1. Pokémon Millennium  / 
  2. Notizie / 
  3. Recensioni

Mutazione, Recensione: la distruzione porta alla nascita

Dopo tre anni dal suo sbarco nel mondo videoludico, il 26 maggio Mutazione arriva su Nintendo Switch e Xbox One. Pronti per l’avventura?

di 
   · 4 min lettura Recensioni
Metti mi piace!
1

Il 19 settembre 2019, Mutazione fa la prima apparizione nel mondo videoludico, sbarcando per Windows, MacOS, PlayStation 4 e iOS. Nato dallo sviluppatore danese Die Gute Fabrik e pubblicato da Akupara Games, il gioco di esplorazione e avventura approda anche su Nintendo Switch e Xbox One il 26 maggio 2021, dopo quasi tre anni dalla sua uscita, al prezzo di 17.99€.

Con elementi gotici e soprannaturali, a tratti inquietanti, Mutazione si rivela essere un gioco carico di emozioni, che permette al giocatore di imparare a dare maggior credito alla vita e alle piccole cose che la caratterizzano.

Un villaggio distrutto abitato da profondi personaggi

Ci troviamo nei panni dell’ironica quindicenne Kai, che saluta con tristezza la madre al porto: per la ragazza è il momento di partire e andare ad aiutare il nonno morente nella strana e misteriosa città di Mutazione. Sono passati cento anni da quando il “Drago Lunare” ha colpito il villaggio, uccidendo quasi tutti gli abitanti. I pochi che sono rimasti hanno subito gravi mutazioni (da qui il nome della città) e, perciò, si sono allontanati dalla civiltà, creando un paesino autosufficiente. Quando Kai arriva a destinazione inizia a conoscere le poche persone che vivono sull’isolotto, stringendo, a mano a mano, forti rapporti.

I personaggi del gioco sono i nipoti dei superstiti al Drago Lunare. Hanno tutti una storia profonda e interessante, la quale verrà svelata con il passare dei giorni all’interno del gioco. Grazie alle interazioni che si hanno, è possibile stringere uno stretto legame con loro. Ma queste, in realtà, sono un po’ limitate: a volte, la risposta del nostro interlocutore non varia in base alla nostra battuta.

Mutazione

Il nonno spinge la nipotina a occuparsi delle poche porzioni di terra ancora fertili per permettere la nascita di armoniosi giardini. Sarà compito del giocatore dedicarsi alla fioritura di questi: è necessario prestare attenzione alla combinazione dei tipi di semi piantati (che bisogna cercare in tutta la mappa limitata). Una volta trovata la giusta composizione, è possibile suonare una particolare melodia per velocizzare la crescita delle piante.

Nel corso del gioco i giardini si dimostreranno essere il vero fulcro della storia, elementi indispensabili per Mutazione. Inoltre, è possibile modificare e creare nuove combinazioni nei sette giardini del gioco al di fuori della storia. In questa opzione, c’è anche la possibilità di collegarsi online e scambiare semi rari con altri utenti, in modo da riempire la nostra borsa di ogni semente possibile da piantare.

Mutazione

Una semplice e scorrevole esperienza di gioco

Il gioco è scandito da otto capitoli, i quali corrispondono ai giorni settimanali che Kai passa al villaggio. A sua volta, ogni giornata è divisa in diversi momenti (alba, mattina, mezzogiorno, pomeriggio, sera, tarda notte) durante i quali la protagonista dovrà compiere i vari incarichi commissionati dagli abitanti di Mutazione.

Questi vengono raccolti nel diario di Kai, alla quale si accede premendo il tasto +. Per cambiare le schede del menu, formato non solo dal diario ma anche dalla mappa e dalla borsa, basta premere L e R. Il gioco permette l’uso del giroscopio della console Switch e, seppur sia il comando più comodo, non è essenziale poiché è possibile usare anche le frecce direzionali per muoversi.

Mutazione

Coinvolgenti colonne sonore ma grafica da migliorare

Come anticipato, le colonne sonore, create da Alessandro Coronas, nel gioco hanno un ruolo fondamentale. Senza musica, i fiori e le piante caratteristiche di Mutazione non crescerebbero abbastanza velocemente per essere raccolte da Kai in tempo per i suoi scopi. Inoltre, i suoni accompagnano l’intero videogioco, permettendo al giocatore di immergersi completamente nella strana città.

La scelta di organizzare il gioco su un piano in 2D non è delle migliori, ma permette al gioco di distinguersi da tutti gli altri. Il personaggio può muoversi in tutte le direzioni (sempre se il percorso lo permette), ma questo può risultare complicato in alcune situazioni poiché il gioco manca di prospettiva. Perciò, a volte, non è semplice, per esempio, trovare la strada per uscire da una casa.

Mutazione

Conclusioni

Nel complesso il gioco è ben strutturato ed è fatto in modo da renderti impossibile lasciarlo a metà. Quando finisce un capitolo, la voglia di iniziare quello dopo è alta, soprattutto perché vengono interrotti in modo da lasciare il giocatore in una situazione di suspense spinosa.

Perciò, nonostante i minimi problemi grafici, l’esperienza di gioco è gradevole, anche grazie ai magnifici effetti sonori che accompagnano la nostra avventura.

Voto: 7.5

Pro
Effetti sonori coinvolgenti
Storia semplice e adatta a tutti
Meravigliosi giardini da comporre, anche grazie all’aiuto di amici online
Contro
La mancanza di prospettiva non aiuta l’esperienza di gioco
Interazioni con gli altri personaggi limitate

Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!

Avventura Indie Nintendo Switch

Offerte Instant Gaming 🔥

Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..

🕘  Notizie recenti

💬  Ultimi commenti su questa notizia