Nintendo Switch è ora utilizzabile anche sdraiati sul letto

La storia della simpatica trovata nata su Twitter

1986

Che Nintendo Switch sia una console estremamente versatile è stato chiaro fin dal giorno della sua prima presentazione al pubblico, rimasto profondamente sorpreso e incuriosito dalla ventata di novità che la console ibrida avrebbe presto portato nel mondo videoludico. Sembra che l’esplorazione delle sue potenzialità sia ancora lontana dall’esaurirsi, anche grazie all’inventiva di alcuni giocatori, capaci di realizzare idee originali e divertenti. L’ultima riguarda la possibilità di giocare con la più recente console Nintendo stando direttamente sdraiati a letto.

La trovata risale a poco dopo l’annuncio di Nintendo Switch, quando la videogiocatrice giapponese @kitanaimo ha pubblicato su Twitter questo bozzetto in cui immaginava un modo per utilizzare la console da sdraiati tenendo i Joy-Con in mano.

Ad oggi, a quasi due anni di distanza, un’altra utente di Twitter, @elmerelmer, ha trovato un modo pratico di mettere in atto l’idea disegnata da @kitanaimo utilizzando il già esistente supporto per tablet noto come Tryone Gooseneck, e ha pubblicato su Twitter delle foto in cui mostra come ha montato lo speciale cavalletto, tra cui una visuale soggettiva durante l’utilizzo della console.

Insieme alle foto, la fantasiosa giocatrice ha pubblicato anche questo carinissimo disegno che la ritrae mentre sfrutta la sua creazione.

Chi non è mai stato combattuto, magari dopo un’estenuante giornata di lavoro o di studio, tra la voglia di godersi una meritata partita al proprio gioco preferito e il bisogno fisiologico di cedere alla stanchezza e coricarsi sotto le coperte? Questa trovata rappresenta sicuramente un interessante compromesso per i giocatori stanchi, ma anche per quelli irrimediabilmente pigri.

Chi fosse interessato a provare un’esperienza di gioco particolarmente rilassante può acquistare supporti simili con meno di 20 euro su Amazon Italia.

Classe 1993, si appassiona al mondo dei Pokémon grazie al debutto della serie animata nel gennaio 2000. Consegue una laurea in Arti Visive all'Accademia di Belle Arti Europea dei Media di Milano con una tesi totalmente sui Pokémon nel luglio 2016. Attualmente lavora come fumettista.

Commenti dal forum

Discutine sul forum