Giochi

Niantic ha fatto causa ai creatori delle versioni hack di Pokémon GO

Negli scorsi giorni Niantic ha citato in giudizio Global++, un gruppo di sviluppatori che forniva delle versioni hack di Pokémon GO!

Tramite la versione hack PokéGo++, i giocatori iOS potevano falsificare la posizione sulla mappa di gioco spostando il personaggio con un joystick virtuale, decidendo la propria velocità di movimento e impostando delle coordinate da raggiungere senza muoversi da casa. Tutto ciò portando a una chiara violazione dei Termini di servizio di Niantic e dando un vantaggio non indifferente rispetto a tutti coloro che giocano legittimamente esplorando la propria città e partecipando agli eventi dal vivo.

In seguito all’ingiunzione preliminare, il gruppo che ha fornito negli ultimi tre anni le versioni modificate dei giochi di Niantic con il nome “PokéGo++” e “Ingress++” ha chiuso il proprio sito internet e il server Discord.

Questa procedura giudiziaria non arriva casualmente in questo momento. Il rilascio di Harry Potter: Wizards Unite, terzo titolo AR della compagnia, è imminente e il gruppo di hacker si stava preparando a rilasciare una versione modificata del gioco dal nome “Potter++”. Niantic apre così la sua citazione contro Global++:

Niantic presenta questa mozione alla vigilia del lancio di Harry Potter: Wizards Unite, il culmine di un investimento pluriennale da molti milioni di dollari di Niantic, il cui successo è minacciato dal comportamento illegale degli imputati.

Gli imputati che sono oltre venti dovranno rispondere di violazione dei Termini di servizio di Niantic, oltre ai danni economici e d’immagine per le applicazioni della compagnia.

Aspettavate questa mossa da Niantic?

Articolo di Francesco Giallatini

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)