Nintendo

Rivelate importanti novità su Dragon Quest Builders 2

Nonostante Dragon Quest Builders sia stato pubblicato solo di recente su Nintendo Switch, il titolo della Square Enix ha ottenuto un successo straordinario. Un successo che ha spinto la casa produttrice a programmare, nel futuro prossimo, la release del nuovo capitolo, Dragon Quest Builders 2. Come riportato sul sito Gematsu, la rivista settimanale giapponese Famitsu ha intervistato Noriyoshi Fujimoto e Kazuya Niinou, rispettivamente producer e game director, che hanno voluto rivelare in anteprima delle indiscrezioni sul loro nuovo titolo, parlando di ciò che i videogiocatori potrebbero aspettarsi.

Secondo i due, la realizzazione di Dragon Quest Builders 2 è stata possibile solo grazie all’incredibile e inaspettato successo del primo capitolo. La Square Enix ha ricevuto numerose richieste da parte dei fan di inserire elementi che non era stato possibile includere nel primo capitolo, fra i quali, ad esempio, l’introduzione di una modalità multiplayer per quattro giocatori, la possibilità di avere un flusso d’acqua da altitudini più elevate e di poter fabbricare oggetti ancora più in alto.

Per il momento, sappiamo che la Square Enix ha deciso di incrementare la verticalità del secondo capitolo. Il mondo di gioco di Dragon Quest Builders 2 sarà, infatti, almeno tre volte più alto rispetto al suo predecessore. Sono state ridotte le limitazioni hardware, in modo da ottimizzare il gioco per PlayStation 4 e Nintendo Switch, e per gli utenti che hanno giocato al primo capitolo della serie su console Sony (PlayStation 4, PlayStation 3 e PS Vita) e Nintendo Switch sarà possibile importare i dati di salvataggio e ottenere un bonus speciale.

Non ci sono ancora conferme né smentite relative all’introduzione di una modalità multiplayer, ma sappiamo che gli sviluppatori sono alle prese con l’ideazione di “un’area di gioco che renderà l’esperienza fruibile in compagnia”. La programmazione del gioco è in fase beta e sono ancora presenti degli errori, errori che la Square Enix intende risolvere il prima possibile, mentre pare che l’aggiornamento del motore grafico abbia causato ritardi nel game design.

Nessuna indiscrezione invece sulla trama del titolo, se non per la presenza di un “giovane compagno di viaggio di nome Malroth”. Un nome che molti fan della saga potrebbe associare al mostruoso boss finale di Dragon Quest II, ma sembra che fra i due non ci sia alcun legame. La Square Enix non può ancora rivelare eventuali connessioni fra Dragon Quest Builders 2 e il suo predecessore, sappiamo soltanto che non sarà necessario giocare al primo capitolo per avere un’esperienza videoludica completa.

Basteranno queste informazioni a convincere chi ha amato il primo capitolo ad acquistare a occhi chiusi anche il suo sequel?

Articolo di Redazione

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)