1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel IV, Recensione: a spada tratta

Il nuovo titolo della serie The Legend of Heroes, Trails of Cold Steel IV, è arrivato su Nintendo Switch, concludendo la sua saga.

di 
   · 4 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
0

Ambientato in un contesto che unisce un mondo rustico a uno totalmente opposto, pieno di mecha futuristici, The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel IV è il nuovo titolo JRPG pubblicato da NIS America e sviluppato da Nihon Falcom, l’ultimo della serie dopo il terzo capitolo.

Oltraggio all’Impero

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel IV è il sequel diretto del terzo capitolo della serie che, se non è stato giocato, può essere recuperato attraverso la trama spiegata nel menu principale del gioco, in cui possono essere trovate anche le storie dei titoli precedenti e le introduzioni ai personaggi. Il quarto gioco di questa saga comincia con un attacco subito dall’Impero di Erebonia, in cui l’imperatore viene ferito e il figlio, il Principe Olivert, viene ucciso. L’oltraggio subito non viene ignorato dall’Impero, che sfrutta l’occasione per mobilitare il suo intero esercito e attuare l’Operazione Jormungandr, con l’intenzione di dichiarare guerra all’intero continente e sottometterlo al suo volere. L’unica linea di difesa contro questo attacco che punta solamente alla dominazione totale è la Classe VII, un gruppo di ragazzi eccellente in battaglia e che hanno collezionato varie esperienze durante il loro percorso.

Trails of Cold Steel

Colpire forte senza pensare troppo

Trails of Cold Steel IV è un gioco che segue molto la sua trama, mostrando molto spesso degli approfondimenti sui suoi personaggi e sulla situazione che continua ad evolversi. Solo in certe parti del gioco c’è un elemento di esplorazione, che potrebbe anche essere considerato superficiale dato che, quando viene fissata una missione, non è possibile fare altro ma solamente arrivare all’obbiettivo prefissato. D’altronde, la difficoltà di questo nuovo titolo di The Legend of Heroes è tutta nei combattimenti, che possono dare delle battaglie abbastanza soddisfacenti.

Proprio quest’ultime sono piuttosto semplici da capire, non richiedono delle strategie esagerate. Con un sistema di lotta a turni, molto simile a quello della trilogia Atelier Mysterious in cui però è più complesso usare certe abilità, il giocatore deve preoccuparsi soltanto di quale azione compiere con i suoi personaggi, potendo scegliere tra l’usare un attacco, un’Arte, con cui è possibile infliggere danni di stato agli avversari come l’avvelenamento, una Craft e il riposizionamento del proprio guerriero. Altre scelte opzionali sono l’uso di Strumenti, gli Ordini, dati da un personaggio esterno alla lotta e che aiuta nelle decisioni da prendere, il cambio del personaggio attivo, scambiandolo con uno in panchina, e la fuga. Gli attacchi possono essere effettuati durante ogni turno, senza spendere nessun punto EP (Energy Points), da usare per le Arti, e CP (Craft Points), utilizzabili con le Craft e le S-Craft.

Trails of Cold Steel

Gli attacchi più efficaci vengono effettuati con i CP dato che infliggono il maggior numero di danni ai nemici, permettendo di usare continuamente, quasi abusandone, le Craft. Se usati intelligentemente, più avversari sul campo di battaglia potranno essere colpiti, ma è comunque difficile rimanere senza questi punti. Questo perché i CP vengono ricaricati ogni volta che viene subito o inflitto un danno, a meno che non si stia usando un attacco S-Craft, tecnica speciale che richiede l’utilizzo di tutti i punti di un personaggio alleato. Questo tipo di abilità permette di colpire tutti gli avversari, ma è da usare nei momenti fondamentali. Un’altra meccanica che permette di infliggere molti danni è il Link, che può essere formato tra due combattenti. Non viene attivato dal giocatore, ma automaticamente ogni volta che i due personaggi connessi attaccano lo stesso nemico. Certe volte è anche possibile guadagnare dei Punti Vita, CP o EP grazie al Link.

Effetti eroici

Per quanto riguarda la grafica e il design, Trails of Cold Steel IV non ha nulla da invidiare ad altri titoli JRPG. Usa uno stile anime 3D efficace per questo tipo di gioco che è curato al punto giusto, per offrire la migliore esperienza visiva possibile al giocatore. Il design non è complesso, infatti molti luoghi possono sembrare semplici, al contrario dei personaggi che, invece, sono resi veramente bene, soprattutto con le belle animazioni fluide e composte. Sono invece impressionanti gli effetti visivi usati nelle battaglie, soprattutto quando si sta usando un’abilità, momento in cui lo schermo si riempie di colori che danno veramente l’impressione di stare usando un attacco importante. Il gioco non eccelle particolarmente nel sonoro, un po’ monotono ma comunque piacevole da ascoltare, anche se la musica si va a perdere nelle scene in cui c’è più azione, momento in cui quasi non si nota più.

Trails of Cold Steel

Conclusione

The Legend of Heroes: Legends of Cold Steel IV è un buon JRPG, che può offrire una bella trama e delle buone meccaniche di combattimento, facilmente intuibili. Ma in alcuni tratti può anche stancare, dato che molte volte le cutscene allungano tanto il gioco, cosa poco necessaria, lasciando poco spazio al gameplay che in realtà avrebbe molto da dire e aggiunge un elemento di divertimento da non sottovalutare. Il titolo può essere trovato a €59,99 sul Nintendo eShop.

Voto: 6.5

Pro
Meccaniche di combattimento intuibili
Lotte divertenti e coinvolgenti
Buon design dei personaggi
Contro
Cutscene troppo invadenti
Poco spazio al gameplay

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

Nintendo Switch NIS America The Legend of Heroes

Offerte Instant Gaming 🔥

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia