1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

Batora: Lost Haven, Recensione: salviamo il nostro pianeta

Batora: Lost Haven ci vedrà nei panni di una avventurosa ragazza disposta a tutto per salvare il nostro pianeta da morte certa.

di 
   · 4 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
0

Il panorama videoludico italiano sta vivendo un’epoca d’oro di questi tempi e Batora: Lost Haven si aggiunge agli ottimi prodotti creati nel nostro paese.

Abbiamo avuto modo di provare su PlayStation 4 il gioco degli italianissimi Stormind Games, supportati dal publisher internazionale Team17, e ci siamo trovati davanti a un titolo profondo e interessante che al netto di qualche sbavatura ci ha tenuti incollati allo schermo col suo ritmo incalzante.

Il Sole e la Luna

In Batora: Lost Haven la razza umana non se la passa benissimo; un ignoto cataclisma ha dimezzato la popolazione del pianeta e i pochi superstiti si arrabbiano come possono per sopravvivere. Tra i sopravvissuti troviamo Avril, adolescente spericolata che si aggira per le strade di Londra assieme alla sua migliore amica.

La nostra vita cambierà pero quando entreremo in contatto con due divinità che, tramite i nostri sogni, ci hanno indicato un punto specifico della città in cui incontrarle. È così che ci troveremo davanti alle personificazioni del Sole e della Luna che ci affideranno il difficile compito di visitare altri mondi per poter salvare la Terra grazie alle nostre peculiari abilità.

Batora

La nostra storia ci porterà a incontrare popolazioni aliene che vivono in pianeti e contesti differenti ma tutte ottimamente caratterizzate. Il dualismo tra bene e male fa da fulcro alla narrazione con la possibilità di affrontare dei dialoghi a risposta multipla dove non esiste una scelta buona e una cattiva, semplicemente ogni nostra parola puó portare a conseguenze differenti.

La stessa Avril, da brava adolescente scanzonata, in realtà spesso si chiederà se sia la persona più adatta per questo compito dimostrando una buona scrittura del personaggio col quale non si fa fatica a sviluppare una certa empatia.

Sospesa tra due mondi

Nel gioco non ci viene solo chiesto di prendere delle decisioni ma anche di menare le mani quando la situazione si fa critica, ed è proprio in questo frangente che fanno bella figura le abilità della nostra protagonista. Avril può alternarsi tra una forma Fisica e una forma Mentale necessarie per affrontare le differenti tipologie di nemici.

Nella forma Fisica saremo armati di una grossa spada e prediligeremo il combattimento corpo a corpo, andando ad arrecare maggior danno ai nemici di colore arancione, mentre in quella Mentale ci concentreremo negli attacchi dalla distanza grazie a particolari dardi magici che danneggeranno i nemici di colore viola.

Batora

Il combat system di Batora: Lost Haven si rivela frenetico e divertente, con la necessita di alternare continuamente le due forme in modo da non venire accerchiati dai nemici, il tutto risultando in uno strano matrimonio tra twin-stick shooter e hack & slash. Gli attacchi possono essere eseguiti o con la semplice pressione di un tasto, ma colpendo solo di fronte a noi, o muovendo lo stick analogico in modo da scegliere la direzione del colpo. Tuttavia spesso questa modalità si dimostra imprecisa e scomoda con i colpi che tenderanno a non andare sempre a segno ma a sfiorare l’avversario o a mancarlo del tutto.

Il problema principale dei combattimenti è la pochezza delle skill a nostra disposizione, che pur differenziandosi tra di loro, vengono semplicemente acquisite salendo di livello e non possiamo modificarle direttamente. In nostro soccorso arrivano però le Rune, gemme particolari che ci permettono di assegnare ad Avril bonus differenti e che garantiscono una buona varietà di personalizzazione in quanto si possono alternare a nostro piacimento.

Menzione a parte per gli enigmi ambientali che si rivelano invece ben congegnati e soprattuto in grado di offrire un livello di sfida crescente mettendoci di fronte a situazioni strane e interessanti con sessioni platform che metteranno a dura prova la nostra velocità di reazione e i nostri riflessi.

Extraterrestre portami via

Pur non mostrando un livello di dettaglio elevato, personaggi e mondo di gioco hanno uno stile tutto particolare che li rende semplici ma ben realizzati, con paesaggi belli da vedere e ricchi di colore e i pianeti ci regalano degli scorci evocativi; è un piacere visitare i vari biomi mentre affettiamo i nemici o parliamo con i personaggi secondari.

Meno raffinati e rifiniti ci sono sembrati i volti dei personaggi e il design di alcune creature che avrebbero sicuramente beneficiato di una resa estetica migliore, mentre una menzione d’onore va al design dei boss che risultano belli da vedere e impegnativi da affrontare. Le schermate durante gli scontri si riempiono di luci ed effetti visivi generati dai nostri poteri o dagli attacchi degli avversari ma in alcuni casi la presenza di molti elementi a schermo rendono i combattimenti caotici e disordinati.

Alla fine Batora: Lost Haven pur inserendosi nel panorama degli indie non ha niente da invidiare a produzioni dal budget un po’ più elevate. Al netto di qualche problema dal lato del gameplay, ci troviamo di fronte a un ottimo prodotto, ben realizzato e che soprattutto è in grado di intrattenerci per qualche ora di frenetica avventura.

Al momento Batora: Lost Haven è disponibile su PC via Steam, console Playstation e Xbox mentre la versione dedicata a Nintendo Switch sembra aver subito un piccolo ritardo sulla tabella di marcia e non ha ancora una data d’uscita ufficiale. Al costo di 24,99€ potete portarvi a casa una buona avventura che fa del passare tra le due Forme il suo punto di forza alternando combattimenti ricchi d’azione a fasi platform più ragionate e interessanti.

Voto: 7

Pro
Scenari evocativi
Enigmi stimolanti
Combat system intrigante
Contro
Problemi nel sistema di puntamento
Poche abilità a disposizione

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

Indie PlayStation

Promozioni

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia