...
Le 10 serie Nintendo che vorremmo rivedere su Nintendo Switch

Le 10 serie Nintendo che vorremmo rivedere su Nintendo Switch

Metti mi piace!
15 10

La storia di Nintendo è costellata di serie fantastiche che hanno contribuito al successo della società. Alcune, dopo un periodo di assenza, sono tornate a calcare la scena sulle ammiraglie della grande N, altre sono cadute nel dimenticatoio e altre ancora sono conservate per sempre nei meandri degli archivi di Nintendo destinate, forse, a non vedere mai più la luce. Dopo tre anni dal lancio di Switch che ormai ha anche una line-up ben definita con un buon parco titoli, è giunto il momento di vedere quali, secondo la nostra redazione, sono i giochi che dovrebbero tornare in grande stile.

F-ZERO

Di sicuro una delle serie che manca da più tempo, basti pensare che l’ultimo capitolo su console casalinga uscì per Nintendo GameCube nel lontanissimo 2003, e che non sia stato neanche rilasciato come remastered in questo periodo pieno di operazioni del genere. Un gioco frenetico che ha sempre sfruttato al massimo tutte le console Nintendo (è stato il primo gioco a mantenere stabilmente i 60fps su Nintendo 64). Le possibilità di rivedere Capitan Falcon e soci sfrecciare a velocità folli per tutta la galassia sono davvero remote dopo che Nintendo ha comunicato ai fan che ormai F-Zero aveva dato tutto ciò che poteva offrire con F-Zero GX sul piccolo cubo. In effetti però, le caratteristiche di Nintendo Switch, che offrono diverse possibilità per il multiplayer in locale la sua infrastruttura on line, potrebbero sicuramente offrire di più al brand e le caratteristiche tecniche dell’ibrida di casa Nintendo aiuterebbero sicuramente a svecchiare la veste grafica della serie.

serie

Metroid 

Sì, in effetti è stato annunciato un nuovo capitolo della serie Prime per Switch, ma sembra essere sparito dai radar da un po’, nonostante le notizie sui lavori per la nuova avventura di Samus Aran, che sono ricominciati da zero, sembrano incoraggianti. L’ultima iterazione della serie risale al 2017 con il remake di Return of Samus, ma l’ultima avventura originale dedicata alla nostra eroina risale al lontano 2010 con Metroid Oher M su Wii, che pescava a piene mani dal passato del brand, offrendo un platform 3D sopraffino, massacrato da un sistema di controllo basato sulla croce direzionale del Wii Mote, che aiutava a ricreare l’effetto nostalgia, ma semplicemente non era adatto ai precisi movimenti necessari per progredire nel gioco. Speriamo davvero che questo Metroid Prime 4 possa arrivare presto, e che possa mettere davvero in luce la bellezza di questa intramontabile saga Nintendo.

Star Fox 

Una delle serie che hanno spinto le vendite del Super Nintendo, che ha contribuito a mantenere a galla un agonizzante Nintendo 64, e che ha visto il suo tramonto su GameCube con StarFox Adventures, GDR davvero ben fatto, ma che si discostava troppo dai canoni della serie. Le avventure di Fox McCloud sono state traghettate su Nintendo 3DS con un remake di Lylat Wars e infine concluse su Wii U con il capitolo reboot Star Fox Zero. In realtà sembra che Nintendo non sia riuscita ad ampliarne la storia, e quindi ormai una delle serie storiche della grande N con molta difficoltà potrà riemergere dal dimenticatoio. Speriamo vivamente che lo faccia, magari evitando remasterd e reboot, ma con un capitolo completamente nuovo con una storia che continui dopo le guerre di Lylat e che ampli i background dei personaggi.

serie

Punch-Out!!

La storia di questa serie è davvero singolare. Lanciata come cabinato Coin-op, venne poi portata sul NES, con l’aggiunta di Little Mac e della sua storia, per la riconoscibilità del brand, che in un momento storico molto particolare per il nostro medium preferito, i fantastici anni ’80, era fondamentale per spingere le vendite dell‘8-bit di Nintendo. Dopo un capitolo per SNES che eliminava Little Mac, Punch-Out!! è ritornato su Nintendo Wii nel 2009, dopo di che la serie è caduta nei meandri delle IP dimenticate. Un nuovo capitolo che sfrutti le caratteristiche dei Joy-Con di Switch sarebbe auspicabile, ma sembra che Nintendo, dopo aver puntato su Arms, che ha un setting molto simile, non riesumerà ancora per molto tempo un gioco che tra tie-in di Iron Mike, e personaggi stravaganti, ha fatto la storia della grande N.

Pikmin

Gioco e serie di lancio del Nintendo GameCube, che trova nei suoi piccoli protagonisti la meccanica più interessante. Durante tutti gli anni 2000 ha trovato posto nella line-up di punta delle console Nintendo con 2 sequel e diversi spin-off, e sembra che un nuovo capitolo sia in arrivo per Nintendo Switch, secondo alcuni rumor. Effettivamente rispetto a molte altre serie di questa lista è molto giovane, e ha ancora molto da dare, quindi rumor a parte, sembra che sicuramente arriverà su Switch e che finalmente troverà la sua dimensione ideale grazie alla portabilità della console Nintendo.

serie

Mother

La saga di Ness e soci al suo lancio in occidente è passata in sordina, ma successivamente è diventata una serie cult Nintendo, grazie all’aggiunta dei personaggi principali alla lista dei lottatori di Super Smash Bros. In occidente è arrivato solo il secondo capitolo, noto come Earthbound, ma ha colpito nel segno divenendo una delle saghe storiche della grande N. Il gioco è un GDR per palati molto fini, sviluppato da Creatures Inc., e ha molti punti in comune con Pokémon, come lo stile grafico e il battle system davvero molto simile. Dopo la riproposizione della saga completa su GBA, ma solo in Giappone, la serie è rimasta dormiente nei meandri degli archivi delle IP Nintendo, ma grazie all’ottimo volume di vendite di Switch e al ritorno in auge del genere, i tempi sarebbero maturi per rivedere questa storica serie in tutto il suo splendore.

Kid Icarus

Altra serie classica che vede i suoi natali sul Nintendo Entertainment System. In un’epoca videoludica in cui i platform la facevano da padrone, la storia della dea della luce Palutena, della sorella Medusa, dea delle tenebre, e del giovane angelo Pitt, alla ricerca dei tre sacri tesori, riuscì a fare breccia nei cuori dei giocatori di tutto il mondo, entrando di diritto nell’olimpo delle serie Nintendo. Dopo un capitolo per Wii che introduceva la grafica 3D, la serie è svanita nel nulla. Ora, in un’epoca in cui i platform stanno tornando alla ribalta, un nuovo capitolo di Kid Icarus, potrebbe dire la sua su una rampante Nintendo Switch.

serie

Pilotwings

Primo gioco Nintendo che ci ha teletrasportato in un mondo interamente 3D, prima sfruttando il Mode 7 di SNES, e poi l’incredibile grafica poligonale di Nintendo 64. Un simulatore di volo arcade sopraffino, che ci metteva nelle condizioni di volare con un deltaplano, pilotare un gircottero e decollare con un fantascientifico jet-pack. Studiato a tavolino per schiacciare definitivamente i concorrenti della seconda console Nintendo, e aiutare in seguito il neonato 64 bit ad entrare nelle case degli appassionati. Dopo i primi due incredibili capitoli, la serie è arrivata su 3DS con un capitolo inedito, dedicato interamente ai Mii e che sfruttava le caratteristiche della piccola console portatile. Sarebbe un gioco ideale per sfruttare tutte le caratteristiche offerte dai Joy-Con per Switch e dai loro sensori di movimento, per volare nuovamente come tutti, almeno una volta, abbiamo desiderato fare.

Eternal Darkness

Nintendo GameCube quando venne lanciato fu una scommessa per Nintendo, cosi come molti dei giochi lanciati nei primi tre anni di vita della console ed Eternal Darkness: Sanity’s Requiem, rientra proprio in questo gruppo. Un gioco horror molto particolare incentrato sulla storia e sugli intrecci tra i personaggi. Una trama molto articolata, personaggi ben scritti, ma un sistema di controllo abbastanza acerbo sviluppato in fretta e furia, ha penalizzato molto il gioco, che era stato riprogrammato da zero in poco meno di un anno, dopo che il progetto era stato trasferito da un morente Nintendo 64 a una GameCube pronta a farsi valere contro l’acerrima nemica PlayStation 2. Sarebbe davvero bello se la grande N cavalcasse l’onda del revival del genere horror, dovuto principalmente alla saga di Resident Evil, per portare sulle nostre Nintendo Switch un remake di Eternal Darkness.

Wave Race

Sembra impossibile, ma grazie a questa serie ormai caduta definitivamente nell’oblio delle serie abbandonate di Nintendo, abbiamo ottenuto uno dei migliori F-Zero mai esistiti: F-Zero X. Infatti il team di sviluppo dietro la blasonata serie di corse futuristiche antigravitazionali Nintendo, aveva già impiegato gran parte degli assets fisici e grafici proprio su Wave Race 64. Un fantastico gioco arcade che ci metteva alla guida di velocissime moto d’acqua in gare mozzafiato contro 4 avversari o contro il tempo. Il gioco ebbe un discreto successo e venne poi rilasciato un sequel su Nintendo GameCube per sfruttarne le caratteristiche tecniche. Ormai, senza considerare un piccolo mini gioco in Wii Sports Resort, che da lontano lo ricorda molto, di Wave Race non si hanno più notizie. Eh si, la dura legge del mare: ogni serie che indietro rimane, indietro viene lasciata.

Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Giovanni Pasquale
...

La serie Pokémon che vorrei vedere: Colosseum/XD. E se non la fanno....

...

Kid Icarus Uprising è uscito su 3ds, non per Wii.

Ma mi piacerebbe vedere queste serie avere il rispetto che meritano. 

...

Per quanto riguarda Mother/Earthbound, l'azienda del creatore della serie ha dei progetti in cantiere sulla serie non svelati, magari uno di questi e il remake della trilogia su switch (sperando in una traduzione ufficiale in italiano, senza censure preferibilmente), l'unico indizio a favore della mia tesi è che nella virtual console di wii-u erano usciti mother 1 (nes) e mother 2 (snes) anche in Europa, mentre nel emulatore di switch del nes/snes non c'è nessuno dei due giochi, forse per colpa di un remake.

Tocca per altri articoli