CEO di Nintendo Russia dà di matto in diretta, aperta la petizione per il suo licenziamento

1768

Sfortunatamente, apprendiamo di recente che la sede russa di Nintendo non versa affatto in una buone condizioni, attualmente. Le vendite nella nazione più grande del mondo sono relativamente scarse, da un po’ di tempo a questa parte le quotazioni in borsa stanno subendo un ribasso, e gran parte del fiasco commerciale sembrerebbe essere causato dalla grave incompetenza dipartimento di marketing della filiale.

Ma di chi sarebbe la colpa di tutto questo? La maggior parte dei fan punta il dito contro Yasha Haddaji, CEO di Nintendo of Russia, soprattutto per la situazione disastrosa in cui versa la divisione da ogni punto di vista. L’amministratore delegato è in sostanza accusato di abuso di potere, maltrattamenti ai dipendenti, decisioni economiche di dubbia pertinenza e altro ancora. Sono molto pesanti le accuse che aleggiano sulla sua persona, e ancora più grave è il fatto che i suoi discutibili comportamenti sembrano in realtà perpetrarsi da diverso tempo, dal momento che nessuno pare abbia anche solo il coraggio di contestarlo.

Nonostante queste pesanti confessioni siano state condivise tramite un sito russo attendibile dedicato all’informazione videoludica, non siamo ovviamente certi che tutte le voci che circolano sul conto del CEO siano assolutamente vere. Tuttavia, un chiaro esempio dei pessimi modi di Haddaji è stato catturato dal vivo durante uno streaming ufficiale.

Nintendo of Russia ha infatti realizzato qualche tempo fa una live streaming a Level Up Days, evento di tre giorni in cui i partecipanti hanno la possibilità di giocare ai titoli Nintendo e di partecipare ai tornei ufficiali. Il primo giorno di diretta ha, però, avuto dei seri problemi tecnici; si sono verificati, cioè, degli inaspettati intoppi che hanno rallentato e bloccato temporaneamente la live, a discapito di chi la diretta la stava gestendo e di chi la stava guardando interessato.

Ed è perciò proprio a causa di questi inconvenienti che il CEO di Nintendo of Russia ha perso totalmente le staffe: nei video che vi proponiamo è possibile vedere Haddaji perdere la pazienza, maltrattare e insultare senza ritegno i suoi dipendenti durante la sfortunata live.

Questo gravissimo episodio è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Sono anni ormai che i fan russi appassionati dei prodotti Nintendo si vedono coinvolti in una situazione insostenibile; il dipartimento di marketing fa acqua da tutte le parti, continuando a proporre pessime strategie che hanno successivamente portato a una drastica diminuzione della distribuzione dei prodotti in Russia – tra i quali anche le carte del GCC Pokémon. Ed è anche per questo, quindi, che gli appassionati russi hanno deciso finalmente di fare qualcosa per cambiare la situazione.

Su change.org è stata infatti aperta di recente una petizione che mira al licenziamento di Haddaji, e che spera così di far tornare Nintendo of Russia una filiale competente e in grado di venire incontro non solo ai propri dipendenti, ma anche ai clienti affezionati dei suoi prodotti.

Nintendo of Russia non ha ancora rilasciato alcun tipo di dichiarazione, a risposta di tale movimento contro il CEO, ma appena verremo a conoscenza di ulteriori sviluppi della faccenda, vi faremo ovviamente sapere.

Alias Hypnotic Soul, è una grande appassionata di Pokémon. La sua avventura è cominciata a Kanto, con Pokémon Giallo all'età di 9 anni, e continua tuttora all'interno della Community. Come ogni anima ipnotica che si rispetti, predilige i tipi Psico, Buio e Spettro. Lei non cerca il principe azzurro, ma un Gengar con il quale trascorrere le notti...a mangiare i sogni della gente!

Commenti dal forum

Discutine sul forum