1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

To The Rescue! Anteprima E3 2021: il simulatore di rifugio per cani che aiuta gli animali

In To The Rescue! gestirai un rifugio per cani e troverai casa agli amici a quattro zampe: parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza

di 
   · 4 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
2

Partecipando come inviati stampa all‘E3 2021, abbiamo avuto l’opportunità di confrontarci direttamente con gli sviluppatori e i publisher di alcuni titoli in uscita quest’anno: oggi vi parliamo di To The Rescue!, un titolo indie realizzato da Little Rock Games e pubblicato da Freedom Games nel quale potrete gestire il vostro rifugio canino. Abbiamo avuto il piacere di parlare con Olivia C Dunlap, programmatrice di questo adorabile titolo che arriverà su PC e Nintendo Switch in autunno. Durante l’intervista abbiamo potuto osservare una mezz’ora di gameplay tratto dalla demo del gioco e porre le nostre domande, infine ci è stato fornito l’accesso alla stessa che abbiamo provato personalmente.

To The Rescue! si presenta subito come un tipico gioco gestionale, il cui intrattenimento deriva principalmente dal miglioramento progressivo delle strutture e dalla cura dei cagnolini abbandonati. Ci saranno ben 30 razze differenti di cani che faranno la loro comparsa al rifugio e ognuno di essi avrà tratti differenti che ne influenzeranno il grado di adottabilità. È importante accudire i trovatelli per aumentare le probabilità che questi vengano adottati, così come ci ha spiegato la sviluppatrice del gioco:

I cani avranno tanti tratti differenti, fondamentali per il processo di adozione. I clienti avranno delle preferenze, dunque un cane con certi tratti avrà molta più probabilità di essere scelto da quel padrone. […] In questo caso il cliente non ha preferenze particolari: con il nastro si possono teletrasportare direttamente i cani negli espositori senza bisogno di portarli a passeggio ogni volta. Il cliente valuterà tutti i cani mostrati, basandosi sul grado di adottabilità e se la barra raggiunge il livello stabilito deciderà di adottarne uno. Ma – come accade nella vita reale – non sempre il più bel cane avrà la meglio. Volevamo davvero mostrare che talvolta si ha un’idea del cane che si desidera prendere, ma si finisce per innamorarsi di uno completamente diverso e portarlo a casa!

Olivia ci ha raccontato anche un simpatico retroscena:

Nell’introduzione, il protagonista trova davanti casa sua un cucciolo. Ciò è ispirato a una storia vera: un paio di mesi fa io e il mio socio (Tanner Marshall) ci siamo ritrovati un cane davanti casa nel bel mezzo della notte, non sapevamo cosa fare e l’abbiamo fatto entrare. In quel momento stavamo proprio cercando un modo per dare inizio alla storia e ci siamo resi conto che quello sarebbe stato il modo perfetto per farlo!

Nuovi cani arriveranno di volta in volta e per sostenere le spese sarà necessario fare affidamento sulle donazioni o su lavoretti accessibili dal pc di gioco che barattano tempo per denaro. L’orologio scorre come in molti simulatori di circa un giorno ogni 15 minuti, garantendo una soddisfacente durata delle giornate. Sempre all’interno del pc sono presenti molte funzioni utili come un prospetto completo di entrate e uscite giornaliere, un social media a tema canino e anche un sistema di skill e achievement che aggiungono finalità al gioco e nuove funzioni. Alcune strutture per esempio sbloccheranno minigiochi utili a incrementare l’adottabilità dei cani, mentre altre volte si potranno assumere impiegati per svolgere al posto nostro alcune mansioni.

Le sfide non sembrano comunque mancare in questo titolo che presenta anche l’opzione dell’eutanasia nel caso in cui non ci sia possibilità alcuna di tenere il cane, curarlo o farlo adottare. Questa opzione è stata introdotta proprio perché parte integrante del mestiere, ma può essere rimossa in qualunque momento dalle impostazioni se si è particolarmente sensibili all’argomento e si preferisce farne a meno. Abbiamo chiesto infatti cosa accade quando non è più possibile costruire rifugi:

Ci son sempre molti più cani che gente pronta ad adottare. Si può provare a tenere i cani lo stesso rischiando di andare in bancarotta e fallire, oppure si può utilizzare l’eutanasia. È una soluzione estrema che non molti dovranno usare e può anche intaccare la reputazione del rifugio, ma volevamo introdurre comunque questa funzione perché è qualcosa che accade realmente. Volevamo fare un gioco rilassante, ma che allo stesso tempo mantenesse un certo livello di sfida e delle scelte importanti da fare.

Molto positive le nostre prime impressioni su To The Rescue! che oltre a salvare virtualmente gli animali cerca di fare la differenza anche nel mondo reale: il 20% del ricavato infatti verrà devoluto in beneficenza per supportare i canili degli USA e aiutare i nostri amici a quattro zampe a trovar casa e riparo!

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia