Copertina analisi VGC 2019: XernDon
Copertina analisi VGC 2019: XernDon eSports

Campionati Mondiali Pokémon 2019: analisi del VGC Parte 1 - XernDon

Se sei inesperto, ti consigliamo di leggere qui per comprendere a pieno tutti i termini.

Agosto è un mese caldo e non solo per il clima, ma anche per i videogiocatori competitivi di tutto il mondo. Questo infatti è il mese dei Campionati Mondiali Pokémon, che si svolgeranno a Washington D.C. dal 16 al 18 agosto.

Questo prestigioso torneo si giocherà col regolamento della Serie Ultra, che permette l’utilizzo di 2 Pokémon leggendari “di copertina” per squadra. Coloro che giocano da più tempo ricorderanno il VGC2010 e il VGC2016, che avevano le stesse regole della Serie Ultra. In questo articolo, il primo di una serie di quattro dedicata all’analisi degli archetipi più rappresentativi della stagione appena trascorsa, analizzeremo il team XernDon.

Campionati Mondiali Pokémon Washington 2019

Abbiamo deciso di partire da questa tipologia di team perché attualmente è uno dei più utilizzati e sicuramente avremo modo di vederlo più volte durante lo streaming dei Mondiali.

Coloro che hanno giocato nel 2016 ricorderanno con grande paura il famoso BIG 6 (Xerneas, Groudon, Talonflame/Cresselia/Bronzong, Kangaskhan, Salamence e Smeargle), il team che ha monopolizzato il meta per tutta la prima parte di stagione. Nella Serie Ultra, a causa dei nerf inflitti a Talonflame, Smeargle e Kangaskhan, non è più possibile giocare il team alla stessa maniera di un tempo, ma ciò non significa che la base di partenza non sia comunque fortissima.

Statistiche di utilizzo dei team al day2 del campionato internazionale VGC di Berlino 2019
Usage di ogni archetipo all’Internazionale Europeo

Questo archetipo è infatti uno dei più forti del formato, che conta innumerevoli top a tornei di calibro internazionale e non. Al primo grosso torneo di questa stagione, l’Internazionale Europeo tenutosi a Berlino, è riuscito a raggiungere il secondo posto sotto le mani di Davide Carrer, che ha giocato una variante del team standard ma con qualche peculiarità. Il team si è successivamente evoluto e ha visto nuove versioni, di cui parleremo più tardi.

Come mai questo team è così funzionale? Sappiamo che Xerneas è un Pokémon davvero straordinario, forse il più forte del formato, che riesce anche a distruggere i suoi possibili counter se messo in una buona situazione. Groudon serve a coprire le poche debolezze di Xerneas, che sono i tipi Acciaio e i tipi Fuoco che subiscono tantissimi danni dalle STAB del Pokémon Continente, che possono essere fisiche (Precipice Blades / Spade Telluriche e Fire Punch / Fuocopugno) o speciali (Earth Power / Geoforza e Eruption / Eruzione) a seconda del team. Successivamente ci si è chiesti quale Pokémon sarebbe stato corretto affiancare a questi 2 mostri del VGC: da qui partono le 3 versioni principali di questo archetipo.

La prima è “Classic XernDon” (Xerneas, Groudon, Tapu Fini, Incineroar, Salamence, Amoonguss/Supporter). Questa è la versione più classica del team: ai due Uber si affiancano altri 2 Pokémon molto presenti nelle ultime stagioni di VGC, cioè Tapu Fini e Incineroar. Tapu fini è un Pokémon prettamente di supporto che, con le sue mosse difensive (Light Screen / Schermoluce, Haze / Nube, Icy Wind / Ventogelato, Heal Pulse / Ondasana) supporta molto bene i due Uber e permette loro di sweepare intere squadre. Questi Pokémon di supporto sono molto più presenti nelle stagioni che hanno come regolamento quello dell’utilizzo di due Uber, come il VGC2016 e la Serie Ultra. Incineroar è il Pokémon più utilizzato del formato che, con tutti le mosse a sua disposizione (Fake out / Bruciapelo e U-turn / Retromarcia su tutti) supporta molto bene il team e permette a Xerneas di settare, oltre che a guadagnare tantissimo momentum e di ridurre le statistiche dei Pokémon avversari con Intimidate / Prepotenza.

Salamence è la megaevoluzione scelta nella maggioranza dei casi, visto che elimina Pokémon molto fastidiosi per Xerneas (Amoonguss), permette di settare Tailwind / Ventoincoda, un’ottima forma di speed control e di fare danni ingenti a Pokémon con poca difesa fisica, come Kyogre e Tapu Fini (oltre che farne a Groudon con Hyper Voice / Granvoce). Come ultimo Pokémon si sceglie solitamente Amoonguss, perché permette di fixare alcuni brutti matchup per questo archetipo (RayOgre su tutti) e comunque è un ottimo supporto in generale.
Questa variante soffre RayOgre, in quanto Kyogre può permettersi di fare tantissimi danni anche sotto sole, grazie all’abilità Air Lock / Riparo di Rayquaza. 

Un altro Pokémon che provoca grande fastidio a questo archetipo è Nihilego in quanto, una volta eliminato Groudon, è in grado di mandare KO tutti i membri di questa squadra. Per ovviare a questo problema molti giocatori stanno optando per inserire la mossa Earthquake (Terremoto) nel set del proprio Salamence. Uno dei team più forti di questa versione è quella pilotata da Davide Carrer, col quale ha raggiunto la Top 2 all’ Internazionale Europeo.

XernDon di Davide Carrer al Campionato Internazione di Berlino 2019
Gli sprites dela versione di XernDon di Davide Carrer

In questo team Carrer ha preferito l’utilizzo di un Groudon speciale rispetto a quello fisico, così da poter fare grandi danni con una STAB (Eruption / Eruzione) che non potesse fallire, oltre ad avere la possibilità di fare Roar / Boato per mandare via i Pokémon fastidiosi, soprattutto gli Xerneas appena setuppati. Inoltre, il suo Groudon è max speed, così da colpire sempre per primo le primal degli avversari. Xerneas è standard, con parecchia bulk, così da reggere tanti colpi sia fisici che speciali, per rimanere molto tempo in campo e fare un sacco di danni. Salamence è stata scelta come megaevoluzione per dar fastidio agli altri Groudon, oltre ad essere buono nel matchup contro Tapu Fini (grazie ai danni che può fare con Double Edge / Sdoppiatore).

Incineroar è molto particolare, in quanto non dispone della mossa fuoco, ma al suo posto si ha Low Kick / Colpo Basso, con il quale è possibile eliminare Stakataka. Inoltre dispone della mossa Z per fare danni a Bronzong. Come detto da Carrer, questo Incineroar serve principalmente a battere i counter. Tapu Fini presenta un moveset standard, con l’aggiunta di Light Screen / Schermoluce, per vincere contro Psychic Spam e i mirror di XernDon, o comunque contro team che usano molto gli attacchi speciali. Amoonguss invece viene utilizzato principalmente per battere RayOgre e YveOgre visto che, essendo dotato della Mental Herb / Mentalerba, non perde dai Taunt / Provocazione generici.

Una versione successivamente scoperta è quella “XernDon Lele” (Xerneas, Groudon, Tapu Lele, Incineroar, Salamence, Amoonguss).
Questo team è molto simile al precedente, ma differisce nel Tapu, che in questo caso è il Protettore dell’isola di Akala. A differenza di Tapu Fini, Tapu Lele è un Pokémon molto offensivo, che permette di fixare uno dei matchup più brutti dell’archetipo, cioè quello contro RayOgre.

Tapu Lele, dotato di Choice Scarf / Stolascelta, è infatti in grado di outspeedare Rayquaza, fare molti danni a Kyogre, distruggere i possibili Gengar e fermare le priority, oltre a togliere il possibile campo di Tapu Koko e permettere ad Amoonguss di addormentare i vari target. Il problema principale è che, a differenza di Tapu Fini, Tapu Lele non ha alcuna mossa molto importante per quanto riguarda il comparto di supporto e quindi fronteggiare e battere Xerneas diventa più difficile, ma viene sistemato il matchup indicato precedentemente. Un giocatore che è riuscito a portare al successo questa variante è Paul Chua, che ha vinto il regionale di Madison.

XernDon di Paul Chua al Campionato Regionale di Madison 2019
Gli sprites dela versione di XernDon di Paul Chua

Il team presenta molte analogie con il team di Davide Carrer, quindi andrò ad analizzare soltanto le differenze principali, cioè Salamence e il Tapu. Il Salamence utilizzato da Paul Chua è davvero particolare, infatti non dispone della mossa Protect / Protezione, una staple per quanto riguarda il VGC. Al suo posto Paul ha deciso di optare per Earthquake / Terremoto, una mossa che facilita di molto il matchup contro Nihilego, uno dei Pokémon che più danno fastidio a XernDon classico. Inoltre, come descritto sopra, Tapu Lele permette un approccio diverso contro RayOgre, oltre che in generale più offensivo. 

L’ultima versione utilizzata è stata quella di “Xerndon Kommo-o” (Xerneas, Groudon, Kangaskhan, Tornadus, Kommo-o, Mawile/Incineroar/Smeargle).
Questo team è apparso per la prima volta all’Internazionale Europeo, e ha avuto discreto successo.

Questo team funziona diversamente dagli altri XernDon, in quanto è meno debole (sulla carta) contro RayOgre, oltre ad avere molte opzioni differenti. Una delle principali è senz’altro la lead Tornadus Kangaskhan, che permette di avere un setup di Tailwind / Ventoincoda molto facile e di essere subito in vantaggio con la speed, oltre ad avere subito un grande output di danno. Kommo-o inoltre migliora di molto il matchup contro qualsiasi team che non abbia Xerneas, e permette al giocatore di avere un altro Pokémon che è possibile setuppare oltre a Xerneas. L’ultimo slot è ricoperto dalla seconda mega (solitamente Mawile) o da un Pokémon di supporto, quali Incineroar o Amoonguss, a seconda della composizione dei team.

Un giocatore che è riuscito a portare questa tipologia di XernDon in alto è stato Christian Cheynubrata, che è riuscito a raggiungere la Top 8 all’ Internazionale Europeo.

XernDon di Christian Cheynubata al Campionato Internazionale di Berlino 2019
Gli sprites dela versione di XernDon di Cheynubrata

Anche qui, come nella versione di Davide Carrer, si ha un Groudon speciale, per i medesimi motivi. Pure Xerneas viene giocato alla stessa maniera, difensivo e resistente. Kommo-o, invece, viene portato in generale solo contro i team che non dispongono di Xerneas o Tapu Fini. Difatti, questi 2 Pokémon rendono Kommo-o da giocare più un peso che altro, visto che muore subito o i suoi colpi fanno danni ridicoli. La megavoluzione scelta da Marco è Kangaskhan, così da avere una buona risposta contro Lunala e le lead Xerneas-Incineroar. Difatti il Fake Out / Bruciapelo di Kangaskhan è più veloce di quello di Incineroar e, in combinazione a Tornadus, si può subito mettere pressione a Xerneas, che può vedersi Tauntato o buttato fuori dal campo, grazie al Roar / Boato di Kangaskhan.

Tornadus svolge una doppia funzione in questo team: di supporto e offensiva. Di supporto grazie alle sue 3 mosse Tailwind / Ventoincoda, Icy Wind / Ventogelato e Taunt / Provocazione che permettono di gestire bene la speed control e di tenere a bada gli Xerneas o, in generale, qualsiasi cosa voglia usare una mossa di supporto. Offensiva perché, con la Flynium Z / Volantium Z, nessun Amoonguss può sentirsi al sicuro, oltre che comunque fare ottimi danni in generale. É da tener nota che, nonostante la base della mossa Z sia Hurricane / Tifone, la precisione della mossa è infallibile anche sotto il sun di Groudon, visto che si tratta di una mossa Z. Infine Smeargle viene scelto come supporter. La sua possiblitá di aiutare il setup di Xerneas con Follow me / Sonoqui e preservare i suoi PS, oltre che poter fare Spore / Spora sui Pokémon problematici, lo rende un Pokémon davvero valido per questo team.

Esistono anche molte altre versioni di XernDon, ma è impossibile citarle tutte visto che, essendo uno degli archetipi più usati, i team sono in costante evoluzione. Degne di nota sono le versioni Perish Trap e quelle con Gengar e Landorus.

Per quanto venga sempre utilizzato tantissimo nei tornei, XernDon non è mai riuscito a vincere un Major sopra i regionali quest’ anno. Che il mondiale sia la volta buona? Solo il tempo ci darà la risposta, intanto non perdetevi il prossimo articolo della serie, nel quale verrà analizzato un altro dei 3 pilastri di questo VGC, cioè RayOgre!

Articolo di Roxas

Commenti

Entra nella nostra community

Scorri in su e in giu per gli altri articoli (o fai tap qui)