Nintendo

Il direttore artistico di ARMS svela a cosa si è ispirato per il design del gioco

ARMS, il nuovo titolo sviluppato dalla Casa di Kyoto per la sua nuova console ibrida, Nintendo Switch, è sugli scaffali di tutto il mondo da quasi una settimana. Il gioco presenta un design artistico molto particolare, sia per quanto riguarda i personaggi che le ambientazioni. Ma da dove viene l’ispirazione per tutto ciò?

Il sito Glixel ha avuto modo di intervistare Masaaki Ishikawa, direttore artistico di ARMS, a cui è stato chiesto proprio da dove derivano le idee per il comparto artistico del gioco.

D:
Lo stile artistico è molto distintivo, e in un certo senso è simile a quello di Splatoon. Qual è stata l’ispirazione per il design? C’è una connessione con il modo in cui appaiono i giochi Nintendo attuali?

R:
Dragon Ball ha certamente influenzato il nostro lavoro. Lo amavo quando ero bambino. L’altra grande influenza è stata Akira (serie manga del 1982, ndr).

In poche parole, Ishikawa è riuscito a importare la sua infanzia all’interno di questo titolo, riuscendo però a rendere il tutto moderno e dinamico grazie a Nintendo Switch e i suoi Joy-Con. Se però sperate di potervi trasformare in Super Saiyan e lanciare delle Kamehameha attraverso il motion control, ci tocca informarvi che, almeno su ARMS, non è possibile.

Per tutti coloro che, invece, sono ancora indecisi sull’acquisto di questo gioco, vi lasciamo con la recensione di Pokémon Millennium fatta dal nostro Cydonia, che potete trovare qui.

Articolo di Marco Sauta

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)