Nintendo

Il porting di Android su Nintendo Switch è quasi maturo

Come alcuni di voi forse ricorderanno, lo scorso mese di febbraio riportammo in un articolo i primi passi di un progetto (realizzato da sviluppatori indipendenti) volto a trasformare Nintendo Switch in una sorta di tablet basato su Android AOSP (Android Open Source Project).

In questi quattro mesi gli sviluppatori hanno continuato a lavorare duramente su questo ambizioso lavoro e il livello raggiunto è davvero interessante.

Dopo una primissima alpha in cui la console a malapena riusciva ad accendersi e una seconda versione in cui Switch si avviava ma senza poter sfruttare la maggior parte della sua componentistica, la terza fase del progetto inizia a mostrare dei risultati – in termini di usabilità – davvero concreti.

La console infatti, oltre ad avviarsi, può ora contare anche sulla piena funzionalità di alcuni componenti chiave quali il display touch, i sensori relativi alla connettività Wi-Fi e la parte audio.
Inoltre, app come Google Chrome, Discord e diversi giochi realizzati per la piattaforma Nvidia SHIELD TV (che condivide lo stesso processore e GPU) sono perfettamente funzionanti.

Gli sviluppatori hanno comunicato che i prossimi step del progetto saranno indirizzati alla correzione dei problemi di incompatibilità con hard disk USB e Joy Con, l’auto-rotazione del display e ottimizzazione della recovery TWRP (mostrata nel tweet riportato in alto).

In soli pochi mesi si è passati da una sorta di costoso fermacarte a forma di Nintendo Switch ad un tablet Android quasi funzionante.
Riusciranno secondo voi gli sviluppatori a completare questo ambizioso progetto?

Articolo di Renato Verrillo

Speciali

Commenti

...
Roxua 17/06/2019 16:13:13

Sarebbe interessante farlo partire in Dual Boot. Altrimenti mi compro direttamente un Tablet Android con 300 €

...
Luny 17/06/2019 17:32:46

Ottimo! Allora si coglie al momento opportuno!

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)