Nintendo

Nintendo rimuove un gioco dall'eShop: nascondeva un editor di codici

Nintendo segue delle linee guida ben definite per quanto riguarda i giochi pubblicati dai suoi studi interni o dalle terze parti. Anche per questo, la notizia riguardante la rimozione dal’eShop di Nintendo Switch di un titolo indipendente risulta comunque piuttosto singolare.

L’azienda giapponese ha infatti eliminato il gioco A Dark Room dallo Store della console, dopo che il suo sviluppatore ha rivelato che contenesse un editor di codici. Amir Rajan, questo il suo nome, ha svelato tramite social network l’esistenza di un Interpreter Ruby nascosto nel titolo sopra citato, segno che probabilmente egli non avesse cattive intenzioni, dal momento che non ha neanche provato a nascondersi.

Il Ruby è un linguaggio di programmazione di alto livello e A Dark Room avrebbe tramutato la console ibrida della grande N in una Ruby Machine. In teoria, i giocatori avrebbero così avuto modo di scrivere e avviare le proprie applicazioni personalizzate sull’hardware, senza necessità di hacking. Queste sarebbero rimaste legate al prodotto di Rajan e disponibili solo nel caso in cui questo ultimo fosse stato in funzione. L’autore sembra apparentemente guidato da una buona dose di ingenuità, tuttavia l’esistenza di un editor di codici all’interno dei file di un gioco è una pratica vietata, pertanto l’azienda ha provveduto a toglierlo dal Nintendo eShop.

A Dark Room si presentava come un’avventura testuale molto particolare che puntava a stimolare l’immaginazione dell’utente. Uscito appena lo scorso aprile, il titolo non è più disponibile in alcuna versione e al momento non è chiaro se tornerà a essere commercializzato futuro.

Articolo di Maria Enrica

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)