. Non sarebbe stato, quindi, possibile aprire la capsula prima del suo trasferimento ai titoli di quinta generazione tramite Trasferitore, funzione esclusiva di Pokémon Nero e Bianco per il passaggio di speciali Pokémon Evento (Raikou, Entei, Suicune e Celebi rilasciati per commemorare il tredicesimo lungometraggio Il Re Delle Illusioni – Zoroark) prima dello sblocco del Pokétrasporto.

Una volta sbloccato il Trasferitore ad Austropoli (dando le parole chiave CHIUNQUE FELICE e SEMPLICE CONNECTION allo Scienziato che si trova all’undicesimo piano dell’edificio a sinistra della Via Superiore), la Capsula Scrigno sarebbe finalmente giunta a Unima, direttamente nella Borsa dell’Allenatore protagonista con il messaggio “La Capsula scrigno è stata consegnata senza intoppi!“. Sarebbe stato compito di un Buffone, Mister Grimaldello, nello stesso palazzo dello Scienziato, quello di aprire la capsula ed estrarne il prezioso contenuto, la MT95 Urlorabbia. I motivi per i quali questo evento non venne mai distribuito non sono stati resi noti.


6. Il Monte Cordone

I giocatori europei sono stati sfortunati per quanto riguarda il Monte Cordone, isola del Settipelago posta tra Quartisola e Quintisola e accessibile in Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia e in Pokémon Smeraldo. Il Biglietto Magico, Strumento Evento indispensabile per raggiungere la preziosa isola, venne distribuito in Giappone tra il 2004 e il 2007 e negli Stati Uniti nel 2005, ma non raggiunse mai l’Europa.

Biglietto per la nave che porta al Monte Cordone. Brilla di una luce magica.

Il Biglietto Magico per raggiungere il Monte Cordone venne distribuito tramite Dono Segreto e i giocatori, muniti del prezioso lasciapassare, ebbero la possibilità di raggiungere l’isola utilizzando il Pokéscafo ad Aranciopoli oppure la M/N Marea a Porto Alghepoli. In entrambi i casi, infatti, un marinaio si trovava sul posto, pronto a portare gli Allenatori a destinazione nonostante il lungo tragitto.

Il Monte Cordone è la dimora dei due Pokémon leggendari di copertina di Johto: Lugia si trova nelle profondità marine, al termine di una scalinata fino all’undicesimo piano sotterraneo, mentre Ho-Oh regna indisturbato nel punto più alto, al quarto piano superiore, quasi confondendosi con il sole. Una volta catturati entrambi i Pokémon, il Monte Cordone non sarà mai più raggiungibile.


5. Il Rayquaza nero di Nobunaga

Questo evento venne distribuito esclusivamente in Giappone dal 17 marzo al 16 aprile 2012, per celebrare l’uscita di Pokémon Conquest per Nintendo DS. Il termine “Nobunaga” deriva da Nobunaga’s Ambition, serie di videogiochi che si unisce a Pokémon nel crossover spin-off celebrato in questa occasione, per l’appunto Pokémon Conquest. Il Rayquaza distribuito in questo evento celebrativo era riscattabile nei titoli di quinta generazione nella sua splendida versione cromatica, al livello 70 e racchiuso in una Pregio Ball. Inoltre, conosceva le mosse Dragopulsar, Forzantica, Dragodanza e Oltraggio.

Molti giocatori hanno trasportato il Rayquaza nero di Nobunaga sui titoli successivi per poterlo ammirare nella versione Megaevoluta. Questo Pokémon Evento, sfortunatamente, non ha mai lasciato il Paese del Sol Levante.


4. La Mappa Stinta

Una mappa sbiadita per raggiungere una certa isola.

Questo Strumento Evento è in tutto e per tutto simile a una mappa del tesoro sbiadita dal tempo, ma che racchiude in sé il segreto di un luogo nascosto da ritrovare. La Mappa Stinta venne distribuita esclusivamente in Giappone nel 2005, ottenibile tramite Dono Segreto e riscattabile su Pokémon Smeraldo. Grazie a questa mappa sbiadita, il giocatore poteva raggiungere il punto indicato da una X rossa salendo a bordo della M/N Marea. Questo luogo è l’Isola Suprema, dimora del Pokémon misterioso Mew. L’isola non è presente sulla mappa di Hoenn, quindi la sua collocazione geografica è tutt’ora sconosciuta.

Una volta giunto sul posto, il giocatore doveva superare una zona rocciosa e una serie di alberi e pozzanghere disposti a formare un piccolo labirinto, fino a raggiungere un bosco con l’erba molto alta. Mew compariva immediatamente davanti all’Allenatore per poi fuggire, subito dopo, nascondendosi nell’erba. Il compito del giocatore era quello di inseguire la sua coda rosa, a tratti visibile tra i ciuffi verdi, fino a riuscire ad acchiapparlo. Mew era al livello 30 e, attualmente, non ottenibile in nessun altro modo su Pokémon Smeraldo. Essendo l’evento rimasto esclusivo del solo Giappone, in Italia nessuno può avere legittimamente catturato il Pokémon Novaspecie dell’Isola Suprema.


3. La GS Ball

Una Ball misteriosa.

La GS Ball è il primo evento wireless mai rilasciato sui titoli Pokémon della serie principale. Questo strumento poteva essere riscattato esclusivamente nella versione giapponese di Pokémon Cristallo, dove il Centro Pokémon di Fiordoropoli era sostituito dal Pokémon Communication Center, un imponente edificio che conteneva le macchine necessarie per accedere al Pokémon Mobile System GB. Questa funzionalità rimase disponibile nel solo gioco di Pokémon Cristallo (versione giapponese) e consisteva in un servizio online a pagamento che funzionava connettendosi con appositi telefoni cellulari compatibili.

Grazie al Pokémon Mobile System GB, i giocatori nipponici poterono scaricare la GS Ball, una Ball misteriosa ottenibile esclusivamente tramite evento, sulle loro cartucce. Portandola da Franz, ad Azalina, era possibile lasciargliela un giorno per permettergli di analizzarla, poiché la Ball risultava sconosciuta anche all’artigiano di Johto. Presentandosi il giorno successivo, Franz affermava di aver sentito la GS Ball muoversi. Appena pronunciate queste parole, il creatore di Ball si precipitava fuori da casa, accorgendosi di un’agitazione improvvisa nel Bosco di Lecci. Il giocatore, ripreso lo Strumento Evento, doveva recarsi al Santuario del bosco, dove un apposito incavo all’interno permetteva di collocarvi la GS Ball. Il Pokémon misterioso Celebi sarebbe comparso soltanto in quel momento, dando inizio alla lotta.

Questo evento rappresenta l’unica possibilità di catturare Celebi nei titoli di seconda generazione, e soltanto le cartucce di gioco giapponesi hanno potuto sfruttarlo. La GS Ball non è mai stata distribuita al di fuori del Giappone e, per avere il piccolo Pokémon del bosco, tutti gli altri giocatori hanno dovuto attendere le generazioni successive. Questo evento è stato, inoltre, parzialmente ricreato in Pokémon Cristallo per Virtual Console, con la possibilità di ottenere la GS Ball direttamente in game e senza passare per il Pokémon Communication System. Il resto dell’evento è rimasto immutato.


2. Il Floette di AZ

C’era una volta un uomo che aveva un Pokémon che amava molto. Scoppiò una guerra a Kalos e questo Pokémon andò a combattere in guerra, dove venne ucciso. L’uomo ricevette il corpo inerte del suo amato Floette qualche tempo dopo e, addolorato più che mai, costruì un dispositivo gigante per riportarlo in vita. Ci riuscì, ma non fu in grado di superare la sua disperazione e trasformò la macchina in un’arma con la quale distrusse entrambi gli schieramenti della guerra ponendone la fine. Il suo Pokémon, disgustato dalle conseguenze della sua immortalità, abbandonò AZ. Il Re partì quindi per cercarlo e per 3000 anni vagò sulla terra in cerca di Floette.

La storia di AZ è una delle più commuoventi di tutto il mondo Pokémon. Il Re di Kalos, separato dal suo amato Floette, ha vagato per 3000 anni alla ricerca del suo amico perduto. Il Floette di AZ rappresenta il primo caso di sincronismo tra umani e Pokémon, seguito dal Greninja di Ash. Il Pokémon immortale, infatti, ha un aspetto diverso da quello di tutti gli altri Floette, dovuto al profondo legame con AZ che si è sviluppato nel corso degli anni.

L’evento dedicato al Floette di AZ è una leggenda metropolitana più che un evento vero e proprio. Benché tutti i giocatori attendessero con ansia una distribuzione di questo Pokémon, i cui dati di gioco erano presenti nelle cartucce di Pokémon X e Pokémon Y, nessun evento a esso dedicato è stato finora rilasciato.


1. Mew, l’origine di tutti gli eventi Pokémon

Vi siete mai chiesti quale sia stato il primo evento Pokémon della storia? Questo evento è legato proprio al piccolo Mew, sotto molti aspetti considerato il Pokémon originario poiché possiede il patrimonio genetico di tutti gli altri mostriciattoli tascabili. Quando, nel 1996, vennero rilasciati Pokémon Verde e Pokémon Rosso in Giappone, nessuno sapeva dell’esistenza di Mew nelle cartucce di gioco. Il Pokémon era stato, infatti, aggiunto soltanto nelle fasi finali di programmazione, sfruttando 300 byte liberati dopo i processi di debug. Il gioco non avrebbe dovuto essere più toccato, ma l’inserimento del codice di Mew sarebbe dovuto rimanere uno scherzo mai venuto a galla, oppure sfruttato per qualche improbabile evento futuro legato ai videogiochi. I giocatori del Giappone, tuttavia, a causa di un bug cominciarono ben presto a trovare il Pokémon misterioso sulle proprie cartucce. Erano passate solo poche settimane dal rilascio dei giochi per Game Boy e Mew era già diventato una celebrità, ricercato da moltissimi Allenatori grazie al mistero che lo avvolgeva.

Fu così che nacque l’Offerta del Pokémon Leggendario, nome attribuito a un concorso pubblicato da CoroCoro Comic nell’aprile del 1996. Tra tutti i partecipanti al concorso, sarebbero stati estratti 20 vincitori, ciascuno dei quali avrebbe potuto inviare la propria cartuccia di Pokémon Verde e Pokémon Rosso a CoroCoro in modo che vi venisse caricato Mew. I partecipanti furono 78.000, tutti a caccia del gattino rosa leggendario. Le vendite di Pokémon Verde e Pokémon Rosso salirono alle stelle e il brand prese piede di prepotenza. Chissà quanto varrebbe, al giorno d’oggi, una di quelle famose 20 cartucce contenenti il primo Mew che sia mai stato rilasciato!

Ed è con il primissimo Mew distribuito sui titoli originali giapponesi del lontano 1996, che si conclude questa lista di eventi rilasciati nel corso degli anni, che rispolverano vecchi ricordi e un po’ di amarezza per il mancato arrivo in Italia.

E voi, conoscete qualche evento che vi sarebbe piaciuto veder arrivare in Italia?

Articolo di Martina Lembo

Offerte Amazon

Commenti

...
Warmachine_rd3.0 28/05/2018 15:03:19

putroppo con dispiacere non siano mai arrivati.

...
Matrix 28/05/2018 15:47:23

"Chissà quanto varrebbe, al giorno d’oggi, una di quelle famose 20 cartucce contenenti il primo Mew che sia mai stato rilasciato!"

 

Nulla, considerando che i dati di gioco sarebbero morti da un pezzo a causa delle dannate batterie scariche dei titoli gb e gbc. :(

...
Pokénomics 28/05/2018 15:56:55
10 minuti fa, Matrix ha scritto:

 

Nulla, considerando che i dati di gioco sarebbero morti da un pezzo a causa delle dannate batterie di gioco scariche dei titoli gb e gbc. :(

A me la vecchia cartuccia di Blu di 18 anni fa circa funziona ancora bene. È stato interessante continuare una partita iniziata tanto-tanto tempo fa.

 

 

 

Riguardo all'ottimo articolo in questione, è curioso il caso del Floette di AZ: in UltraSole ed UltraLuna c'è una sua peculiare e dedicata descrizione nel pokédex (infatti in SL e USUL il pokédex descrive stavolta anche le varie diverse forme di un pokémon, così come le eventuali megaevoluzioni, ecc.), oltre alla sua mossa peculiare (la cui animazione è stata aggiornata in settima generazione, almeno così ho letto da qualche parte).

 

Aggiungo anche, per curiosità, che non è ancora uscita la colorazione "originale" di Magearna (per capirci non è il "normale" Magearna solo che è cromatico/shiny, è proprio una altra cosa).

 

 801-o.png     Magearna colorazione originale

 

       801-o.pngMagearna colorazione originale cromatico

 

 

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)