Mondo Pokémon

dAItto, l'intelligenza artificiale per il competitivo Pokémon

Un nuovo strumento a disposizione dei giocatori competitivi, dAItto è il progetto tutto italiano che mira a realizzare un’intelligenza artificiale realmente competitiva per i videogiochi Pokémon. Grazie a un’intervista rilasciata dai creatori di questa IA a Parliamo di Videogiochi, possiamo approfondire la questione.

Penso abbiate tutti colto l’etimologia del nome che collega il Pokémon Mutante, Ditto, alla sigla AI (Artificial Intelligence). Ci teniamo a presentarvi i creatori, nonché sviluppatori, Emanuele e Massimiliano, due ragazzi di Roma, laureati in Fisica e appassionati di programmazione.

Proprio da questa passione e dall’interesse sviluppato da questi due ragazzi nei confronti dell’intelligenza artificiale di Google, nasce il progetto che tenta di emularla. Il campo di applicazione doveva all’inizio riguardare i giochi di carte, ma la complessità di esecuzione e la popolarità del brand nipponico hanno portato gli sviluppatori a vertere verso il competitivo di Pokémon.

Scelta che si è però rivelata altrettanto ostica:

“Ci siamo completamente dimenticati – confidano i creatori di dAItto a Parliamo di Videogiochi – che si trattasse sì di un gioco a turni, ma in contemporanea. Prevedere le scelte dell’avversario e tutte le evoluzioni del gioco diventa quindi ancora più difficile, senza dimenticare che i giochi in simultanea non garantiscono il soddisfacimento dell’Equilibrio di Nash.”

Lo sviluppo è durato circa 8 mesi, passando da un primo prototipo in Python all’ultima versione in C++. Entrambi, inoltre, ci tengono a ricordare il fatto che siano i primi ad implementare un adattamento degli algoritmi del Metodo Monte Carlo in una tecnologia del genere.

Le regole sono semplici: il giocatore potrà affrontare l’intelligenza artificiale più difficile mai vista in Pokémon con un team casualmente scelto e uguale a quello dell’avversario. In futuro si vuole integrare la possibilità di scegliere il team, sia per l’utente che per l’IA. Sono attualmente presenti tutti i Pokémon di prima generazione, incluse le Forme Alola.

Diamo un’occhiata al funzionamento di dAItto nel video-dimostrazione di Th3 R3al Khaos:

The Pokemon artificial intellegence, dAItto

Do we have what it takes to defeat our toughest challenger?Pokemon artificial intellegence!join the discord, pop in and say whats up on stream!https://discord.gg/CWThBt8

Gepostet von Th3 R3al Khaos am Sonntag, 3. November 2019

L’ispirazione? Gli scacchi! Così spiega Massimiliano a Parliamo di Videogiochi:

“Gli scacchisti sono stati i primi a rendersi conto dell’importanza di un’IA competitiva per allenarsi e migliorare. Sempre gli scacchi hanno dimostrato, tra l’altro, che un’intelligenza artificiale avanzata può anche superare le abilità di un essere umano. Nell’ambito gaming, un’IA particolarmente evoluta può non solo aiutare i pro player ad allenarsi, ma anche a capire e correggere eventuali sbilanciamenti di gioco in tempi estremamente più brevi. Ciò che un umano capta in 100 partite, con un’IA lo capteresti in 10”.

Ma questo è solo l’inizio! L’obbiettivo è adattare questa nuova IA ad altri campi, nonché altri videogiochi. Si invitano perciò gli sviluppatori e programmatori di giochi di qualunque genere, interessati a testare un’intelligenza artificiale di questo tipo, a contattare il team tramite la pagina Facebook di dAItto o inviando una mail a daitto.ai@gmail.com.

Data la sempre maggiore attenzione verso il mondo competitivo Pokémon, ci teniamo ad augurare il meglio agli ideatori di questo progetto e speriamo di poter presto provare in prima persona dAItto per darvi le nostre prime impressioni!

Offerte Amazon

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Gaia Tornitore

Offerte Amazon

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

Commenti

...
Zem1992 05/12/2019 05:14:14

un vero studio approfondito 

Tutti i commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)