Nintendo

Nintendo ha grandi mire sui giochi per dispositivi mobili

Pochissimi giorni fa Nikkei ha pubblicato un’intervista in cui il presidente uscente di Nintendo, Tatsumi Kimishima, ha spiegato i motivi che l’hanno spinto a scegliere Shuntaro Furukawa come suo successore. Nello stesso articolo, il presidente entrante si è soffermato sugli obiettivi verso i quali intende dirigere l’azienda durante il suo mandato. Tra questi figura l’espansione dell’influenza di Nintendo nel mercato dei giochi pensati per dispositivi mobili.

Ultimamente, i profitti di Nintendo sono aumentati soprattutto grazie al successo di Switch, le cui vendite sono ormai affermate in circa 50 mercati diversi, ma anche la strada sperimentale dei giochi per smartphone e tablet ha già iniziato a dare i suoi frutti. Per un leader che punta all’aumento delle prestazioni dell’azienda in più campi possibile come Furukawa, i titoli pensati per dispositivi mobili sembrano essere una carta vincente. Parlando di numeri, Nintendo punterà a fare di questi giochi un giro d’affari del valore di 100 miliardi di yen (circa 900 milioni di euro).

Ecco le parole di Furukawa riferite ai giochi per smartphone e tablet:

“L’idea che possa nascere qualcosa che si trasformi in qualcosa di importante, come per i giochi per console, è la definizione stessa del lavoro di Nintendo. Posso dire che non ce ne sono altri come Pokémon GO.”

È poi Kimishima a spendere un pensiero proprio su Pokémon GO:

“Pokémon GO, che ha trasformato la storia e il gameplay in favore degli smartphone, è stato un’enorme soddisfazione.”

L’estensione ad altri mezzi, però, non metterà di certo in ombra la dedizione di Nintendo alle console e ai videogiochi pensati per queste. Furukawa ha infatti evidenziato come, per oltre trent’anni, l’azienda abbia venduto i propri prodotti pressoché sempre nelle stesse aree di America, Europa e Giappone, per questo uno dei nuovi obiettivi della grande N sarà l’espansione ad altri territori, in particolare per quanto riguarda il Medio Oriente e il sud-est asiatico.

Offerte Amazon

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Gloria Costanzo

Speciali

Commenti

...
Carl-J90 05/05/2018 14:18:49

Spero, sinceramente e vivamente, che Nintendo punti a un'espansione nel settore mobile tale che non diventi un vero e proprio spostamento una volta finito il successo di Switch!

Comprendo che la Nintendo si debba adattare al mercato e agli interessi delle persone, ma, che io sappia, coloro che giocano mobile sono per lo più casual gamers, ossia giocatori che tendenzialmente si interessano a un gioco mobile per breve tempo o fin quando ne dura la moda(Pokémon Go docet)...spero che la Nintendo non scelga di puntare sul mobile allettata dall'enorme quantità di casual gamer che vi bazzicano lasciando indietro i fan che si porta dietro da anni o che si sta facendo tutt'ora tramite Switch! >.<'

...
WaiLore01 06/05/2018 09:47:33
20 ore fa, Carl-J90 ha scritto:

Spero, sinceramente e vivamente, che Nintendo punti a un'espansione nel settore mobile tale che non diventi un vero e proprio spostamento una volta finito il successo di Switch!

Comprendo che la Nintendo si debba adattare al mercato e agli interessi delle persone, ma, che io sappia, coloro che giocano mobile sono per lo più casual gamers, ossia giocatori che tendenzialmente si interessano a un gioco mobile per breve tempo o fin quando ne dura la moda(Pokémon Go docet)...spero che la Nintendo non scelga di puntare sul mobile allettata dall'enorme quantità di casual gamer che vi bazzicano lasciando indietro i fan che si porta dietro da anni o che si sta facendo tutt'ora tramite Switch! >.<'

Parole sante.

Sinceramente trovo giá assurdo che nelle sue scelte commerciali Game Freak, continui dopo 20 anni a indirizzare il brand Pokemon soltanto ai bambini, ignorando la grande fetta di fan storici. Figuriamoci poi i casual gamers. Pokemon Go é stato l'esempio perfetto di quello che Pokemon NON dovrebbe diventare. Un gioco di tendenza a cui per un po giocano tutti e che poi viene gradualmente abbandonato. Senza contare che al giocatore medio su mobile, del brand e di tutto quello che c'é dietro o non gli importa niente, o non ha nemmeno idea di cosa si tratti. Classico vedere uno al telefono su Pokemon Go, che sembra un grande esperto, e poi scambiandoci due chiacchere, ti rendi conto che non ha la minima idea di cosa siano regioni, capipalestra, metodi evolutivi e via dicendo...

Un gioco Pokemon mobile dovrebbe servire ad avvicinare la gente al brand, ma rimanere sempre legato ai giochi su console. Se un gioco mobile si slega dalla serie principale, diventa qualcosa a cui si puó giocare senza un minimo di preparazione o interesse. Cosí non si fa altro che semplificare e massificare il mondo Pokemon, e il livello del giocatore medio non fará che abbassarsi.

Se davvero Nintendo vuole gettare i suoi piú grandi lavori in balia di casual gamers e della moda del momento, ci pensi bene...

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)