Nintendo Switch Online avrà funzionalità ancora sconosciute al pubblico

La Grande N ha degli assi nella manica ancora da rivelare!

572

Nintendo ha recentemente annunciato, tramite il suo Managing Executive Officer Shinya Takahashi, che il ritardo nel rilascio dei servizi Nintendo Switch Online è dovuto, per suo dire, ad una funzionalità ancora non annunciata che sorprenderà gli utenti.

Come ormai sappiamo, i servizi online per Nintendo Switch sarebbero dovuti diventare a pagamento già a inizio 2018. Fino ad oggi non avevamo idea di cosa possa aver causato tale ritardo, se non un generico “voler migliorare l’offerta per i giocatori” pronunciato dal Presidente di Nintendo of America in persona, Reggie Fils-Aime.

Dopo mesi di silenzio a riguardo, il Presidente di Nintendo of Japan Tatsumi Kimishima ha dichiarato ciò che segue:

Vediamo i nostri servizi online come una componente in grado di diversificare i nostri giochi e il modo in cui vengono usufruiti dai giocatori, ed è proprio per questo che stiamo impiegando molte risorse nel loro sviluppo: per fare in modo che risultino graditi da tutti.
Per quanto riguarda il come renderli popolari, si tratta più di una questione di cosa offriremo e quanto gli utenti li considereranno appetibili piuttosto che trovare il meccanismo per renderli tali. Vi preghiamo di darci più tempo al fine di rilasciare maggiori informazioni a riguardo: quando lo faremo, penso che sarete d’accordo con le nostre scelte.

A seguire Shinya Takahashi ha dichiarato con sicurezza che:

Abbiamo delle idee su come rendere graditi i servizi Online a pagamento di Nintendo Switch, e penso proprio che il prossimo annuncio a riguardo ne sarà valso l’attesa.

La Grande N sembra aver chiara la sua strategia riguardo il suo ingresso nel mondo dell’online a pagamento tramite Nintendo Switch Online. Non resta che chiederci se una frase così tanto polarizzante sarà effettivamente in grado di convincere o causerà indignazione da parte del grande pubblico dopo la rivelazione di questa nuova funzionalità, restando in attesa di maggiori informazioni a riguardo.

Da piccolo fui posto davanti un bivio: videocamera o computer. Scelsi il secondo. Da allora mi chiedo come sarebbe adesso la mia vita se avessi scelto la videocamera. Profondamente radicato nel mondo dell'high-tech, del modding e dell'intrattenimento videoludico, estendo comunque i miei rami all'ambiente "vintage", dalla musica anni '30 alle console obsolete.

Commenti dal forum

Discutine sul forum