Nintendo

Bimba disabile riesce a giocare a Mario Kart 8 Deluxe grazie alla guida assistita

Sebbene molti giocatori non abbiano apprezzato la nuova funzionalità di guida assistita introdotta in Mario Kart 8 Deluxe per Nintendo Switch, questa ha tuttavia permesso a una bimba con problemi di coordinazione motoria di trascorrere interi pomeriggi insieme alla propria famiglia giocando al nuovo titolo Nintendo.

 

Mario Kart 8 Deluxe

 

La vicenda viene raccontata dal padre che, in un post di Reddit, condivide con il mondo la propria storia e quella della sua famiglia:

Ho tre figli di sette, quattro e tre anni. Quello di sette anni è capace di giocare normalmente e quello di tre in realtà no, ma gli piace maneggiare il controller e pigiarne i tasti. Tuttavia Molly, la bambina di quattro anni, ha avuto un ictus appena nata e la parte destra del suo corpo non è abbastanza coordinata: non riesce a manovrare il Joy-Con e ciò causava problemi per il gioco di gruppo. Beh, grazie alla nuova funzionalità di guida assistita presente in Mario Kart 8 Deluxe, ora può governare il dispositivo con la mano sinistra e permettere al gioco di guidare per lei o viceversa.

Il papà si rende tuttavia conto del fatto che a molti giocatori esperti possa risultare poco gradita un’opzione che, di fatto, annulla uno dei principali fattori di sconfitta all’interno del gioco. D’altro canto, però, afferma che per la sua bambina la nuova funzione è basilare per poterle permettere di godersi senza difficoltà le esperienze proposte dal titolo:

Sono sicuro che questa funzione sarà un disturbo per molti, ma per mia figlia, che altrimenti non potrebbe in alcun modo partecipare, è la miglior funzionalità mai aggiunta in un gioco di Mario Kart.

Dopotutto, l’impostazione non è particolarmente invadente in quanto può essere tranquillamente disattivata sin dall’avvio del gioco, quindi ogni giocatore può scegliere se utilizzarla oppure no. Al termine del post, il padre dimostra la propria felicità e il proprio apprezzamento verso Nintendo, che ha permesso a lui e alla sua famiglia di passare insieme pomeriggi all’insegna del gioco e dell’unione:

In questo momento Molly è seduta in salotto con il resto della famiglia, sbellicandosi dalle risate giocando a Mario Kart. Grazie a Nintendo, questo è un giorno che non dimenticherò mai.

La funzione è stata probabilmente creata per aiutare i bambini più piccoli a giocare senza grossi problemi a Mario Kart, ma questa nuova introduzione può anche essere vista come uno dei tanti piccoli passi che il mondo sta facendo per andare incontro alle persone con problemi di disabilità.

Possono dunque i videogiochi partecipare a questo difficile ma bellissimo percorso di integrazione sociale?

Articolo di Redazione

Offerte Amazon

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)