1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Nintendo

Nintendo sceglie eticamente le sue materie prime

Nintendo, in un’epoca di rivendicazioni feroci, decide di schierarsi assicurandosi di utilizzare minerali non legati a attività controverse.

di 
   · 1 min lettura Nintendo
Metti mi piace!
2

Nintendo è spesso stata un’azienda attenta alle questioni etiche e sociali, come dimostra la sua attenzione all’equità sull’ambiente di lavoro. In un’epoca dove l’attenzione ai diritti umani è più alta che mai, sulla scia del movimento Black Lives Matter, è assolutamente importante cercare di utilizzare materiali “etici”. Infatti non è passato molto tempo dalla controversia sul cotone prodotto dagli Uiguri, che ha causato pubblicità negativa a grandi brand dell’abbigliamento. Per questo Nintendo si è voluta assicurare di utilizzare minerali che non finanziano attività illecite.

Nintendo infatti ha fatto sapere di cercare, sempre con maggiore forza, di evitare di utilizzare materie prime che finanzino conflitti o abusi su umani. In un report generale apparso su gamesindustry.biz si nota come le compagnie tecnologiche cerchino in blocco di evitare controversie scegliendo con cura le loro materie prime. In particolare l’azienda eviterebbe totalmente i paesi con situazioni lavorative controverse.

Nintendo

Scorrendo tutta la lista di fornitori della grande N infatti solo un piccolo sito in Ruanda è appartenente a paesi nella lista nera europea. C’è da dire che questo approccio tende a nascondere la polvere sotto al tappeto piuttosto che schierarsi in prima persona. L’azienda di Kyoto infatti, così facendo, sceglie di non sfruttare il proprio grande potere mediatico. Evitando le zone calde infatti certamente non finanzia attività illecite, tuttavia non aiuta nemmeno i fornitori “onesti” che non violano i diritti umani.

In ogni caso l’azione di Nintendo resta lodevole, dissociarsi dallo sfruttamento e dai soprusi infatti è sempre la scelta giusta. Se tutte le grandi aziende seguiranno il loro esempio, anche a scapito del profitto, sicuramente si potrà fare un grande passo verso un mondo più giusto ed etico. Con uno sforzo collettivo, dalle aziende al consumatore, sarà infatti possibile garantire migliori condizioni di lavoro per tutti, scegliendo consapevolmente i prodotti che acquistiamo.

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia