Mondo Pokémon

Pokémon ed educazione sessuale si incontrano in una lezione a scuola

Il brand Pokémon è vastissimo e tocca molti campi della vita quotidiana. Il franchise ha visto approdare sul mercato i più svariati oggetti per la casa, per gli hobby e i passatempi, per non contare le cose principali come videogiochi e serie televisive.

Oggi il famoso marchio nato in Giappone ha segnato una nuova spunta nella lista di possibili utilizzi che le creature tascabili possono dare: l’educazione sessuale. In una scuola anglofona, infatti, l’iconico motto “Gotta Catch’em All” si è trasformato in una lezione di vita. L’argomento toccato è molto delicato e riguarda le malattie sessualmente trasmissibili, dalle quali è molto importante mettersi in guarda con un’accurata e profonda informazione. La lezione di educazione sessuale che ne ha trattato ha avuto come centro il motto “Don’t Catch’em All” (letteralmente, Non Acchiapparle Tutte), rivisitazione di quello famosissimo del brand Pokémon. Inoltre, alcune delle malattie più importanti che possono essere trasmesse con i rapporti sessuali, come AIDS, sifilide, gonorrea ed epatite, hanno ricevuto un foglio personalizzato su un cartellone con Ash e il suo Charmander, pronti a mettere in guardia dai rischi di un’esposizione senza protezione.

Lo stile del cartello che, appena nella bacheca della scuola, vuole essere un prezioso avvertimento per chi lo legge, è indubbiamente datato poiché i due personaggi sono rappresentati nello stile di 20 anni fa, quando per la prima volta apparirono in televisione con la prima stagione della serie animata.

E voi, cosa ne pensate di questa idea rivoluzionaria?

Articolo di Martina Lembo

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)