Svelati ufficialmente i Pokémon protettori e i nomi delle isole di Alola!

0
11550

Attraverso un trailer pubblicato nel canale Pokémon Italiano ufficiale di Youtube, sono stati finalmente svelati ufficialmente gli attesissimi quattro Pokémon protettori delle isole di Alola!

Pokémon-sole-e-luna-guardiani

Oltre il già annunciato Tapu Koko, protettore dell’isola Mele Mele, sono stati così svelati Tapu Bulu, Tapu Lele e Tapu Fini, guardiani delle altre isole che compongono la regione di Alola!

tapu-bulu

Tapu Bulu, Pokémon Nume Locale dell’isola Ula Ula di Tipo Erba/Folletto, possiede l’abilità Erbogenesi, mai vista finora in nessun altro Pokémon, trasforma il campo di lotta in un Campo Erboso, potenziando tutte le mosse di tipo Erba dei Pokémon a contatto con il terreno e facendo recuperare loro un po’ di PS a ogni turno. Inoltre, dimezza i danni subiti dalle mosse Terremoto, Magnitudo e Battiterra.

Ha il potere di controllare la vegetazione e farla crescere, e se ne serve anche durante la lotta per ingrandire le sue corna di legno o far loro cambiare forma. Questo imperturbabile Pokémon non è molto attivo, ma non tutti concordano sulle ragioni della sua docilità: alcuni, infatti, ritengono che sia dovuta a semplice pigrizia.

Poiché non ama lottare inutilmente o spaventare gli altri Pokémon, emette un forte suono con la coda per avvertire chi gli sta intorno della sua presenza. Non cerca la lotta, ma non ha nessuna pietà con i malvagi. Si dice che una volta dei ladri siano entrati nel suo tempio e che li abbia attaccati brandendo degli alberi come se fossero delle gigantesche mazze.

Con la mossa Ira della Natura può scatenare la potenza della natura sul bersaglio, dimezzandone i PS.

tapu-lele

Tapu Lele, protettore dell’isola di Akala, è invece di tipo Psico/Folletto ed ha l’abilità Psicogenesi, anche questa mai documentata finora, che gli permette di trasformare il campo di lotta in un Campo Psichico, una mossa mai vista finora, potenzia le mosse di tipo Psico dei Pokémon a contatto con il terreno di lotta, proteggendoli da mosse ad alta priorità.

Secondo la leggenda, nei tempi antichi Tapu Lele mise fine alla guerra che dilaniava le isole di Alola spargendo le sue scaglie sui guerrieri stremati e placando i loro animi.

Le sue scaglie luccicanti hanno il potere di stimolare il corpo, curando malattie e ferite, tuttavia gli esseri viventi non sono sempre in grado di sostenerne gli effetti, quindi il contatto eccessivo potrebbe essere pericoloso. Tapu Lele sparge le sue scaglie su uomini e Pokémon in modo capriccioso e per puro piacere e, sebbene non sia proprio in malafede, non si può negare un tocco di crudeltà, poiché non sempre gli effetti sono benefici.

Immagazzina energia nel suo guscio e se non è abbastanza in forze potrebbe non riuscire ad assicurarsi la vittoria in una lotta senza esclusione di colpi. Conscio di ciò, lotta con cautela ricorrendo a problemi di stato e altre strategie, piuttosto che cercare di sopraffare l’avversario con la forza.

Con la mossa Ira della Natura scatena la potenza della natura sul bersaglio, dimezzandone i PS.

tapu-fini

Tapu Fini è invece il Pokémon guardiano di Poni di tipo Acqua/Folletto ed è caratterizzato dalla nuova abilità Nebbiogenesi che trasforma il campo di lotta in un Campo Nebbioso, dimezzando i danni causati dalle mosse di tipo Drago ai Pokémon a contatto con il terreno e proteggendoli dai problemi di stato e dalla confusione.

È in grado di generare un’acqua speciale che purifica mente e corpo, ma solo chi ha la forza di resistere alla nebbia creata dal Pokémon potrà ottenerla. In tanti ci hanno provato, fra cui anche persone con cattive intenzioni. Forse è per questo che Tapu Fini non mostra nessun interesse per gli esseri umani ed evita di comparire al loro cospetto.

Attacca manipolando l’acqua e, per non subire danni, crea una fitta nebbia, che ha l’effetto di mandare in trance gli avversari, inducendoli a colpirsi da soli. Usa le sue mosse senza scomporsi, con un’espressione apatica, ma secondo alcuni è semplicemente esausto a causa del notevole dispendio di energie richiesto dai suoi attacchi. Con la mossa Ira della Natura scatena la potenza della natura sul bersaglio, dimezzandone i PS.

mossa-z-speciale-Pokémon-protettori-delle-isole-di-alola collera-del-guardiano

Clicca sulle immagini per ingrandirle!

Tutti i protettori di Alola possono usare la mossa Z speciale Collera del Guardiano, grazie alla quale si chiudono all’interno dei loro gusci, mentre dal suolo appare un enorme avatar che colpisce il bersaglio infliggendogli un danno pari al 75% dei suoi attuali PS.

Cosa ve ne pare dei Pokémon protettori delle isole di Alola? Avranno un ruolo importante nella storia?

Commenti dal forum

Discutine sul forum