...
SuperMash, Recensione: oltre i confini di un videogioco

SuperMash, Recensione: oltre i confini di un videogioco

Metti mi piace!
1 2

Un gioco che fa i giochi“: con questa semplice frase si possono racchiudere le principali funzionalità di SuperMash, titolo partorito dalla mente dello studio indipendente Digital Continue e pubblicato per la prima volta alla fine del 2019, approdando l’8 maggio anche su Nintendo Switch.

Il mercato moderno dei videogiochi ci ha insegnato che non esistono più titoli con un unico genere, ma sempre più ibridi tra diverse tipologie. SuperMash porta questa caratteristica all’estremo presentando dei miscugli di genere al limite dell’assurdo.

La Macchina dei “Mash

Jume è una ragazza a capo di un negozio di videogiochi in rovina. Poco prima della chiusura definitiva, chiede aiuto a suo fratello Tomo per far ripartire l’attività, ma senza successo, fino a che i due non trovano all’interno di un cassonetto una magica soluzione: la Macchina dei Mash!

SuperMash

Quella che a prima vista sembrava una normale console datata, si rivela essere uno degli impianti tecnologici più all’avanguardia della storia. La piattaforma, infatti, permette di unire due generi totalmente diversi, o lo stesso genere, per creare un videogioco completamente nuovo che unisce le caratteristiche e le meccaniche principali dei due generi scelti.

Grazie a questo raro cimelio, Jume e Tomo riescono a far ripartire le attività del negozio mettendo in vendita gli ibridi videoludici che si rivelano ben presto una fonte di guadagno molto redditizia.

Usa la fantasia e crea gli ibridi più assurdi

SuperMash permette al giocatore di scegliere due strade complementari: le richieste di Jume e quelle dei clienti del negozio. La prima strada è quella principale e permette di procedere nella storia e scoprire nuovi elementi di trama e segreti sulla Macchina dei Mash; la seconda invece è facoltativa ed è utile solamente per guadagnare Gettoni e Carte Sviluppo.

L’intero gameplay si basa sulla creazione dei “Mash”, ovvero di videogiochi nati dall’unione di due generi diversi o uguali. Nel titolo sono presenti sei generi tra cui scegliere: Platform, Stealth, Avventura dinamica, JRPG, Sparatutto e Metroidvania. Una volta scelti i generi, il giocatore può anche selezionare la difficoltà (Facile, Medio, Difficile) e la durata (Corto, Medio, Lungo).

SuperMash

Soddisfacendo le richieste dei clienti e portando a termine i vari videogiochi creati si possono guadagnare delle Carte Sviluppo: questi oggetti servono per inserire degli elementi peculiari, come personaggi o armi, all’interno del Mash che si sta andando a creare. Le Carte Sviluppo che si possono guadagnare e, di conseguenza, inserire nel gioco sono: Giocatore, Nemico, Arma, Livello, Glitch e Musica. Se invece si sceglie di non inserire alcuna Carta, questi elementi verranno generati automaticamente.

Una volta scelte tutte le caratteristiche verrà avviato il Mash che genererà un videogioco ogni volta diverso da quello precedente. Nonostante si tratti di giochi piuttosto monotoni e basilari, è apprezzabile l’inserimento di una piccola trama per ogni iterazione, nonché di combinazioni di elementi sempre differenti. Tutti i videogiochi creati presentano un obiettivo che va soddisfatto per completarli e guadagnare preziosi Gettoni e Carte Sviluppo.

SuperMash

La numerose combinazioni possibili e le improbabili unioni di genere normalmente incompatibili permettono di creare dei videogiochi al limite dell’assurdo. Platform con macchine da guerra e astronavi, JRPG con elementi stealth, Metroidvania con lotte a turni e chi più ne ha, più ne metta; non c’è limite alla fantasia e SuperMash ne è la chiara dimostrazione.

Casualità, forse anche troppa

Sebbene sia divertente vedere quali assurdi risultati salteranno fuori dal miscuglio di generi, spesso non è altrettanto spassoso giocare questi ibridi videoludici. Il fattore casualità si fa sentire e non è raro notare come alcuni elementi di generi diversi non riescano a combaciare fra loro, risultando fuori luogo e talvolta anche scomodi per il gameplay.

Un’altra meccanica che non giova alla godibilità totale di SuperMash è sicuramente quella dei Glitch. Ogniqualvolta si crea un nuovo “Mash”, oltre a elementi standard come Personaggi, Nemici e Armi, vengono generati anche dei Glitch che possono essere sia positivi per il giocatore, che negativi. Se si seleziona la difficoltà “Facile” verranno generati solo Glitch positivi, se invece si vuole giocare un videogioco in modalità difficile allora verranno selezionati casualmente dei Glitch negativi.

Il tentativo è quello di rendere il gameplay di SuperMash più vario e imprevedibile, ma il più delle volte i Glitch risultano invasivi e frustranti per il giocatore. Nei “Mash” a difficoltà facile rendono la vita ancor più semplice al giocatore di quanto non lo sia già con vite extra che compaiono dal nulla o Nemici che vengono uccisi automaticamente. Nei giochi più difficili, invece, sono troppo punitivi e il giocatore non dovrà fare i conti solo con la difficoltà intrinseca del gioco, ma anche con malus casuali che compaiono di tanto in tanto come il congelamento o la paralisi.

Un dolce tuffo nel passato videoludico

Ogni genere videoludico ha il suo capostipite, ovvero quel titolo o quella serie a cui tutti i futuri giochi della stessa categoria si sono ispirati. Partendo da questa base, in SuperMash è possibile notare, all’interno dei vari Mash, gli elementi caratteristici che hanno reso famosi questi grandi videogiochi del passato.

Scegliendo un titolo Platform è possibile subito notare le ambientazioni e il caratteristico gameplay ricco di salti e nemici buffi che hanno reso celebre la serie di Super Mario; selezionando, invece, il genere Stealth salta subito all’occhio il tributo a Metal Gear Solid, storica serie ideata da Hideo Kojima.

I tributi sono molteplici ed è davvero un tuffo nel passato ricco di nostalgia riconoscerli e riviverli. Il genere Avventura dinamica presenta i classici dungeon e nemici che è possibile trovare nella serie di The Legend of Zelda, così come è palese il tributo a Final Fantasy nei Mash JRPG.

Tutti questi elementi, inoltre, sono legati a un comparto grafico veramente appagante con una pixel art figlia degli anni ’80 e un design di ambientazioni, personaggi e oggetti molto divertente e fantasioso.

La perfezione è ancora lontana

SuperMash presenta un’idea di base carina e soprattutto originale, ma probabilmente troppo azzardata. Il miscuglio di generi può essere rivoluzionario, ma spesso anche rischioso partorendo dei videogiochi con elementi che mal si sposano fra loro.

Caricamenti piuttosto lunghi, un adattamento linguistico non impeccabile e alcuni bug che costringono a riavviare il gioco rendono questo titolo non proprio godibile da tutte le categorie di videogiocatori. Vedremo se con i già annunciati DLC si potrà vivere un’esperienza diversa e magari più bilanciata.

SuperMash è disponibile sul Nintendo eShop al prezzo di 18,99€

Voto: 6.5

Idea carina e originale
Graditi tributi a videogiochi del passato
Aspetto grafico appagante
Elementi che mal si sposano fra loro
Meccanica dei “Glitch” invasiva
Bug che costringono a riavviare il gioco
Fattore casualità alto e scomodo
Cosa ne pensi? Facci sapere la tua sulla nostra chat Telegram, sul Forum o sui canali Social!
Offerte Instant Gaming
Caricamento..
Caricamento..
Caricamento..
Articolo di Salvatore Montagnolo
...

 In sconto potrebbe essere super interessante :GuardaSu:

Edit. Per PC prendendo Gta5 gratis mi è stato dato un buono da 10 euro. Quindi mi andrebbe a costare solo 6 euro. La cosa si fa interessante

Tocca per altri articoli