1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

Prinny Presents NIS Classics Vol. 1, Recensione: un tuffo nel passato

Prinny Presents NIS Classics Vol. 1 offre una nuova occasione per riscoprire due JRPG strategici complessi e sfaccettati.

di 
   · 4 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
0

NIS, acronimo per Nippon Ichi Software, ha un lungo trascorso di JRPG strategici che sono rimasti nella storia del genere. Ora conosciuta per Disgaea, la software house ha sfornato negli anni titoli di nicchia, ma che hanno raccolto nel tempo una fervida schiera di appassionati; un esempio è La Pucelle: Tactics, titolo ambientato in una simil-Francia medievale, di cui molti chiedono una remastered. Proprio a causa di questa glorioso passato, NIS sta riproponendo sulle nuove generazioni di console alcune perle dimenticate tra le proprie produzioni; l’inizio di questo progetto è incarnato da Prinny Presents NIS Classics Vol. 1, che porta su Nintendo Switch Soul Nomad & the World Eaters e Phantom Brave.

Mondi da esplorare

Phantom Brave, JRPG strategico originariamente uscito su PS2, segue le gesta di Marona, una bambina di 13 anni capace di evocare e comandare i fantasmi. I suoi genitori, caduti in battaglia dopo un feroce scontro con il demone Sulphur, erano dei Chroma, ovvero dei cacciatori di taglie. Marona, quindi, sarà costretta suo malgrado a diventare una Chroma, e a salvare il mondo dal male. La narrativa del titolo, nonostante le premesse classiche ma accattivanti, parte con estrema lentezza, seguendo le avventure quotidiane di Marona; sa riprendersi però nel finale e risulta, nel complesso, godibile.

Prinny Presents NIS

Soul Nomad & the World Eaters, invece, narra del continente di Prodesto, dilaniato dalle guerre e dai soprusi di un tiranno malvagio, Gig. Duecento anni prima dell’inizio delle vicende, la leggendaria condottiera Layna riesce a porre fine a questo regime del terrore, e a sigillare l’anima di Gig in una spada nera; due secoli dopo, però, i giganti colossali conosciuti come World Eaters si risvegliano, e Layna dà la spada maledetta al nostro protagonista senza nome per salvare il continente. La trama di quest’opera è quindi sicuramente intrigante e matura, e procede con un ritmo serrato per tutta la durata del gioco.

Esperimenti riusciti

Il fiore all’occhiello di Prinny Presents NIS Classics Vol. 1 è sicuramente il gameplay; NIS, infatti, ha deciso in questa prima collezione di riproporre dei titoli molto sperimentali e particolarmente complessi. In Phantom Brave, all’inizio delle battaglie sarà disponibile solo Marona, che però avrà la possibilità di schierare alcuni fantasmi sacrificando degli oggetti presenti nelle arene, come sassi o cespugli. Ognuno darà dei vantaggi specifici ai compagni evocati, ed è quindi opportuno associare ogni unità all’oggetto più vantaggioso. Questi ultimi, poi, si potranno anche equipaggiare, e daranno dei bonus spesso opposti a quelli dell’evocazione.

Prinny Presents NIS

Soul Nomad & the World Eaters, invece, permetterà di creare dei veri e propri plotoni d’assalto. Le unità dovranno essere poste in una Room, ovvero una formazione che attaccherà all’unisono una volta incontrato un nemico. Ogni soldato potrà essere messo in prima fila e nelle retrovie, e avrà dei vantaggi specifici per ogni posizione. Ogni Room è poi associata a un Leader, ovvero un’unita più forte la cui morte implica la sconfitta dell’intero plotone. Entrambi i titoli di Prinny Presents NIS Classics Vol. 1 riescono quindi a offrire ore e ore di divertimento, grazie a dei combat system sfaccettati e profondi.

Una questione di prezzo

Le note dolenti di Prinny Presents NIS Classics Vol. 1 sono da ricercare nella remastered pigra e nel rapporto qualità-prezzo. Entrambi i giochi presenti nella collezione soffrono di un forte distacco grafico tra gli sfondi, ridisegnati ad alta risoluzione, e i modelli dei personaggi, identici a quelli presenti su PS2. Soul Nomad & the World Eaters è letteralmente nello stesso stato in cui era sulla vecchia ammiraglia Sony; non ci sono contenuti aggiuntivi, le scritte dei menu sono sgranate e non è possibile selezionare la risoluzione a 16:9. Phantom Brave permette questa modifica ma, qualora venisse applicata, il gioco stirerà semplicemente l’immagine e le proporzioni di ambientazioni e personaggi risulteranno snaturate.

Prinny Presents NIS

In più, il prezzo della collezione è di ben 40€ in edizione digitale, e 60€ in edizione fisica con artbook e colonna sonora: tutto ciò è ingiustificato. L’operazione di remastered non è rifinita, i titoli sono usciti quasi quindici anni fa e, per giunta, non sono nemmeno longevi come si potrebbe pensare; per completarli, infatti, bastano circa dieci ore per ciascuno. Sarebbe stata gradita, infine, l’implementazione di controlli touch su Nintendo Switch, molto comodi in strategici di questo tipo, ovvero con un cursore libero.

Conclusione

Questa prima collection di classici NIS presenta sicuramente qualche problema; l’operazione di remastered non è delle migliori, il rapporto qualità-prezzo è svantaggioso e i giochi, per quanto divertenti, non impegnano per molte ore. Detto questo, gli appassionati di JRPG strategici e di retrogaming troveranno pane per i loro denti: Phantom Brave e Soul Nomad & the World Eaters sanno intrattenere grazie alla narrativa godibile, al gameplay ancora fresco e all’irresistibile fascino dei primi anni 2000.

Voto: 7

Pro
Combat system sperimentale e divertente
Narrativa godibile
Due perle dimenticate da riscoprire
Contro
Remastered pigra
Rapporto qualità-prezzo svantaggioso

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia

Prenota ora da GameStop
Preordina la tua copia per riceverla il giorno dell'uscita comodamente a casa, oppure ritiralo nel negozio più vicino a te!
Prenota ora da GameStop
Preordina la tua copia per riceverla il giorno dell'uscita comodamente a casa, oppure ritiralo nel negozio più vicino a te!