...

[RECENSIONE] Disaster Report 4: Summer Memories, crea la tua storia

[RECENSIONE] Disaster Report 4: Summer Memories, crea la tua storia

Metti mi piace!
2 2

Come vi comportereste durante una catastrofe naturale, come un terremoto? Se volete dare una risposta a questa domanda, Disaster Report 4: Summer Memories può essere un buon mezzo per simulare le vostre reazioni. Prodotto da Granzella Inc. e distribuito da NIS America, questo titolo è il quarto della serie dedicata ai terremoti in Giappone.

Chi vuoi essere?

In Disaster Report 4: Summer Memories la prima scelta da compiere è quella del comportamento del giocatore, in cui viene chiesto come si affronterebbe l’emergenza di un evento sismico. In seguito si potrà proseguire con la selezione del sesso del personaggio e la sua personalizzazione (inizialmente si possono cambiare volto e capelli). A questo punto la storia comincia su un bus, la meta è decisa dal giocatore ma questo non ha alcuna importanza, dato che, dopo aver effettuato le prime scelte, un fortissimo terremoto colpisce la città e in un attimo i dintorni cambiano drasticamente. Tra le macerie dei palazzi il compito del protagonista è quello di uscire il prima possibile dal posto, o morire provandoci, cercando di aiutare più persone possibili o se stessi, facendo delle scelte che cambiano il modo in cui gli altri personaggi pensano del giocatore.

Disaster Report 4

Gameplay tra le macerie

Nonostante l’idea dietro Disaster Report 4 sia buona, ciò non può essere detto del gameplay, che può dimostrarsi ostile ai giocatori che vogliono vivere un’esperienza fluida e senza particolari problemi. Durante il gioco è facile perdersi e non sapere più cosa fare, dove andare e a chi rivolgersi, dato che le interazioni con gli NPC sono fondamentali per trovare il prossimo obiettivo. Aggiungendo la difficoltà di movimento, che si presenta non poche volte, il tutto può diventare un po’ irritante dato che ciò rallenta e non poco il gameplay. Ma a rallegrare gli animi ci pensano la personalizzazione e alcune cutscene: la prima è molto buffa e se nella mappa si riescono a trovare gli strumenti giusti è possibile ottenere un protagonista vestito con degli abiti non proprio adatti alla situazione, con terremoti che si susseguono costantemente; le seconde sono surreali, talvolta comiche, ma soprattutto molto irrealistiche: se tutti pensassero, durante una catastrofe del genere, a truffare la gente o legarla in una stazione dei treni per molestarla, non si salverebbe nessuno.

Disaster Report 4

L’esplorazione prende una grande fetta del titolo, ma è quasi obbligatoria dato che, come detto prima, è facile che il giocatore si perda e sia costretto a esplorare. Durante il cammino è possibile trovare, però, delle chicche: bussole (se ne ha già una all’inizio del gioco) e abbigliamenti che si trovano in posti specifici e danno una nota di colore al gioco, mentre altri oggetti, come le borse, sono utili per collezionare sempre più cose. Come detto prima, il cammino del giocatore è basato sulle sue scelte: essere una persona altruista o completamente immersa in se stessa, senza dare spazio al bene degli altri? (si può anche flirtare con i personaggi). Il comportamento intrapreso dal protagonista è rappresentato dai punti morali e immorali: più se ne hanno di un tipo e più la personalità è influenzata.

Disaster Report 4

Grafiche e suoni non crollano

Il modo migliore per giocare a Disaster Report 4: Summer Memories su Nintendo Switch è in modalità docked: portatile non rende bene la grafica e il lag è incombente. Nonostante ciò, il titolo si mostra bene, con degli effetti grafici molto scenici ed efficaci: vedersi cadere addosso un intero palazzo fa sempre la sua figura. I personaggi sono abbastanza realistici, non solo nei volti ma anche nelle movenze (anche se alla scelta di presentarsi in modo “elegante” non tutti rispondono piegando le braccia in modo inumano), come gli scenari visitabili, che riprendono tratti di città giapponesi vere.

In un gioco, per trasmettere delle emozioni, non c’è sempre bisogno di una colonna sonora in sottofondo; Disaster Report 4 riesce a riempire in maniera quasi ottima il silenzio con effetti sonori, prodotti dalle scosse di terremoto e dalla caduta delle strutture, resi benissimo e che danno quel tocco di realismo in più, rendendo il giocatore veramente protagonista della situazione.

Conclusioni

Per finire, Disaster Report 4: Summer Memories è un gioco da prendere con le pinze: diverte ma a lungo andare, complici le difficoltà, tende a stancare. Buoni il comparto grafico, anche se ci vorrebbe una migliore ottimizzazione per la modalità portatile (giocato su Nintendo Switch Lite), e quello sonoro; da rivedere gli elementi di gameplay. Dal 7 aprile, il gioco è disponibile sul Nintendo eShop al prezzo di €59,99.

Voto: 6.5

Comparto grafico discreto.
Comparto sonoro buono.
Difficoltà nel gameplay.
Poche indicazioni per proseguire la storia.
Disorientamento.
Poca cura per la modalità portatile.
Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!
Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Manuel Gagliano
...

Bell'esempio di un gioco che parla di uno scenario post-catastrofe , sicuramente da giocare ma non in questo periodo 

Tocca per altri articoli