Un designer immagina come sarebbe il Game Boy con la tecnologia moderna

0
2888

La storia di Nintendo si lega, inscindibilmente, alle sue console portatili.
Se nei tempi recenti la fortuna dell’azienda di Kyoto ha potuto beneficiare dell’immenso successo ottenuto dalla famiglia Nintendo 3DS, è innegabile come il nome Game Boy evochi nell’immaginario collettivo il primo, vero esempio di console portatile ricchissima di contenuti e pensata per l’intrattenimento di giocatori di ogni età.

Considerando che, al giorno d’oggi, l’hardware, il form-factor e il software siano ampiamente superati dalle piattaforme di nuove generazioni, è interessante pensare a come potrebbe essere l’aspetto dell’iconico Game Boy se venisse lanciato proprio nel periodo storico contemporaneo in cui stiamo vivendo, con tutte le dotazioni tecnologiche di cui è possibile disporre attualmente.

Tale idea è alla base del prototipo virtuale (non ufficiale) denominato Nintendo Flex, realizzato dal designer industriale YJ Joon.

La console pensata da Joon mantiene il form-factor che ha reso un’icona il primissimo Game Boy ma include diverse migliorie che la rendono competitiva per il mercato odierno.
Tra queste un display ben più ampio dell’originale e curvo, in modo da favorire l’immersività dell’esperienza di gioco, cartucce molto più piccole delle originali, presenza di uno stilo simile a quello della famiglia Nintendo 3DS e batteria integrata ricaricabile.

Di seguito vi mostriamo alcune immagini di questo interessante prototipo:

Cosa ne pensate di questo Game Boy futuristico? Lo comprereste se fosse disponibile sul mercato?

Commenti dal forum

Discutine sul forum