1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

Football Drama, Recensione: un calcio diverso è possibile

Ecco la nostra recensione di Football Drama, il nuovo titolo indie italiano dedicato al mondo del pallone: un gioco unico nel suo genere.

di 
   · 5 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
1

Il 5 maggio è una data cruciale per gli appassionati italiani di calcio. Nel 2002, all’ultima giornata di campionato, la Juventus ribaltò i pronostici della vigilia andando a conquistare lo scudetto. L’Inter crollò all’Olimpico contro la Lazio e, da quasi campione, finì addirittura terza, dietro la Roma. Otto anni dopo, invece, i nerazzurri conquistarono la Coppa Italia, il primo trofeo del leggendario Triplete. Curiosamente, l’innovativo titolo Football Drama è uscito su Nintendo Switch proprio in prossimità di questa iconica data. Attenzione, però: definirlo un gioco di calcio è riduttivo.

Questo gioiellino indie è stato sviluppato da Open Lab Games, una software house e agenzia di design italiana. Lo scorso marzo abbiamo avuto modo di conoscere il game designer Pietro Polsinelli, che ha illustrato le caratteristiche del gioco durante l’evento online X Indie Developers. A differenza del celebre titolo strategico Football Manager, la trama di Football Drama si concentra soprattutto sul complesso e intricato mondo che ruota attorno al calcio. Le sue luci abbaglianti, ma anche le ombre nerissime. Nel corso della storia vengono sviscerate a fondo tutte le storture, le forzature e i tormenti interiori dei protagonisti di questo avvincente microcosmo. Il campionato in sé, alla fine, è solo una piccola parte di un racconto più grande.

Se volete saperne di più, seguite la live di Football Drama sul nostro canale Twitch oggi, dove daremo in giveaway anche una codice di download per Steam.

football drama

Tra Moggi e Pasolini

Uno degli aspetti più rilevanti di Football Drama è rappresentato dai continui riferimenti. Citazioni, allusioni più o meno velate a squadre, allenatori, dirigenti, poeti e registi. In questo mondo variopinto e surreale, colorato con meravigliose tinte pastello, la trama emerge in maniera dirompente rispetto alle – pur ottime – meccaniche di gioco. Più che uno strategico in senso stretto, questo titolo si presenta come un’avvincente visual novel con elementi gestionali. Le diciotto giornate di campionato costituiscono la sfida principale, ma il focus rimane sempre puntato sul tenebroso e carismatico allenatore che impersoniamo.

Rocco Galliano è una leggenda della panchina sul viale del tramonto. Un presidente burbero e pretenzioso lo ha chiamato ad allenare il Calchester Assembled, evidente parodia del Manchester United. Galliano pare l’anello di congiunzione tra l’ultimo Zeman e l’attuale Mourinho. Perennemente con la pipa in bocca, il protagonista è caratterizzato da un atteggiamento distaccato e filosofico, quasi avulso rispetto al contesto nel quale si trova. Fin dall’inizio della storia – che avviene con un dialogo, non con una partita – siamo chiamati a compiere delle scelte. Le risposte che diamo, in apparenza banali, servono a tratteggiare il nostro rapporto con il presidente, la squadra e i tifosi.

Tra una partita e l’altra, poi, viene sviscerato il torbido dietro le quinte del mondo del pallone. I riferimenti a calciopoli non mancano: un personaggio inconfondibile, Silvio Luciano Poggi, viene brillantemente descritto come “uno che si crede importante”. Le citazioni a Pier Paolo Pasolini, a Umberto Saba e perfino al Signore degli Anelli sono autentiche chicche per chi le sa cogliere: fortunatamente non sono state inserite in maniera forzata o giusto per avere un aggancio, ma donano credibilità e profondità all’intera vicenda.

gol football drama

Il calcio come un gioco di carte

La meccanica di gioco su cui si basa Football Drama è estremamente semplice ed efficace. Gli intermezzi narrativi nei quali scegliamo le risposte ci possono regalare le carte con le quali capovolgere l’esito delle sfide. La partita si svolge su un’interfaccia grafica pulita ed essenziale: una mappa isometrica che mostra le azioni delle due formazioni. Nel corso dell’incontro si può scegliere in base al momento se attaccare, mantenere la posizione o arroccarsi in difesa. Quando l’avversario ha il pallone è possibile difendersi ordinatamente o contrastare in maniera più decisa (e rischiosa).

Se si ha il controllo della sfera, invece, la scelta è tra imbastire una specie di tiqui-taca o lanciarsi all’attacco in maniera arrembante. Per diventare bravi allenatori occorre prendere dimestichezza con i parametri di Pressing (difesa), Focus (mantenimento) e Sorpresa (attacco), tenendo bene a mente i valori della propria squadra e quelli degli avversari. Inoltre, è fondamentale controllare costantemente il livello di fatica dei propri giocatori, che potrebbe vanificare l’esito di ottime azioni. Nel corso della partita è possibile utilizzare le cinque carte azione che abbiamo a disposizione, che però sono usa e getta: il tempismo d’utilizzo si rivelerà dunque fondamentale.

Il meccanismo delle carte è probabilmente il più curioso del gioco e contribuisce ad alimentarne il fascino. “Sfottere gli avversari” e “Invocare l’aiuto dei tifosi” (come Goku che chiede l’energia a tutti gli abitanti della Terra) sono solo due delle numerose descrizioni presenti: ogni carta giocata permette di influenzare notevolmente il corso degli eventi. Nel corso della stagione si può intervenire sui vari parametri della propria squadra, come per esempio Passaggi, Qualità, Dominio, Calci da fermo e Tattica. La potenza del club, di conseguenza, oscilla in continuazione. Con i successi, oltre alla gloria, arriva anche la possibilità di ottenere nuove carte. Per vincere, ma soprattutto per sorridere, grazie a citazioni e riferimenti vari.

Vincere non è l’unica cosa che conta

Un gioco indie unico nel suo genere, senza termini di paragone. Non uno strategico, ma una visual novel con elementi noir e gestionali. Una chicca per appassionati ed esperti. Football Drama riesce, con la sua semplicità, a stravolgere l’ormai consolidato settore dei videogiochi sul calcio, creando un nuovo sottogenere. La sceneggiatura da Oscar e la grafica sempre gradevole rappresentano i fiori all’occhiello del titolo. Temi delicati come il calcioscommesse o il doping sono trattati con acume e ironia, ma non solo.

La caratteristica migliore di questo gioco risiede nella sua immediatezza. Senza troppi fronzoli riesce a catturare l’attenzione e, soprattutto, il cuore dei giocatori. Football Drama è ora disponibile sulla piattaforma Nintendo Switch Online al prezzo di 9,99€, perfettamente in linea con il prodotto offerto. La qualità e la passione con cui è stato realizzato sono evidenti, pur con i comprensibili limiti dovuti a un budget ristretto. Se siete veri appassionati, la domanda non si pone. Forse Boniperti non sarà d’accordo, ma in questo caso vincere non è l’unica cosa che conta. La storia è ciò che rende veramente magico questo titolo. In fondo, il calcio è un gioco semplice. Il mondo che gli ruota intorno, beh, quello un po’ meno.

Voto: 7.5

Pro
Un nuovo modo di vivere il calcio
Trama coinvolgente e ricchissima di spunti
Grafica in stile graphic novel curata e gradevole
Contro
Dialoghi non sempre all’altezza
Alla lunga il gioco diventa ripetitivo

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

calcio Indie Nintendo Switch

Offerte Instant Gaming 🔥

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia

avatar
Di   

Il gioco mi sembra carino... Forse lo proverò