...
Red Wings: Aces of the Sky, Recensione: la guerra dagli occhi di un pilota di aerei

Red Wings: Aces of the Sky, Recensione: la guerra dagli occhi di un pilota di aerei

Metti mi piace!
1 1

Il periodo della Prima Guerra Mondiale ci è stato raccontato solo tramite i libri di storia, ma non sappiamo cosa provassero i direttamente coinvolti in quei terribili eventi. Quindi, come si sentiva un pilota di aerei di quell’era? Con Red Wings: Aces of the Sky possiamo farci un’idea di cosa si passasse, impersonando un pilota della Triplice Alleanza o della Triplice Intesa, nel gioco prodotto da All in! Games.

I piloti al tempo della Prima Guerra Mondiale

La Prima Guerra Mondiale è nel bel mezzo del suo svolgimento. Mentre le battaglie tra le armate continuano sul campo di battaglia, anche i cieli diventano uno scenario di guerra: delle spettacolari lotte aeree senza controllo tra la Triplice Intesa e la Triplice Alleanza sono sopra le teste di tutti. L’unico obbiettivo di questi piloti temerari è quello di eliminare il nemico e prevalere sulla fazione avversaria, senza lasciare a questi alcun barlume di speranza e di ripresa.

Una volta entrati sempre di più nella mente del soldato-pilota, si può cominciare a intravedere uno sviluppo nel suo modo di pensare; vuole veramente continuare con questa guerra? Tutto questo è veramente necessario? A quale gloria si sta puntando? Purtroppo, nonostante la crescita di coscienza, la guerra non può essere fermata da un unico uomo o dal suo pensiero, che non esprime, obbedendo agli ordini a testa bassa. Red Wings: Aces of the Sky è tutto questo, un viaggio nella mente di un pilota di aerei ai tempi della Prima Guerra Mondiale, che non ha altra scelta se non quella di combattere contro uomini uguali a lui.

Scontri a fuoco tra i cieli

Tutto quello che deve fare Red Wings: Aces of the Sky è dare la sensazione al giocatore di essere coinvolto nell’azione, lanciandolo nella mischia di aerei e dirigibili che costellano i cieli; bene, il gioco riesce troppo bene nel suo intento, eccessivamente. Nonostante sia per noi che per gli avversari ci siano degli alleati, quelli dalla nostra parte non sono così svegli e molto spesso sono visibili nel campo di battaglia con danni molto gravi e prossimi all’eliminazione, non riuscendo a buttare giù neanche gli aerei nemici più deboli. Al contrario la fazione opposta a noi si concentra solo sul giocatore, che spesso si ritrova in raffiche di proiettili facilmente schivabili una volta sola, ma non di più.

I comandi di gioco sono fatti per essere fedeli a un vero aereo, e questa sensazione è ancora più ravvisabile se si sta giocando sulla versione standard di Nintendo Switch grazie al motion control. Potremo cambiare la velocità progressivamente (questa viene mostrata in un’interfaccia posizionata nell’angolo basso sinistro dello schermo, che ci mostra anche i danni subiti, quanta benzina rimane e una mappa dello scenario), direzionare l’aereo muovendo la levetta sinistra verso il basso per salire e verso l’alto per scendere (questo se si scelgono i comandi invertiti) e c’è molto da gestire, come la temperatura della nostra mitraglietta.

Red Wings

Potremo anche sbloccare e potenziare delle abilità: il Tonneau a Botte ci permette di fare dei volteggi in aria per schivare la raffica nemica o per distruggere chi ci viene addosso senza che il nostro aereo subisca danni; l’Inversione Rapida, che, come dice il nome stesso, permette al giocatore di fare una manovra veloce, in modo tale da poter tornare sui propri passi rapidamente; la Squadriglia, con la quale potremo richiamare i nostri compagni per lanciarli contro i nemici in un attacco kamikaze; Abbattimento Fatale, una specie di colpo finale, con il quale eliminare un nemico con molti danni. Altre abilità sono quelle specifiche per certe missioni, come la capacità di ricaricare le bombe più velocemente o l’individuare sulla mappa i punti di ricarica del carburante e della riparazione dei danni. Queste possono essere acquistate attraverso i punti raccolti in ogni missione.

Red Wings

Le modalità di gioco sono due, storia e sopravvivenza (giocabili anche in multiplayer locale), più un tutorial; il giocatore non deve aspettarsi molto dalla storia, dato che le missioni, dopo il primo capitolo, sono sempre le stesse, in un ciclo che diventa un po’ ripetitivo se non fosse per la difficoltà che aumenta sempre di più (cosa comunque combattuta dallo sblocco di nuovi aerei, ottenibili dopo un certo numero di livelli giocati, insieme a diverse skin con le quali personalizzare il proprio veicolo). La modalità sopravvivenza, completamente separata dalla storia, permette di giocare cercando di sopravvivere per più tempo possibile. L’azione sullo schermo di gioco è veloce quando si entra nel fuoco nemico ma in generale il ritmo è lento, il che non è assolutamente un difetto; è da ricordare che si sta guidando un aereo degli ultimi anni dell’800, con tecnologia ancora vecchia.

Grafica e suono – Una sensazione un po’ old school

La grafica di Red Wings: Aces of the Sky è piuttosto particolare, ma di certo non dà la sensazione di essere moderna; questo non è un male, perché nonostante l’aria retro, questa si sposa perfettamente con le ambientazioni e il contesto del gioco. Non si cerca il realismo, almeno non troppo; la sensazione è quella di una grafica un po’ cartoonesca, al punto che talvolta sembra di giocare tra le pagine di un fumetto. Il comparto sonoro non fa impazzire; non sembra essere adeguato all’azione su schermo ed è piuttosto piatto, non troppo coinvolgente, con il giocatore che magari durante i suoi scontri a fuoco tra i cieli cerca una musica adeguata, non troppo scoppiettante ma che dia almeno una sensazione di drammaticità.

Red Wings

Conclusione

Tutto sommato, Red Wings: Aces of the Sky è una bella simulazione di lotte aeree e fa bene il suo lavoro, coinvolgendo intensamente il giocatore per le prime ore di gioco, dopodiché comincia a stancare un po’ per le sue missioni ripetitive. Comunque, è bello vedere questa parte di storia raccontata in questo modo, dagli occhi di un protagonista. Per gli appassionati di simulazioni aeree, questo gioco potrebbe essere una vera e propria chicca.

Voto: 7

Battaglie coinvolgenti per il giocatore;
Animazioni fluide;
Comandi facili da capire.
Missioni ripetitive;
IA alleata poco efficace;
Comparto musicale poco coinvolgente.
Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Manuel Gagliano
Tocca per altri articoli