Mondo Pokémon

La mascotte di Pikachu nella vita reale diventa una statuina grazie a Bandai

Chi non conosce la famosissima mascotte di Pikachu? Centinaia di persone, con indosso un costume che è diventato simbolo dell’intero brand Pokémon, sfilano per le strade delle città a ogni evento importante. I Pikachu sono sorridenti, identici tra di loro e, spesso, intrattengono il pubblico con danze, piroette e coreografia studiate alla perfezione, passo dopo passo.

L’azienda giapponese Bandai, terza al mondo nel settore di produzione di giocattoli, ha deciso di creare una nuova linea di statuine, ispirandosi alle mascotte del piccolo topo elettrico. Ognuna delle piccole figure è rappresentativa dei Pikachu che camminano per le strade e ne sono state create ben 6 varianti. Il Pikachu classico, senza ornamenti caratterizzanti, si affianca a 5 statuine differenti, in particolar modo nell’abbigliamento del Pokémon. Una delle creature tascabili, infatti, ha le orecchie ornate di fiori, una è vestita da marinaio e una da re, con tanto di coroncina sulla testa. Le ultime due statuine rappresentano un Pikachu con il musetto di Ditto e, infine, Mimikyu.

Tutte le statuette sono tanto piccole da essere contenute nel palmo di una mano ma, nonostante le dimensioni estremamente ridotte, sono dettagliatissime, create con dovizia di particolari e presentano la differenza che permette di distinguere le femmine dai maschi. Tutti i Pikachu sono, infatti, maschi a eccezione della statuina con i fiori sulle orecchie, che ha la parte finale della coda con la tipica forma a cuore del sesso femminile del Pokémon.

È possibile preordinare l’intero set di statuine esclusivamente sul sito giapponese del portale Amazon, cliccando qui. Le spedizioni avverranno ad aprile 2018.

E voi, cosa ne pensate di questa nuova linea di figure in miniatura?

Articolo di Martina Lembo

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)