...

Prinny 1•2: Exploded and Reloaded, Recensione: in marcia con i pinguini dinamitardi

Prinny 1•2: Exploded and Reloaded, Recensione: in marcia con i pinguini dinamitardi

Metti mi piace!
2 1

Un bislacco e curioso viaggio tra una vivace oscurità e un pauroso divertimento: è questa l’avventura promessa e offerta da Prinny 1•2: Exploded and Reloaded, doppietta di titoli videoludici messa a punto e distribuita dalla casa di sviluppo nipponica Nippon Ichi Software, Inc. e dalla statunitense NIS America.

Dopo aver fatto deflagrare il proprio stravagante universo su PlayStation Portable nei lontani 2009 e 2010, questi platform 2D a scorrimento orizzontale sono migrati ora sulla console ibrida della grande N. I due titoli catapultano i giocatori in selve tenebrose, imponenti fortezze, spiagge assolate e chi più ne ha più ne metta. Tutte queste ambientazioni appartengono a un mondo popolato da strane e malvagie presenze: i demoni!

Carini ed esplosivi, ragazzi, carini ed esplosivi!

Coloro che si apprestano a immergersi nel viaggio di Prinny 1•2: Exploded and Reloaded saranno chiamati a vestire i panni dei Prinny, vale a dire dei paffuti e goffi pinguini azzurri con le gambe di legno e due esili alucce da pipistrello. Tali piumati blu, in realtà, rappresentano la reincarnazione demoniaca delle anime dei ladri, dei traditori e dei criminali, i quali sono stati confinati a Netherworld (il mondo delle creature oscure) in tali umili e misere spoglie per espiare le colpe commesse nella loro vita terrena.

Il destino dei Prinny è relegato a una perenne e scomoda condizione di servitù. Nella fattispecie, essi sono chiamati a soddisfare ed esaudire ogni minimo vezzo o capriccio dell’irruente e focosa Etna, la regina dei demoni sempre pronta a far saltare in aria qualche pennuto qualora la sua vita subisca anche il più piccolo intoppo.

I Prinny sono al servizio di Etna, regina dei demoni

Che sia un dolce terminato o un paio di mutandine rubate, la prosperosa e irascibile sovrana dei demoni è sempre sul punto di far divampare un incendio, spedendo i pinguini negli angoli più remoti di Netherwold per recuperare il maltolto a spese delle altre terrificanti entità che infestano questi tenebrosi luoghi.

Una legione di 1000 impavidi pinguini, dunque, intraprenderà imprese eroiche e gesta rocambolesche con l’unico intento di placare l’animo risentito della loro padrona e solo il loro ardore sconclusionato e il loro coraggio strampalato potrà salvarli da una mesta e detonante fine.

Kaboom? Sì, Prinny, Kaboom!

Nei due capitoli pressoché analoghi di Prinny 1•2: Exploded and Reloaded il giocatore dovrà fare i conti con la natura esplosiva dei pinguini che sarà chiamato a interpretare e guidare fino alla loro meta finale. In ogni caso, sarà necessario tenere a mente solo poche cose per intraprendere questa avventura.

In effetti, i Prinny potranno essere diretti indipendentemente dai pulsanti di movimento o dalla levetta del Joy-Con sinistro e salteranno mediante il tasto B, che premuto due volte consentirà loro di eseguire un doppio balzo. Tenendo premuto il pulsante di movimento in basso in combinazione con B mentre si è in aria, invece, i pennuti eseguiranno una schiacciata devastante con il loro fondoschiena, mentre con il tasto Y potranno dare seguito a una serie di combo utilizzando dei coltelli da sushi e con X potranno afferrare e scagliare le bombe presenti nell’ambientazione.

Prinny tutorial

Il tutto potrà essere assimilato grazie ai tranquilli tutorial presenti all’inizio di ogni titolo, che permetteranno di apprendere con serenità tutto il necessario. Uno dei pochi elementi di diversità tra il primo capitolo e il suo successore è costituito dalla funzione Break Mode, una sorta di versione berserk di Prinny presente nel secondo titolo e che gli consentirà per un periodo limitato di tempo di essere praticamente devastante.

Il viaggio tra le gesta dei piumati azzurri, peraltro, potrà essere condotto in base a diversi livelli di difficoltà. Mentre in Prinny: Can I Really Be the Hero? si potrà procedere nelle modalità Standard Mode e Hell’s Finest Mode, in Prinny 2: Dawn of Operation Panties, Dood! alle già citate modalità si va ad aggiungere la Baby Mode. Ciò che distingue le differenti versioni di approccio al gioco è il numero di colpi che il Prinny deve subire prima di finire irrimediabilmente carbonizzato, numero che va da un massimo di 3 nel caso della modalità più facile a 1 in quella più ardua.

Per raggiungere il successo, il giocatore dovrà farsi largo nei diversi scenari di cui si compone il gioco districandosi tra le asperità dell’ambientazione e i suoi abitanti, che spaziano da mele marce possedute da lombrichi a ceppi di legno semoventi, da ammassi volanti informi ad ammalianti figure demoniache femminili. Procedendo di piattaforma in piattaforma e sfruttando i vari check-point disseminati lungo il percorso, Prinny giungerà fino a un mostruoso varco ultra-dimensionale, che lo trasporterà direttamente al cospetto del boss finale di turno per strappargli via il prezioso oggetto che custodisce, ma non prima di averlo sconfitto.

Lasciati stregare da tetre quanto variopinte esplosioni di colore

Il comparto grafico risulta una nota positiva dei titoli, che riescono a fondere armoniosamente elementi tradizionalmente bidimensionali ad altri, invece, che emergono in tutto il loro volume e in tutta la loro profondità. Le scelte stilistiche e una cromia ben dosata e accattivante producono un risultato piacevole, che rimane impresso nell’immaginario dei fruitori grazie a un buon impatto visivo.

Prinny

Un commento doveroso, peraltro, va fatto ai personaggi che si muovono a Netherworld, dato che risultano ben caratterizzati e delineati perfettamente nelle loro peculiarità, che vanno dallo spirito sconclusionato e audace dei Prinny all’indole imperscrutabile di Etna, passando per l’aggressività e la spocchia dei vari demoni che fungono da boss.

A completare il quadro ci pensa la colonna sonora, che con motivi scanzonati e allegri accompagna il giocatore per tutta la durata della sua odissea.

TNT su Nintendo Switch

L’esperienza di gioco è stata condotta sulla console ibrida della casa di Kyoto tanto nella modalità docked quanto nella versione portatile, non riscontrandosi particolari pecche o difetti: entrambi i titoli filano fluidi di livello in livello, non richiedendo tuttavia chissà quali sforzi alle grandi capacità di Nintendo Switch.

Conclusioni

Prinny 1•2: Exploded and Reloaded rivisita e aggiorna due titoli concepiti per PSP, portando il suo spirito originale e a tratti sopra le righe sugli hardware della grande N: pur non essendoci chissà quali cambiamenti o innovazioni dalle precedenti versioni e tra un capitolo e l’altro, entrambi i platform promettono alcune ore di divertimento e ilarità, che consentiranno al contempo di mettersi alla prova con sfide non sempre semplici da superare.

Prinny astronave

Qualora vogliate saggiare le proprie abilità in un mondo davvero bizzarro e misterioso, farvi due risate in compagnia della divisione di eroi più strampalata che ci sia o siate appassionati di esplosioni continue, questi due titoli potrebbero fare al caso vostro: Prinny 12: Exploded and Reloaded sarà disponibile sul Nintendo eShop a partire da venerdì 16 ottobre al prezzo di 19,99€ ciascuno.

Voto: 8

Storia brillante e originale
Sapiente uso del comparto grafico e sonoro
Ottima caratterizzazione dei personaggi
Assenza quasi totale di novità tra capitoli
Difficoltà non sempre dosata in modo ottimale
Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!
Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Giovanni Imperio
Tocca per altri articoli